Incentivi Auto 2021: Ecco Tutto Quello Che C’è da Sapere

Gli incentivi auto 2021 consentono di beneficiare di tutta una serie di agevolazioni nel momento in cui si intende optare per l’acquisto di una vettura elettrica o ibrida. Inoltre, è possibile usufruire di vantaggiosi sconti ulteriore, a fronte della rottamazione di un’auto immatricolata prima della data 01/01/2011. Ma partiamo con ordine.

Assegno Unico per i Figli 2021: Cosa Prevede e Quali Sono le Novità Introdotte

Il decreto legge 8 giugno 2021 n. 79 è stato finalmente approvato e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, con validità dal 1° luglio al 31 dicembre 2021. Il Ministro per la Famiglia Elena Bonetti ha comunicato che, a partire dal prossimo anno, l’assegno unico per i figli diventerà universale e rientra nel cosiddetto Family Act. L’assegno unico che sarà erogato dal prossimo anno, consiste in una quota erogata per ciascun figlio, a partire dal settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni di età, mese dopo mese, maggiorato dal terzo figlio e nel caso anche di bambini disabili. Si tratta di un assegno che sarà percepito da tutti sulla base reddituale della famiglia. Ovviamente le famiglie meno abbienti percepiranno quote maggiori di quelle con redditi elevati che sopra una determinata soglia avranno diritto soltanto a una quota base. In casi specifici, è possibile che l’assegno venga erogato anche per figli con età superiore a 21 anni.

Cream, la nuova App per Richiedere Prestiti: Costi, Vantaggi, Come Funziona

Oltre il 40% dei prestiti attuati agli italiani non superano la soglia dei 5.000 euro di importo. Tuttavia ad oggi si dimostra ancora difficile ottenere un finanziamento soprattutto per alcune fasce della popolazione. Il motivo di questa complicazione è dato dal fatto che le banche usano principalmente un sistema di valutazione legato al merito creditizio, ovvero un meccanismo considerato a tutti gli effetti poco inclusivo e macchinoso. Il sistema è infatti basato sui dati forniti dalle centrali di rischi, sulle informazioni socio-demografiche e sulle analisi dei documenti reddituali. Dai tre presupposti fondamentali è nata la brillante iniziativa di creare un’applicazione chiamata Cream, ideata da una start up completamente italiana: Faire.io.

Conto Vivid Money: Costi, Vantaggi e App Dedicata

Vivid Money è un nuovo ed innovativo conto corrente tedesco che si propone come soluzione alternativa e concorrenziale al conto bancario tradizionale offerto dagli istituti bancari. Un prodotto che ha tutte le carte in regola per competere ad armi pari con alcuni giganti che si sono sviluppati negli ultimi anni. Innanzitutto, occorre ricordare che Vivid Money è un conto corrente che non prevede un canone mensile e offre tutta una serie di funzionalità che lo contraddistinguono dalla concorrenza. Nasce da una partnership con Solarisbank AG, noto istituto bancario tedesco regolamentato e controllato dalla Federal Supervisory Authority, BaFin, ente che si occupa di vigilare sulla “bontà” delle banche. Si tratta quindi di un conto altamente sicuro ed affidabile

Una delle principali caratteristiche del conto Vivid Money è quella di poter essere gestito interamente online. Per qualsiasi esigenza, basterà prendere il proprio smartphone, accedere all’app e richiedere qualsiasi tipo di operazione. In questo modo si è potuto abbassare notevolmente le spese, senza la necessità di dover mantenere sul territorio le filiali. Inoltre, grazie ad un servizio di assistenza clienti disponibile tutti i giorni 24 ore su 24, è possibile richiedere un supporto tramite app in maniera tempestiva.

Come Comprare Dogecoin su eToro

Dogecoin è la criptovaluta del momento. Nata quasi per gioco 8 anni fa come meme satirico in risposta alla proliferazione di criptovalute, in pochi l’hanno presa sul serio. Compresi gli stessi fondatori. Oggi questa valuta digitale è una delle principali al mondo ed il suo valore si attesta a quasi 80 miliardi di dollari. Ma come è venduta e dove è possibile acquistarla in sicurezza?

