Mutuo Ristrutturazione Casa: Come Funziona, Accesso e Quali sono i Migliori

Ristrutturare la propria casa è una decisione molto importante che oltre a soddisfare le proprie legittime aspirazioni, implica la scelta di un investimento duraturo nel tempo. Di solito il passo successivo è quello di chiedere alla banca un finanziamento per far fronte ai lavori. Vediamo quali sono le più vantaggiose tipologie di mutuo messe a disposizione dagli Istituti di Credito in relazione all’intervento che si intende effettuare.

Le varie tipologie di interventi di Ristrutturazione

I lavori di Ristrutturazione si differenziano a seconda del tipo di intervento che si vuole effettuare. Per tale ragione si dividono in:

  • Manutenzione ordinaria: sono tutti gli interventi che riguardano gli edifici già esistenti ma relativi a parti limitate della casa, per ripristinare magari una funzionalità danneggiata. Sono comprese in questa categoria le opere minori che riguardano l’interno dello stabile, ma che non modificano l’aspetto esterno e la volumetria precedente. All’intero dell’edificio gli interventi possono riguardare ad esempio la riparazione o il consolidamento dei muri, della struttura portante o della copertura. Quelli all’esterno possono riguardare la manutenzione del tetto, la realizzazione di grate sui vani finestra, la riparazione degli infissi ola realizzazione di posti auto.
  • Manutenzione straordinaria: tali opere riguardano gli interventi effettuati sulla struttura e sugli elementi portanti dell’edificio.
  • Ristrutturazioni con grandi opere: tali lavori comportano cambiamenti sostanziali dell’edificio, come l’ampliamento, un cambio d’uso, la modifica dell’aspetto esterno, le variazioni di dimensione dell’edificio o addirittura la totale ricostruzione dello stabile. Anche le opere aggiuntive sono considerate delle grandi opere e necessitano dell’autorizzazione apposita; esse riguardano la costruzione di nuovi edifici annessi, l’installazione di prefabbricati o case mobili e gli interventi per la realizzazione di parcheggi non pertinenziali.

La documentazione da presentare per ottenere un mutuo

Come per la tipologia di intervento effettuato, anche la documentazione da presentare alla banca per ottenere un mutuo è diversa a seconda dei casi. Per gli interventi di manutenzione ordinaria è sufficiente presentare all’Istituto di credito il preventivo di spesa redatto dall’impresa che effettuerà i lavori,senza pagare nessuna tassa al comune e i proprietari sono i diretti responsabili del corretto svolgimento dei lavori. Per tutti gli interventi di manutenzione straordinaria, i richiedenti devono allegare,tra la documentazione da sottoporre alla banca, il preventivo di spesa, il progetto edilizio e la domanda di autorizzazione presentata al comune con annessa la denuncia di inizio attività (DIA). In caso di ristrutturazioni di grandi opere alla documentazione suddetta va aggiunta la ricevuta del versamento di un contributo pagato all’amministrazione comunale.

In sintesi i Mutui per le ristrutturazioni ordinarie richiedono la presentazione di una documentazione più snella e rapida, mentre i mutui richiesti per lavori più consistenti sono soggetti a tempistiche più lunghe, a causa del maggior numero di documenti necessari per l’ottenimento del contributo.

Mutuo Ristrutturazione

Mutuo Ristrutturazione

I migliori Mutui disponibili per le ristrutturazioni

Tra i migliori mutui disponibili sul mercato possiamo segnalare i seguenti:

Mutuo Credit Agricole Cariparma: si caratterizza per essere rivolto a persone che hanno un età massima di 75 anni alla data di scadenza del mutuo. Il Tasso di interesse praticato è fisso ed è l’IRS pubblicato sul Sole 24 ore nell’ultimo giorno lavorativo del mese precedente a quello di stipula, maggiorato di uno spread. Il suo valore va dallo 0.19% allo 0,23% a seconda della durata. Nel caso di mutuo con importo finanziato inferiore al 60% dell’immobile essi vanno dal 0,33% allo 0,39% a seconda della durata. Le spese di istruttoria ammontano a 500 euro e quelle periodiche mensili a 1,50 euro. L’imposta sostitutiva da pagare è dello 0,25% sull’ammontare dell’importo erogato in caso di prima casa e del 2% nel caso di seconda casa. L’importo massimo finanziabile è il 60% del valore della perizia dell’immobile offerto in garanzia, con una durata che varia dai 10 ai 20 anni. Come da norma di legge è richiesta anche la stipula di una polizza assicurativa per incendio e scoppio.

Banca Desio: In questo caso il mutuo può avere una durata dai 6 ai 25 anni con limite di età di 75 anni alla scadenza. Il Tasso praticato è fisso e predeterminato all’atto di stipula del contratto; esso varia dall’1,60% al 2,10% a seconda della durata stabilita nel contratto. L‘importo massimo finanziabile è il 60% del valore dell’immobile con un’ erogazione che può arrivare sino a 250.000 euro. Le spese di istruttoria sono pari allo 0,80% con un minimo di 600 euro e un massimo di 1000 euro. Il pagamento delle rate è mensile oppure trimestrale con spese di incasso rata prelevate dal conto corrente pari a 1,50 euro mensili. Il grande vantaggio di tale mutuo risiede nell’avere le spese di perizia gratuite e i tassi di interesse fissi non maggiorati da spread.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tutti i contenuti di questo sito sono solo a scopo informativo e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio oppure consulenza all’investimento in qualsiasi strumento finanziario.