Securities: cosa sono? Particolarità e sicurezza

Le securities sono strumenti finanziari che rappresentano un’obbligazione, emessa a seguito di un processo di cartolarizzazione.
L’emissione di questi strumenti finanziari viene effettuata da soggetti Sponsor (detti anche SPV, Special Puroìpose Vehicle) creati da istituti di credito, pubbliche amministrazioni o imprese, che trasferiscono agli stessi SPV attività finanziarie non molto liquide come crediti da mutui o altri crediti deteriorati.

La SPV colloca obbligazioni ABS sui vari mercati finanziari soprattutto nel caso in cui abbiano un ottimo rating.
I crediti che sono stati ceduti sono coperti da garanzia di pagamento delle securities emesse su di essi.
La particolarità delle securities aventi crediti diversi come sottostanti è che esiste una correlazione tra le somme incassate dai crediti venduti sul mercato ed il pagamento degli interessi derivanti da mutui.

Le securities vengono create nel momento in cui, ad esempio, una banca decidesse di trasferire alcuni finanziamenti (mutui e prestiti) ad una società terza, satellite o appositamente creata per l’occasione. Questo trasferimento ha il nome di cartolarizzazione e la società che acquista i crediti della banca emette a sua volta altre obbligazioni al fine di finanziare la propria attività di recupero delle somme. Queste obbligazioni, è importante sottolinearlo, possono essere sottoscritte anche dalla banca che ha ceduto i crediti.

Soprattutto a causa degli ultimi episodi di cronaca finanziaria e la creazione di Bad Bank costituite apposta per acquistare i crediti deteriorati dalle banche in difficoltà o ristrutturate, è uso comunque quello di considerare le operazioni di cartolarizzazione come cessioni che vedono esclusivamente come oggetto i crediti di dubbia esigibilità o sofferenze bancarie.Si tratta di una convinzione sbagliata dal momento che spesso, anzi, i crediti ceduti dalle banche rappresentano titoli con profilo di rischio particolarmente basso, i cosiddetti crediti affidabili.

Questi ultimi sono in grado di creare flussi di cassa consistenti e costanti nel futuro, in modo da rimborsare il denaro derivante dagli obbligazionisti e gli interessi dovuti ad essi.

  • Il grado di sicurezza di questi titoli, definito attraverso il rating, non dipenderà tuttavia solo dalla situazione economica dell’emittente e dalla sua affidabilità ma anche dai profitti attesi dal recupero dei crediti.
    Ogni ABS, come in altri strumenti finanziari simili alle securities, è suddivisa in tranche in base al livello di rischio. I profili con cui vengono identificate queste tranche in questo caso sono tre:
  • profilo senior, rappresentato da obbligazionisti che sono i primi a ricevere i pagamenti e le cedole;
  • profilo mezzanine, che vengono subito dopo il pagamento fatto ai profili senior;
  • profilo junior, che comprende gli obbligazionisti che riceveranno i pagamenti per ultimi e che quindi sono i più esposti alle eventuali insolvenze.
    Questo ordine si inverte nel caso di perdite, in cui i primi a pagare saranno dunque gli obbligazionisti con profilo junior.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tutti i contenuti di questo sito sono solo a scopo informativo e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio oppure consulenza all’investimento in qualsiasi strumento finanziario.