Carta Prepagata Crypto.com: Costi, Vantaggi e Funzionalità

Crypto.com è una piattaforma online che consente di depositare, investire o scambiare in criptovalute. I servizi che mette a disposizione sono molteplici. È possibile, infatti, usare le criptovalute per fare attività di trading, investire, eseguire acquisti online o fisicamente nei negozi, ritirare contanti. Consente, inoltre, di ottenere rimborsi dell’utilizzo effettuato su alcune piattaforme diffusissime come Amazon Prime, Netflix. Aprendo un conto online su crypto.com è possibile richiedere una carta prepagata che opera su circuito VISA. Si tratta di uno strumento di pagamento elettronico che, a differenza delle carte di debito (bancomat), non è collegata ad un conto bancario. In quanto carta prepagata può essere ricaricata e, nel caso specifico, la ricarica può essere effettuata mediante bonifici bancari, altre carte di credito/debito o criptovaluta. Scopriamone le principali caratteristiche e funzionalità.

Binance Card: Tutti i Vantaggi della Carta Visa Binance per Pagare in Criptovalute

Carta Visa Binance è una nuova carta di pagamento utilizzabile in milioni di esercizi nel mondo, studiata per chi opera con le criptovalute e necessita di uno strumento sicuro e facile da utilizzare. Con Binance Card è possibile trasferire e spendere le proprie criptovalute, con la possibilità di conservarle nel proprio wallet e convertirle solo quando si devono utilizzare. La carta offre, inoltre, fino all’8% di cashback su ogni acquisto effettuato, una percentuale molto alta rispetto alle altre carte, che viene accreditato il mese successivo. La carta fa parte del circuito Visa, sicuro ed affidabile. Scopriamola insieme nel dettaglio.

Conto Enel X Pay: Vantaggi, Sicurezza e Funzionalità

Enel X Pay è un conto smart, realizzato per chi necessita di un sistema rapido, sicuro e funzionale per effettuare pagamenti e acquisti. Offre anche la possibilità di scambiare denaro in tempo reale e senza commissioni con altri utenti, pagare bollette e bollo auto, effettuare bonifici e versamenti a fronte di avvisi PagoPa. Essendo associato ad una carta è possibile prelevare da ATM, effettuare l’accredito dello stipendio, eseguire donazioni a Onlus e molto altro ancora. Si attiva gratis anche dal vostro smartphone. É inoltre possibile richiedere fino a cinque carte per i propri figli (da 11 a 18 anni) e gestirle parental control anche a distanza. Scopriamolo insieme nel dettaglio.

Carta Alitalia Oro American Express: Requisiti, Vantaggi e Costi

La carta Alitalia Oro American Express è una carta di credito adatta per tutti coloro che amano viaggiare o devono farlo spesso per motivi di lavoro. La carta, oltre a garantire i servizi finanziari tipici delle carte di credito, consente di rendere più economici i viaggi aerei. Questo è possibile grazie alla collaborazione stipulata da American Express (ente emittente) e la compagnia Alitalia. In questa recensione andiamo ad analizzare nel dettaglio le funzionalità, i vantaggi e i costi della carta Alitalia Oro American Express.

Carta Alitalia Platino American Express: Costi, Vantaggi e Requisiti

La carta Alitalia Platino di American Express è una carta di credito contactless, emessa per l’appunto dalla società American Express. Vanta funzionalità innovative che si sposano perfettamente con le esigenze dei viaggiatori. Scopriamo nel dettaglio le principali caratteristiche, i vantaggi, i costi e i limiti di una delle carte più richieste del momento.

Conto Selfy Mediolanum: Funzionalità, Costi, Come Richiederlo

Il conto Selfy è un prodotto offerto da Banca Mediolanum estremamente innovativo. A fronte di commissioni quasi nulle, permette di svolgere tutta una serie di utili operazioni bancarie. È inoltre completamente gestibile in autonomia e offre diverse agevolazioni. Andiamo a scoprire nel dettaglio le caratteristiche di uno dei prodotti bancari più pubblicizzati del momento, il conto Selfy Banca Mediolanum.

