Categoria: Economia

Lettera Motivazione Erasmus: come Scriverla, Consigli e Suggerimenti

La maggior parte delle università straniere richiede una spiegazione dei motivi che portano lo studente a richiedere l’ammissione ad una particolare scuola. Il candidato deve mostrare un reale interesse nel perseguire l’istruzione superiore, oltre ad una genuina aspirazione ad entrare in una particolare università. Le lettere di motivazione sono considerate di grande importanza perché in esse il candidato ha l’opportunità di farsi conoscere brevemente e di mettere in evidenza gli aspetti più importanti della sua carriera, sia formativa che professionale.

Uno dei requisiti essenziali per tutti gli studenti che richiedono una borsa di mobilità europea consiste nel saper scrivere una lettera di motivazione Erasmus. Lo scopo di questa scrittura è, oltre a parlare un po’ degli studi e delle aspirazioni precedenti, di spiegare le ragioni che portano a voler studiare all’estero. Quest’ultimo punto dovrebbe includere tanto quanto ci si aspetta che sia stato appreso o raggiunto nel paese in cui si è scelto di studiare, specificando sempre le ragioni di ciascuna decisione o idea. Nella guida a seguire sanno illustrati nel dettaglio i consigli e i suggerimenti su come scrivere una lettera di motivazione Erasmus.

Asta Senza Incanto: Come Funziona, Quanto Offrire e Differenze Rispetto all’Asta con Incanto

Al giorno d’oggi acquistare un’immobile attraverso un’asta giudiziaria è sempre più frequente, specialmente per le possibilità di risparmio ed i vantaggi correlati che spesso consentono a chi avanza delle offerte di effettuare dei veri e propri affari. Le aste senza incanto rientrano nell’ambito delle aste giudiziarie e precedono quelle con incanto che, generalmente, succedono le prime e vengono effettuate quando non si sono ottenuti i risultati sperati. Scopriamo insieme come funzionano e quali sono le differenze tra le aste senza incanto e quelle con incanto:

Aste senza incanto: come funzionano

Le aste senza incanto prevedono la possibilità di avanzare delle offerte in busta chiusa per tutti gli offerenti, i quali per partecipare devono necessariamente versare una cauzione in grado di coprire le spese di procedura e di una somma pari al 10% del valore di base dell’asta stessa. Ogni soggetto interessato dovrà presentare la propria offerta in carta bollata, la quale dovrà essere necessariamente superiore al valore minimo stabilito per l’immobile in vendita.

Home Staging: Cos’è, Significato, Costi e Come Funziona l’Home Staging

Negli ultimi anni all’interno del settore immobiliare si è sentito sempre più parlare di home staging, ma che cos’è realmente e come funziona? Scopriamolo insieme

Home Staging: cos’è

L’Home Staging è uno strumento utilizzato da chi progetta di vendere un immobile per valorizzarlo al meglio ed aumentare così le probabilità che venga acquistato. Si tratta di una vera e propria “messa in scena” attuata dal proprietario al fine di colpire i potenziali acquirenti spingendoli all’acquisto e ad una valutazione positiva dell’immobile. Ampiamente diffuso in America e successivamente anche nel resto del mondo, questa tecnica prevede in realtà delle fasi ben precise e potrebbe, in alcuni casi, necessitare dell’aiuto di una figura esperta (l’Home Stager) incaricata di guidare i proprietari e di supportarli attraverso le singole fasi per aiutarli a raggiungere i propri obiettivi di vendita. Vediamo insieme nello specifico in cosa consiste l’Home Staging.

Asta Giudiziara: Consigli e Strategie per Acquistare Immobili alle Aste Giudiziare

Le esecuzioni immobiliari rappresentano ad oggi un vero e proprio settore in costante crescita in grado di includere qualsiasi tipo di soggetto immobiliare: ville, appartamenti, loft e case indipendenti possono infatti essere tranquillamente acquistate attraverso la partecipazione ad un’asta giudiziaria seguendo un iter specifico a seconda della tipologia. In questo articolo spiegheremo quali sono le regole per partecipare ed una serie di consigli utili sul come acquistare immobili servendosi delle aste giudiziarie.

Aste senza incanto ed aste con incanto: come procedere

Le modalità di partecipazione ad un’asta giudiziaria dipendono dalla tipologia dell’asta stessa; un’asta senza incanto infatti prevede la presentazione in busta chiusa e in carta bollata della proposta d’acquisto da parte di un’offerente che dovrà necessariamente essere superiore al valore minimo indicato ed includere una somma di copertura delle procedure pari al 10% del valore indicato.

