Xerox pronta a un’offerta multi-miliardaria per l’acquisto di HP

Xerox e HP, due multinazionali statunitensi che per anni hanno dominato il mercato tecnologico a livello internazionale, non se la passano poi così bene. Come constatato da The Wall Street Journal, i due “colossi” hanno capito che collaborare è meglio che competere. Per questo motivo, Xerox avrebbe pronta un’offerta multi-miliardaria per acquisire HP. Non è ancora certo se questo “matrimonio” si farà o meno, ma a quanto parte, la proposta di acquisizione sarebbe stata formulata nella giornata di martedì 5 novembre. L’assegno sarebbe superiore ai 27 miliardi di dollari (valutazione di mercato di HP).

Xerox sta puntando ad una strategia aggressiva di crescita

I segnali della trattativa tra Xerox e HP, però, ci sono tutti, dato che l’azienda di Nowalk, leader storico nel campo delle macchine fotocopiatrici e delle stampanti, si accinge ad incassare quasi 2 miliardi di dollari, a seguito di un accordo che prevede la cessioni delle azioni di una joint venture messa a punto con Fujifilm.

I numeri a confronto

Xerox ha un fatturato attorno ai 10 miliardi di dollari, se si tiene conto non solo dei dispositivi ad uso professionale messi sul mercato, m anche dei contratti di assistenza e di manutenzione. L’utile netto ammonta attorno ai 195 milioni di dollari. HP, invece, è ben più grande, dato che vanta un fatturato attorno ai 48 miliardi di dollari e un utile netto di 2,50 miliardi di dollari. Tuttavia, la multinazionale di Palo Alto è in crisi, tanto è vero che è stato pianificato un piano di ristrutturazione, dove a fronte di qualche uscita, si risparmierà circa 1 miliardo di dollari. I numeri complessivi di HP sono in rosso, perché le stampanti del segmento business non vanno più per la maggiore, a differenza di qualche anno fa: nel terzo trimestre del 2019, non a caso, i ricavi sono scesi di 5 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2018.

Xerox HP

Ciò nonostante, l’operazione sarebbe possibile, ma solo a fronte di un finanziamento a condizioni agevolate che Xerox otterrebbe da una banca amica.

Gli investitori credono in Xerox

Xerox pure, principalmente per via della crisi, è stata costretta a programmare un piano di risparmi, su cui numerosi investitori credono ciecamente, al punto che le azioni hanno ottenuto un eccellente +84% nel corso dell’anno.

Carl Icahn, socio di Xerox, si è impegnato per ridefinire i valori dell’azienda e, come sembrerebbe, avrebbe vinto la sua scommessa. Le azioni di HP, invece, hanno registrato una flessione di 10 punti percentuali. Ecco perché i presupposti per quest’ambiziosa acquisizione ci sono tutti. Nelle prossime settimane ci saranno di sicuro delle novità!

Al momento, però, tutto tace

Come era prevedibile, le due multinazionali si sono tenute alla larga dal commentare quella che comunque al momento è solamente un’indiscrezione giornalistica. Nulla di più. Reuters, rinomata agenzia di stampa a livello internazionale, ha contattato HP. Risultato? Un portavoce ha preferito astenersi dal commentare quelle che secondo lui non sarebbero altro che speculazioni della stampa. D’altro canto, Xerox ha preferito evitare di rilasciare commenti.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tutti i contenuti di questo sito sono solo a scopo informativo e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio oppure consulenza all’investimento in qualsiasi strumento finanziario.