Finanza Etica

La finanza e l’investimento sono sempre stati visti con i parametri del rendimento, del capitale, dell’interesse.
Sempre di più si sta diffondendo una nuova cultura che mira all’investimento con caratteristiche etiche, dove l’investitore mira non solo alla speculazione ma punta su attività che rispondano a certi requisiti di responsabilità sociale ed ambientale. La borsa viene vista come un prezioso servizio all’economia di mercato quando gli investimenti non sono semplici speculazioni e manipolazioni individuali.

Portafogli Virtuali per Bitcoin e Criptovalute

Quando si parla di Wallet per Bitcoin, occorre capire quali siano le tipologie, il funzionamento e le migliori versioni presenti online e non solo.
Scopriamo assieme tutte le diverse informazioni utili ch conducono a una scelta ottimale in grado di soddisfare completamente tutte le proprie esigenze senza trascurarne alcuna.

Cosa sono i Wallet per Bitcoin

I Wallet per Bitcoin sono una sorta di portafoglio nel quale tu, una volta acquistate le monete virtuali, puoi inserirle, evitando che queste possano essere esposte ai vari attacchi interni della rete. Come ben saprai oggi è possibile riuscire a infrangenre svariati metodi di sicurezza e quindi avere i Bitcoin in un sistema poco sicuro, oppure direttamente sul tuo computer senza uno strumento che ti assicuri la massima protezione, rappresenta una ghiotta occasione per rubarteli. Ecco quindi che nascono i Wallet, grazie ai quali tale situazione non si viene a palesare.

Quali sono i tipi di portafogli che si possono usare

Per quanto riguarda la tipologia, occorre sottolineare, come prima cosa, che esistono i cold e gli hot wallet che trovi recensiti su https://www.bitcoingo.it. La seconda tipologia può essere definita anche come wallet online, in quanto questo deve essere collegato alla rete. Perciò questa versione, seppur disponibile in tante varianti, tende a essere leggermente meno sicura rispetto ai cold wallet, ovvero quelli che vengono scollegati dalla rete di internet. Occorre rimarcare ovviamente come questa tipologia debba essere collegata per essere sfruttata e successivamente scollegata per proteggere i Bitcoin.

Figlio in quarantena? Lo smart working diventa un diritto

Le scuole stanno riaprendo in tutta Italia e, con esse, anche il dilemma di ogni genitore: che cosa accade se mio figlio finisce in quarantena perché un compagno di classe è positivo al Covid-19?

Un chiarimento è finalmente arrivato dal governo, con il Dl 111/2020, già in vigore, che stabilisce il diritto allo smart working a quel genitore, lavoratore dipendente, il cui figlio convivente minore di 14 anni sia in quarantena a seguito di una diposizione del dipartimento di prevenzione della Asl territorialmente competente, quale conseguenza di un contatto positivo verificatosi all’interno della scuola.

Come funzionano le aste di preziosi e gioielli

Le aste di preziosi rappresentano dei processi di compravendita. Organizzate dalle Case d’Asta, prevedono un meccanismo piuttosto semplice: mediante offerte libere si accede alla contrattazione ed alla vendita. L’oggetto diverrà dunque di proprietà della persona che ha fatto l’offerta migliore. Nelle aste di gioielli è possibile trovare oggetti di ogni tipo, firmati da un particolare stilista, rari, o appartenenti a determinati periodi storici. In questo articolo vedremo come si svolgono queste aste, e come parteciparvi.

Aste di preziosi: cosa sono e come funzionano

Abbiamo detto che un’asta gioielli online non è altro che un processo di compravendita di preziosi che verranno assegnati al miglior offerente. Ovviamente questa è la definizione sotto l’aspetto meramente tecnico. Aste di questo tipo però, rappresentano una grande occasione per moltissimi appassionati, ma soprattutto per coloro che amano collezionare oggetti rari per la propria collezione.