Rendite Passive e Rendite Automatiche: Cosa Sono, Tipologie, Esempi e Come si Ottengono

Poter guadagnare denaro senza spendere direttamente energie o tempo è un po’ sogno di tutti e se fino a qualche anno fa per raggiungere tale obiettivo bisognava investire grosse quantità di capitale, adesso grazie a internet è molto più sempliceredditizio. Di seguito andremo ad analizzare quali sono le principali caratteristiche e le varie tipologie delle cosiddette rendite passive o rendite automatiche che permettono di guadagnare pur non lavorando direttamente.

Cos’è una Rendita Passiva?

Si definisce rendita passiva qualsiasi entrata di tipo econonico che una persona riceve indipendentemente dal tempo e/o dalle energie investite in maniera diretta. Negli ultimi anni con l’avvento di nuove tecnologie e dell’uso su vasta scala del web, questa strategia di rendita ha trovato nella gente sempre più interesse e approvazione. C’è da dire che anche in questo caso nulla ti viene regalato, servono infatti costanza e dedizione per poter raggiungere dei risultati ottimali e che possano garantire dei guadagni vantaggiosi e duraturi. 

Comprare Casa: Regole, Consigli, Errori da Evitare, la Guida Completa all’Acquisto della Casa

L’acquisto di una casa rappresenta uno degli investimenti più importanti nella vita di moltissimi italiani, per i quali la cultura della proprietà è più che radicata e che spesso sono alla costante ricerca di annunci e proposte il più vantaggiose possibile. In questo particolare momento sembra infatti, essersi concluso un periodo non particolarmente proficuo per il mercato immobiliare e per molte persone sembra essere arrivato il momento adatto per procedere con l’acquisto della prima casa.

Tuttavia anche in questo caso non mancano le regole da seguire ma soprattutto gli errori da evitare per essere sicuri di compiere le scelte migliori e più adatte a noi; in questo articolo vi aiuteremo stilando una guida completa all’acquisto della propria casa con le relative accortezze per non commettere sbagli o scelte affrettate.

Come Cambiare Vita Senza Soldi: Suggerimenti e Consigli

Cambiare vita rappresenta certamente l’obiettivo di molti e, in particolare, quando si desidera farlo senza soldi, sembra quasi un sogno irrealizzabile. Con impegno e sacrificio tutto si può ottenere, basta tenere presente che le cose non avvengono immediatamente ma occorrono i tempi giusti. Con pochi e semplici suggerimenti si può giungere ad una svolta epocale con un drastico stravolgimento della routine quotidiana.

Cambiare atteggiamento nei confronti della vita

Il primo passo da compiere per modificare la vita è quello di cambiare il proprio atteggiamento, scegliendo un approccio più aperto e scanzonato nei confronti degli eventi che giornalmente ciascuno si trova ad affrontare.

Crisi del Pagamento delle Rate dell’Auto negli USA: 7 Milioni di Americani hanno smesso di pagare le rate dell’auto

Nello scenario di un’economia come quella statunitense con un prodotto interno lordo in costante crescita ad un tasso prossimo al 4% e un livello di disoccupazione ai minimi storici, la notizia di una crisi così diffusa nel pagamento delle rate dell’auto giunge come un fulmine a ciel sereno e non può che fare notizia. È infatti immediato il richiamo alla crisi dei mutui subprime del 2008 che innescò quella recessione globale da cui molti paesi, tra cui il nostro, ancora stentano a riprendersi.

Una domanda inevitabilmente sorge spontanea: si tratta di un dato isolato e trascurabile o un preoccupante segnale che dietro alla facciata della fiducia ostentata da tutti, qualcosa si sta incrinando? Come spesso accade, la realtà se ne sta nel mezzo. In questo articolo proveremo a comprendere le cause che si nascondono dietro al fenomeno, qualcosa che va ben oltre qualche milione di cattivi pagatori.

Come Comprare Casa Senza Soldi: Strategie e Medoti per Acquistare Immobili Senza Soldi come Investimento

Quando si decide di acquistare una casa è necessario ovviamente, un capitale iniziale. Spesso però, questo non è disponibile. Quindi ti chiedi come fare, soprattutto quando vuoi investire in immobili per trarre un futuro guadagno e la prima casa ce l’hai già.

L’investimento immobiliare negli anni si è sempre rivelato redditizio dal punto di vista personale ma anche professionale. Sono molte le persone che scelgono la strada del trading immobiliare per professione e altri per passione. Molto utile è capire come iniziare questo tipo di attività per iniziare a guadagnare con gli immobili senza alcun capitale.

Riscatto Laurea 2019: Calcolo Importo INPS, Come Presentare Domanda e Convenienza

Negli ultimi tempi si parla molto del decreto che ha introdotto il reddito di cittadinanza e la quota 100. Come avrai compreso, sono degli strumenti con cui lo Stato Italiano sta cercando di mettere in moto l’economia. Nel primo caso dando la possibilità di un reddito da spendere ai soggetti che non hanno occupazione.

