Vodafone, seri problemi per la portabilità a Iliad, quasi 100.000 utenti in attesa

Vodafone finisce sotto accusa. L’operatore telefonico sta ritardando la portabilità a Iliad del numero dei vecchi clienti. Si fa riferimento a un numero di richieste in attesa proporzionale al successo che il nuovo operatore francese sta ottenendo dal suo arrivo in Italia. Per sbloccare la situazione, Iliad ha deciso di rivolgersi all’AGCOM (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni).

Nei giorni successivi, l’autorità italiana ha avuto un incontro con Vodafone, durante il quale ha sollecitato Vodafone ad accelerare le operazioni di portabilità. Intanto, sulla vicenda è intervenuto anche il Mdc (Movimento difesa del cittadino).

Secondo l’organizzazione, Vodafone sarebbe tenuta a pagare un indennizzo nei confronti delle persone che stanno riscontrando problemi nella passare da Vodafone a Iliad, tramite la portabilità del loro numero con il vecchio operatore. In attesa di nuovi sviluppi della vicenda, gli utenti stanno riservando la propria rabbia sui vari forum presenti in Internet e sui social. Alcuni accusano Vodafone di ritardare la portabilità di proposito, in modo da compiere uno sgambetto a Iliad.

100 mila nuove SIM Iliad in attesa

Il numero di SIM Iliad in attesa di attivazione da parte di Vodafone – al termine della portabilità – è pari a 100 mila. Considerate le cifre in ballo, Iliad si è rivolta all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. In seguito, l’AGCOM ha incontrato Vodafone. L’autorità ha intimato all’operatore di trovare una soluzione nel più breve tempo possibile. Tuttavia, migliaia di utenti continuano a lamentare ritardi per la portabilità del loro numero. A inizio settembre, dunque, la situazione sembra non abbia trovato ancora una soluzione positiva.

Per legge, Vodafone è tenuta a smaltire le richieste di portabilità verso un altro operatore in due giorni lavorativi. In questo caso, la tempistica continua a non essere rispettata. D’altronde, il numero di richieste è molto elevato e non riguarderebbe soltanto Iliad. Infatti, sono migliaia anche le utenze che chiedono la portabilità verso ho-mobile, l’operatore virtuale low cost che Vodafone ha lanciato in risposta all’arrivo in Italia di Iliad.

Perché Vodafone sta incontrando problemi

Fino a pochi mesi fa, il processo di portabilità era un’operazione comune, la quale non richiedeva un particolare dispendio di energie. Con l’avvento di Iliad, invece, le cose sono cambiate. I grandi operatori di telefonia italiani si sono trovati a processore la portabilità di un alto numero di SIM, venendo di fatto colti impreparati. L’emergenza che ha investito queste ultime settimane Vodafone può essere banalmente spiegata anche dai numeri, attraverso cui è possibile fare ragionamenti obiettivi e analitici.

Prima che l’operatore francese di telefonia mobile arrivasse in Italia, Vodafone e gli altri operatori erano tenuti a smaltire la portabilità di un numero massimo di richieste corrispondente a 33 mila SIM. A seguito dell’arrivo di Iliad e dell’immediato successo ottenuto dall’operatore d’Oltralpe, la soglia è stata innalzata a 36 mila SIM. Di fronte, però, agli attuali numeri registrati da Iliad, anche il processo della portabilità di 36 mila SIM al giorno risulta insufficiente per rispettare i due giorni lavorativi previsti dalla legge.

Possibilità di indennizzo da parte di Vodafone

Sei anche tu un utente che ha atteso o attende la portabilità da Vodafone a Iliad oltre i due giorni lavorativi fissati per legge? Se la risposta è affermativa, devi sapere che potresti avere diritto a un indennizzo. È bene chiarire, però, che non vi è nulla di ufficiale a riguardo. In ogni caso, va segnalato l’intervento di Mdc (Movimento difesa per il cittadino).

Francesco Luongo, numero uno dell’associazione, ha citato l’articolo 14 della delibera numero 147/11/CIR, il quale prevede un indennizzo pari a 2,5 per ogni giorno lavorativo di ritardo. L’importo massimo di indennizzo – ricorda il numero uno di Mdc – che si può ricevere è di 50 euro. Luongo, inoltre, spiega che sono migliaia le segnalazioni ricevute dalla sua associazione nel corso degli ultimi gironi. Gli utenti si lamentano della mancata attivazione della SIM, a seguito della richiesta di portabilità del loro numero dal vecchio al nuovo operatore. In merito a eventuali indennizzi o sanzioni, l’AGCOM non si è ancora espresso, nell’attesa che Vodafone dia seguito agli impegni presi durante l’ultimo incontro.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.