Imposte imprese, è un giugno più “light”

Il Decreto Rilancio rende più “light” la pressione fiscale sulle imprese per il mese di giugno, con un alleggerimento che – nelle intenzioni del governo – dovrebbe rendere più agevole poter procedere con la fase di riavvio graduale delle attività economiche.

Certo, l’impressione è che si tratti di una mano d’aiuto che non potrà che essere solo parzialmente di concreto supporto (i problemi, d’altronde, sono ben altri e più strutturali). Tuttavia, non sfugge che quanto in arrivo nelle prossime settimane sarà un mese di giugno “storico” per l’assenza di alcune delle scadenze più sgradite alle imprese italiane.

Bonus autonomi e Partite IVA da 800 a 1.000 euro: le novità del Decreto Rilancio

Se sei un libero professionista, potresti possedere i requisiti che ti concendono il diritto al bonus previsto per gli autonomi oppure per le partite ive, secondo le novità che sono contenute nell’ultimo Decreto Rilancio. L’importo è diffente in base a diverse casistiche e sono richiesti diversi requisiti per poter accedere al contributo. Ecco tutto quello che devi sapere per poter usufruire di questa opportunità.

Bonus Vacanze 2020: a Chi Spetta, Requisiti Reddito ISEE, Come Funziona il Decreto Rilancio

Col Decreto Rilancio sono state introdotte importanti novità per quanto concerne gli aiuti alle famiglie. Tra questi non si può fare a meno di parlare del Bonus Vacanze Bonus pari ad un importo fino a 500 euro per il 2020. Questo è limitato alle famiglie che non superino un reddito annuo di 40.000 euro. Ecco perciò tutto quello che occorre sapere e soprattutto come richiederlo per poter avere uno sconto sulle spese delle vacanze familiari.

Cassa integrazione prolungata di 9 settimane. E l’Inps anticiperà il 40% a iter ancora incompleto: cosa prevede il Decreto Rilancio

Con il Decreto Rilancio arriva il prolungamento della cassa integrazione stanziata a seguito dell’emergenza Coronavirus. In questi giorni, per lavoratori e imprese, sono stati studiati e approvati nuovi provvedimenti, stanziati altri quindici milioni di euro destinati a tal fine.

Ad oggi si sa solo che la cassa integrazione è partita il 17 marzo ma questa potrà essere utilizzata fino alla metà del mese di agosto. Il Decreto, però, prevede ulteriori novità. Vediamo di cosa si tratta.

A giugno niente Irap per le piccole e medie imprese e niente Imu, Tosap e Cosap per il settore turistico: cosa prevede il Decreto Rilancio

Con il Decreto Rilancio arrivano novità anche per il settore turistico e per le piccole e medie imprese. Secondo l’ultima conferenza stampa di Giuseppe Conte e dopo la lettura del Decreto Rilancio, ciò che traspare è una vera e propria novità riguardo al turismo. Irap, Tosap e Cosap, verranno cassate per l’esercizio fiscale in corso. Vediamo nello specifico come verrà applicato il decreto.

Aiuti a Fondo Perduto alle Aziende: a 1.000 a 50.000 Euro alle aziende in Crisi, cosa prevede il Decreto Rilancio

Il Decreto Rilancio che ha varato il Governo punta a far ripartire l’economia italiana che ha avuto un duro colpo per via della pandemia da Covid-19. Stanziati importanti aiuti a fondo perduto per tutte le aziende in crisi: ecco tutto quello che serve sapere per poter accedere ad essi.

