Le Migliori Banche Italiane del 2018: Ecco la Classifica

Quali sono le migliori banche del 2018? Questa è la domanda di coloro che, essendone clienti, vogliono conoscere la sicurezza e gli organismi di tutela previsti, sia dai grandi gruppi che dagli istituti più piccoli, oltre, ovviamente, i costi di gestione e la possibilità di ottenere dei vantaggi. La classifica annuale viene redatta dalla Banca Centrale Europea, l’Ente Pubblico che verifica la corrispondenza dell’operato delle singole banche con le norme stabilite a livello internazionale.

Quando si stila una classifica del genere sono molti gli elementi che devono essere esaminati, quali ad esempio il tasso di affidabilità e di sicurezza dell’istituto bancario, la salute interna, la soddisfazione dei clienti e, ovviamente, l’ampliamento sui mercati. La somma di tutti questi criteri fa il rating che è un dato numerico che evidenzia la curva di crescita di ogni singola banca nel periodo considerato. Mentre in passato non si dava molta importanza a questa classifica, in quanto si tendeva a scegliere la banca di riferimento con la fiducia, a seguito di episodi spiacevoli a danno dei risparmiatori, è tendenzialmente cambiato il modo di rapportarsi. Di seguito gli istituti di credito che si sono meritati il titolo di migliori banche italiane del 2018. Se sei alla ricerca della banca in cui aprire un conto corrente online, scopri le migliori offerte delle banche online più convenienti:

Banca Progetto

Banca Progetto guida la classifica delle migliori banche del 2018 con oltre 950 punti. L’istituto bancario è controllato da BPL Holdco S.à.r.l., in seguito al recente processo di fusione con Oaktree Capital Group. Si tratta di una banca che ha due sedi, Milano e Roma, e una rete commerciale che investe tutto il territorio nazionale ed internazionale. Si tratta di una realtà dalle dimensioni ridotte che esplica notevoli potenzialità. La compagine societaria, composta da soli 908 soci, rende agevoli tutte le decisioni interne e le operazioni poste in essere.

Banca Progetto è una banca molto settoriale aperta ai privati cittadini e alle piccole e medie imprese. Propone essenzialmente tre tipi di assistenza: prodotti finanziari che prevedono la cessione del quinto, finanziamenti a medio-lungo termine per le imprese e factoring dei crediti verso la Pubblica Amministrazione. Molto interessante è la sfera consulenziale in cui il cliente viene assistito nella scelta dei prodotti finanziari più idonei per il caso concreto. Infine, Banca Progetto è una banca stabile e sicura con garanzia sugli investimenti e sulla solidità dei titoli emessi.

Banca Aletti

Con un punteggio di ben 560 Banca Aletti è la seconda della classifica del 2018. Si tratta di un istituto bancario molto antico, fondato nel 1826 come banco di cambio di Milano, città sottoposta alla dominazione asburgica. Sin dalle epoche antiche, l’intento di questa banca è sempre stato quello di rimanere vicino alle esigenze della gente, come punto di riferimento del territorio. Nell’era moderna, con l’inclusione nel Gruppo Banco Popolare, l’istituto assume un aspetto maggiormente internazionale, mediante anche l’introduzione di un efficiente servizio di home banking e di app che consentono di monitorare i propri conti correnti anche da remoto.

L’assetto societario è molto stabile e costituisce uno dei motivi del grande successo in quanto da piccola banca regionale la Banca Aletti è attualmente la più sicura ed efficiente d’Italia. I costi di gestione dei prodotti finanziari offerti e gli interessi per gli investimenti sono costanti e i clienti, intervistati sul punto, hanno manifestato una grande soddisfazione, consigliando l’istituto anche ad amici e parenti.

Banca ICCREA

La terza banca, medaglia di bronzo della classifica 2018, con un punteggio di 490 è Banca ICCREA. Tale istituto di credito, acronimo di Istituto Centrale del Credito Cooperativo, costituisce appunto la sede centrale di tutte le Banche di Credito Cooperativo presenti sul territorio nazionale. Tale banca ha ottenuto questo riconoscimento innanzitutto per il rapporto capillare e diretto con i risparmiatori, grazie alle numerose filiali sparse in ogni regione e alla politica di apertura verso i piccoli imprenditori e le aziende di ridotte dimensioni.

Interessanti sono i tassi di incremento per gli investimenti e i titoli e ampia la scelta circa le forme di deposito e di accantonamento. L’istituto tutela il risparmio e lo protegge da eventuali aggressioni del mercato proponendo solo forme di investimento sicure e poco rischiose, studiate in base alle richieste della clientela.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.