Formula 1: nel 2021 nuovo Regolamento per Nuove Auto, Regole e Tetto di Spesa

La stagione 2021 potrebbe riservare numerose sorprese agli appassionati della Formula 1. Ci saranno infatti numerosi cambiamenti sotto l’aspetto relativo al regolamento, con diverse soluzioni tecniche che potrebbero rimescolare le carte in tavola. Scopriamo insieme le novità di una categoria che Liberty Media ha intenzione di riportare ai fasti di un tempo.

Una notevole riduzione dell’aerodinamica

Tra le innovazioni che potrebbero entrare in vigore in Formula 1 a partire dalla stagione 2021, si parla di una notevole riduzione dell’aerodinamica. Quest’ultima è stata uno degli elementi in grado di fare la differenza nel corso degli ultimi anni, ma potrebbe essere ridimensionata la sua incidenza sulle performance di ciascuna vettura. Ogni monoposto dovrà essere molto più semplice, con diverse componenti condivise che vengono ampiamente mostrate già dal prototipo presentato dalla Federazione Internazionale dell’Auto.

Due sono gli obiettivi che devono essere raggiunti con un simile accorgimento. Prima di tutto, va sottolineata l’esigenza di rimuovere ogni turbolenza che oggi riguarda le vetture che devono compiere un sorpasso. Chi si trova dietro deve spesso avere a che fare con un’aria molto più sporca rispetto a chi sta davanti, con il rischio di mettere a serio repentaglio sia la funzionalità delle gomme, sia le prestazioni della macchina stessa. Il secondo motivo, come vedremo, è di natura economica.

La ricerca continua di un abbattimento dei costi

Al tempo stesso, le regole del 2021 saranno improntate ad un sostanziale abbattimento dei costi. Tutte le scuderie dovranno andare incontro a spese nettamente migliori rispetto a quelle attuali. Una misura che sarà introdotta per consentire anche ai team più piccoli di poter competere con i colossi del motorismo, unita ad un freno evidente alla ricerca di uno sviluppo infinito di ciascuna vettura. Ogni squadra può spendere fino ad un massimo di 175 milioni di dollari, con la chance di vedere gare molto più equilibrate. Interessante sembra anche il discorso relativo alla ridistribuzione dei premi in denaro, che saranno attribuiti in misura minore ai team vincenti e maggiore a quelli al di sotto del podio.

Altre novità tecniche per una maggiore competitività

Liberty Media non nasconde il proprio obiettivo di consentire ad una quantità superiore di scuderie di lottare per la vittoria in ogni singolo Gran Premio. In questo ambito, oltre agli aspetti aerodinamici, va tenuta d’occhio la scelta di proporre monoposto più pesanti e semplici. Le loro prestazioni medie dovrebbero essere inferiori di tre secondi al giro rispetto a quelle attuali, con un conseguente incremento dei sorpassi dovuto proprio alla riduzione dell’incidenza aerodinamica.

Formula 1

Tali soluzioni hanno già ricevuto il consenso da parte dei team. Anche la Ferrari ha scelto di essere a favore di simili decisioni, dopo un iniziale scetticismo dovuto all’obbligo di utilizzare troppi materiali standard. Questo elemento riguarderà solo pezzi dall’importanza trascurabile. Verrà utilizzato ancora il motore ibrido, la cui power unit comporta una spesa molto elevata e la cui eliminazione avrebbe causato grossi danni economici ai grandi costruttori, Ferrari compresa.

Un calendario tutto nuovo

Altre novità della Formula 1 2021 riguarderanno il calendario, che sarà ancora più compresso. Si parla addirittura di 25 Gran Premi, con autentici tour de force che coinvolgeranno le varie squadre. Il week-end inizierà dal venerdì e non più dal giovedì con l’ormai classica conferenza stampa pre-gara, seguita nello stesso giorno dalle prime e seconde prove libere. La terza sessione si terrà la mattinata del sabato, quindi si entrerà in regime di parco chiuso e la vettura non potrà essere più modificata fino alla gara. A tutto ciò bisogna aggiungere che i team sono obbligati a far provare un giovane pilota con meno di due Gran Premi d’esperienza per almeno due sessioni di prove libere all’anno.

Nel complesso, la stagione 2021 sarà davvero ricca di sorprese, alcune delle quali fanno ancora storcere il naso. La Formula 1 potrebbe somigliare sempre più alla Formula E riservata alle vetture elettriche, sperando che i Gran Premi possano essere all’insegna dello spettacolo e del totale equilibrio. Di sicuro ci sarà da divertirsi, con maggiori probabilità di una posizione in vetta anche per quelli che non si definiscono propriamente come top team.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tutti i contenuti di questo sito sono solo a scopo informativo e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio oppure consulenza all’investimento in qualsiasi strumento finanziario.