I requisiti per usufruire del bonus

In base alla norma prevista nel Decreto Rilancio, questi contributi sono rivolte a tutte quelle imprese e lavoratori autonomi titolari di partita IVA. In essi rientrano anche i soggetti di reddito agrario, così da garantire un concreto sostegno in questo momento di grande difficoltà. Non rientrano in questi aiuti tutte quelle aziende che hanno cessato la loro attività entro il 31 marzo 2020. Inoltre, è bene ricordarti che l’azienda che voglia usufruire di tale bonus deve dimostrare, con un’apposita documentazione, un calo di ricavi per il mese di aprile di un terzo rispetto allo stesso periodo del 2019. L’unica eccezione in tal senso sono le società di recente nascita (nate dopo l’1 gennaio 2019) o per quelle aziende che siano state costrette a chiudere in anticipo in quanto incluse nella zona rossa.

Credito d’imposta del 60% dell’Affitto Mensile per Negozi e Esercizi Industriali, Hotel e Alberghi, le novità del Decreto Rilancio

Il Coronavirus ha portato svariate attività commerciali, comprese quelle operanti nel settore turistico, a una chiusura anticipata e prolungata, che ha mandato in crisi le varie imprese. Proprio per tale motivo il Governo ha deciso di emanare un decreto il cui obiettivo è quello di limitare le spese di gestione delle strutture produttive.

Bonus Bicicletta e Monopattini: Come Funziona, Requisiti e chi Spetta, Quando Arriva e Come Ottenerlo

Tra i numerosi bonus previsti per l’anno, uno dei più rilevanti è quello che riguarda le biciclette e i monopattini. Si tratta di una novità in quanto aiuta a incentivare la mobilità alternativa, evitando il traffico e riducendo l’inquinamento dei centri urbani. Questo secondo aspetto è molto importante proprio perché nella società odierna, invasa da mezzi trasporto che non si fermano mai, le città hanno sempre più abitanti, il rischio ambientale è sempre più alto. Una soluzione in grado di ridurre l’inquinamento è quindi fondamentale per la sopravvivenza del pianeta e anche la salvaguardia della salute delle persone.

Superbonus del 110% per i lavori in Casa per caldaie a condensazione, pompe di calore, pannelli solari, isolamento termico

Chi decide di effettuare lavori di efficienza energetica, prevenzione antisismica può usufruire di una speciale agevolazione che si chiama Superbonus 110%. Questa agevolazione, prevista fino tutto il 2021, sarà valida per lavori fatti dal 1 luglio 2020 e quindi l’attuale ecobonus dal 65% arriva al 110% ed anche l’attuale sismabonus passerebbe dall’ 85% al 110%. Facendo un esempio se vengono fatti dei lavori per un importo di 1000 euro lo Stato ne restituisce 1100. Al momento la modalità di restituzione è in dieci rate annuali, probabilmente, però, verrà ridotto a cinque.

Come Diventare Rider / Fattorino per Consegne a Domicilio: Aziende, Procedure, Lavoro, Quanto si Guadagna

Vedremo come nuove opportunità di lavoro, per chi decide di diventare un vero e proprio Rider al passo con i tempi e con la nuova era digitale, si fa strada nel mondo lavorativo. Il lavoro del Rider è molto semplice e non richiede determinate qualità soggettive per svolgerlo, tuttavia necessità di alcuni strumenti utili alla persona per metterlo in pratica. Rider significa appunto “fattorino” e il suo lavoro sarà quello di effettuare consegne a domicilio.

Decreto Liquidità e Prestiti per Aziende: Importi, Tassi, Garanzie, Come Ottenerlo

Come ben sappiamo ci sono nuove modalità e novità per quanto concerne il “Decreto liquidità e prestiti” rivolto soprattutto alle aziende, alle imprese e alle partite Iva che operano quotidianamente nel settore economico. Il suddetto decreto è stato pubblicato recentemente in gazzetta ufficiale, e prevede tutta una serie di nuove misure volte a spiegare dettagliatamente le modalità di accesso al credito, i nuovi adempimenti fiscali da seguire, gli importi, le tasse e le garanzie, che il Governo mette in pratica fin da subito per continuare a permettere al sistema economico di rafforzarsi e produrre anche in questo periodo di profonda crisi.

