Poco F1 di Xiaomi: Caratteristiche e Recensione, Prezzi, Versioni e Uscita in Italia

Il Poco F1 di Xiaomi è sicuramente una elle ultime prestigiose novità della casa cinese. A poco tempo dal suo lancio sul mercato, ha subito messo in chiaro il suo valore e la sua competitività con la concorrenza. Il Poco F1 è uno smartphone molto prestante, partendo subito dalla sua RAM: 6/8 Gb, affiancato dallo spazio storabile che vari dai 64GB per la versione base, fino a ben 256 per la versione ammiraglia. Monta il sistema operativo Android Oreo 8.1.0 e utilizza MIUI, ma personalizzato appositamente per la versione Poco, infatti prende il nome di MIUI for Poco.

Queste versione modificata garantisce prestazioni ottimali e davvero ottimali in ogni momento di utilizzo, dalla semplice telefonata, fino al momento in cui sarà sottoposto a forte stress.
Un altro punto sicuramente combattivo è il prezzo: nonostante l’uscita sia imminente, la versione base e quindi con 6Gb di RAM e 64Gb di storage, sarà reperibile intorno ai 300/350€.
Riguardo la versione Top Gamma si parla di cifre intorno ai 700€, vedremo il mercato europeo cosa ci riserverà. Il 27 agosto intanto, a Parigi, c’è stato il lancio del Poco F1 sul mercato europeo.

Parlando di processore non possiamo assolutamente non citare lo Snapdragon 845, sistema octacore con ben 2.8 GHz, abbinato ad una GPU Adreno 630. Questo fiore all’occhiello viene supportato da una batteria da 4.000 mAh, con supporto di ricarica Quick Charge 3.0. Il sistema operativo è Android 8.1 con la versione MIUI for Poco (accennato in precedenza). Parlando di connettività non possiamo non sottolineare il sistema Dual SIM ibrido (nano + nano/ microSD), un Bluetooth versione 5.0 LE. Il WI-FI 802.11 ac dual band viene integrato in questo gioiello. Il Poco F1 supporta il sistema LTE. Parlando di tecnologia è giusto citare anche il sistema GPS +Glonass integrato nello smartphone. Racchiude il tutto una USB-C e il jack audio per le cuffie o dispositivi multimediali.

Le fotocamere sono ben 3: una frontale da 20 MegaPixel f/2.0, una doppia posteriore da 12+5 MegaPixel f/1.9 con sensore Sony IMX363 senza il sistema OIS, sigla che indica l’Optical image stabilization o tradotto in Stabilizzatore ottico. Per chi non lo sapesse, è una funzione che permette di stabilizzare le foto quando la luce è scarsa, impedendone così uno scatto sfocato. Il display montato sul Poco F1 è da 6.18 pollici con risoluzione FHD+ e notch con un aspect-ratio di 18.7:9 (quindi 2246×1080 pixel), niente male per uno smartphone. La memoria RAM come già accennato, è disponibile in due opzioni: 6Gb o 8Gb, in base al modello che si acquisterà.

Parlando invece di memoria di stoccaggio, avremo ben tre diverse opzioni che partiranno da quella base di 64Gb, intermedia con ben 128 Gb e infine la Top Gamma con 256Gb UFS 2.1, insomma una vasta scelta. La scocca con cui è creato è di ottima qualità e la cover sul retro vanta una scelta buona di colorazioni che variano dalla Graphite Black, alla Steel Blue per gli amanti degli effetti metallizzati opachi, fino alla Rosso Red. Per la versione Top Gamma è invece disponibile anche la armored Edition, back cover realizzata in Kevlar, insomma, a prova di proiettile.

Poco F1

Poco F1

Ricapitolando lo Xiaomi Poco F1 si presenta con ottime caratteristiche e sicuramente promette bene. Il rapporto qualità/prezzo è eccezionale e i concorrenti dovranno davvero darsi da fare per competere con questo modello. Il sistema operativo modificato e migliorato nella compatibilità e nelle prestazioni per sfruttare al massimo il modello Poco, lo rendono combattivo e funzionale. Insomma, uno smartphone creato alla perfezione. Non rimane che attendere la messa sul mercato definitiva che è partita subito dopo la presentazione di Parigi, ma che ancora non è perfetta e non garantisce la reperibilità di tutti i modelli.

Rate this post

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tutti i contenuti di questo sito sono solo a scopo informativo e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio oppure consulenza all’investimento in qualsiasi strumento finanziario.