BTP Italia senza limite di offerta per l’emergenza in arrivo tra il 18 e 21 maggio: cos’è, come funzionerà, tassi e rendimenti

Il buono del tesoro (BTP Italia) è un certificato di debito emesso dallo stato italiano con scadenza superiore all’anno solare. Tra il 18 e il 21 maggio è stata attivata una raccolta che finanzierà le spese dei provvedimenti del Governo a supporto dell’economia nazionale, del sistema sanitario e alla tutela del lavoro. La durata è compresa tra i 4 e gli 8 anni.
Le principali differenze tra un BTP normale e un BTP Italia sono:

  • indicizzati al tasso di inflazione nazionale
  • il rendimento è costituito da un tasso fisso sul capitale rivalutato all’inflazione

BTP Italia

La raccolta del prossimo BTP Italia è compresa tra il 18 e il 20 per gli investitori individuali e il 21 per gli investitori costituzionali. La durata dei BTP sarà definita alla vigilia dell’asta e quest’ultima non prevederà limiti di offerta, poiché non è prevista la chiusura anticipata. Vengono quindi lasciate tre intere giornate per le sottoscrizioni dei risparmiatori retail. Sono due le motivazioni principali per cui l’annuncio dell’emissione è arrivato così presto:

  • La prima ragione è la volontà del Dipartimento delle Finanze di voler rendere maggiormente interessanti i titoli di Stato. Vorrebbero infatti che le famiglie tornassero ad investire come in passato.
  • La seconda è che il 23 aprile scade il BTP Italia del 2014, di 20,6 miliardi, e il Tesoro punta a tornare a coinvolgere le liquidità appena liberate con una comunicazione tempestiva, data anche la chiusura delle banche per l’emergenza.

Il ministero dell’Economia, utilizzando il fisco, vorrebbe far riavvicinare gli investitori ai Buoni del Tesoro, con un “premio di fedeltà” ancora da definire, per coloro che terranno il buono fino alla scadenza. Sarà compito del MEF (Ministero delle Finanze e del Tesoro) cercare un modo per bilanciare la situazione: ne è dimostrazione il BTP Italia del novembre 2018. In quel frangente le famiglie dimostrarono di non amare il rischio, soprattutto nel clima odierno, dove le persone non ricevono certezze. È compito del Governo tutelare le famiglie anche con queste iniziative.
È da chiarire che dopo maggio sono destinati ad arrivare altri titoli in cui i piccoli investitori potranno investire, dando così credito alla strategia che il Tesoro ha ideato.

Buoni del Tesoro: aspetti positivi

In questo momento di forte crisi, dovuta all’emergenza sanitaria che ha coinvolto il mondo intero, la volatilità dei mercati è altissima. Sono delle montagne russe che non portano nessuna sicurezza all’investitore e che potrebbero far perdere del capitale. È importante quindi tutelare i propri investimenti. I Buoni del tesoro sono l’alternativa, senza dubbio migliore, poiché garantiscono un tasso fisso e sicuro. Per rendere maggiormente sicuro il proprio portafoglio, è importante comunque diversificare tra azioni e titoli.

BTP Italia: come investire oggi

Sarà possibile acquistarli anche online attraverso l’opzione del trading-online attivata sul proprio internet banking. Il collocamento avverrà sulla piattaforma MOT (il mercato telematico delle obbligazioni e titoli di Stato di Borsa Italiana) attraverso le seguenti quattro banche dealers: Unicredit, Banca IMI, Monte dei Paschi,BNP Paribas.

Coronavirus, Come Sospendere la Rata del Mutuo sulla Casa

Tra i vari provvedimenti assunti dal governo per permettere a famiglie e imprese di superare la fase più difficile degli effetti economici derivanti dalla pandemia da coronavirus, c’è anche la possibilità di chiedere la sospensione del mutuo, mediante accesso al Fondo di solidarietà per i mutui per l’acquisto della prima casa già introdotto con la l. n. 244/2007.

Cerchiamo dunque di comprendere quali sono le modalità con cui poter richiedere la sospensione del mutuo casa e quali sono i requisiti utili per poterla ottenere.