Con la quota 100 invece si cerca di facilitare il raggiungimento della quota pensionistica da parte dei lavoratori. Nel medesimo decreto è stato aggiunto anche un novità riguardante il riscatto della laurea 2019. Grazie ad esso ti sarà possibile a fini retributivi aggiungere gli anni che hai impiegato per poter acquisire il tuo titolo. Ma come funziona il calcolo INPS? Quali sono i parametri per presentare la domanda? Di seguito andremo ad analizzare i singoli aspetti che ti permetteranno di valutare se possa essere conveniente per te il riscatto laurea agevolato.

Spid per il Reddito di Cittadinanza: Come Funziona e Come Richiedere lo SPID

Come recentemente annunciato dal governo, a partire del 6 marzo 2019 sarà possibile inoltrare la richiesta per ottenere entro fine aprile il primo accredito del tanto atteso Reddito di Cittadinanza e già si prevedono CAF e uffici postali congestionati dal gran numero di domande. Attraverso SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, potrai gestire comodamente da casa tua le pratiche per la richiesta e accedere al reddito in pochi semplici passaggi riducendo al minimo le attese. Ecco come attivarlo:

SPID per il RdC: cos’è e come funziona

Approvato nella Legge di Bilancio 2019, il Reddito di Cittadinanza è la principale misura messa in campo dal governo per contrastare povertà e disoccupazione. Hanno diritto al sussidio tutti i cittadini italiani e stranieri residenti in Italia, disoccupati o con reddito inferiore alla soglia di povertà, in possesso dei requisiti descritti nel dettaglio sul sito ufficiale www.redditodicittadinanza.gov.it.

ISEE 2019: Come Ottenerlo, Documenti Necessari, Scadenza Modello

Come probabilmente saprai il modello ISEE è il mezzo tramite il quale in base al valore annuale dichiarato puoi accedere a determinate agevolazioni o sussidi che lo Stato garantisce a chi ha un livello reddituale e patrimoniale inferiore a determinati valori. A partire dal 15 gennaio 2019 è scattato l’obbligo di presentare la “Dichiarazione Sostitutiva Unica” nota con l’acronimo DSU, si tratta di un’autodichiarazione preventiva e che anticipa il modello ISEE 2019 al fine di accedere ai nuovi bonus e sussidi previsti e per cui è necessario presentare domanda entro il mese di marzo 2019 come il reddito o pensione di cittadinanza.
Tale autodichiarazione va, poi, integrata con il nuovo modello ISEE 2019, come ottenerlo, quali documenti presentare e scadenze sono qui di seguito illustrate, una guida facile da consultare per dare una risposta alle tue domande.

Come si Ottiene

Sicuramente ti chiederai come fare ad ottenere il nuovo modello ISEE 2019, ebbene la domanda va presentata come usualmente sei abituato recandoti ad un Caf, al Comune, all’Ente che eroga il servizio richiesto, girando la documentazione al tuo commercialista di fiducia o presso il servizio online dell’INPS comodamente da casa. La presentazione online è semplice basta accedere all’area servizi dedicata per la richiesta dei modelli ISEE 2019 nel portale dell’INPS, inserisci i tuoi dati e con un semplice click hai risolto il problema, unico requisito per accedere al servizio online è necessario che tu sia in possesso del Pin o Spid personale. Il modello ISEE dalla data di presentazione della domanda ti verrà consegnato entro un termine massimo di 15 giorni.

Bonus Bebè 2019 INPS: cos’è, Requisiti ISEE, Come ottenerlo, Modulo

L’Italia è tra gli stati membri della Comunità Europea con il più basso indice di natalità. Secondo le stime Eurostat del 2016 nel nostro paese si è avuto un netto arresto delle nascite. Per incentivare non solo la creazione di nuove famiglie, ma anche quella di figli, lo Stato italiano anche nel 2019 ha confermato una serie di agevolazioni e bonus. L’esempio è quello del rinnovo del Bonus Bebè 2019 INPS previsto nella nuova legge di bilancio. Comprendere cos’è e in cosa consiste questo contributo statale ti potrebbe essere utile nel momento in cui stai valutando di ampliare la tua famiglia o sei in attesa del primo o secondo figlio. Di seguito andremo ad analizzare alcuni aspetti che potranno chiarire l’importanza dell’assegno di natalità e quali devono essere i passi per permetterti di ottenerlo.

Cos’è l’assegno di natalità

Il Bonus Bebè 2019 INPS o anche definito assegno di natalità è un incentivo che viene erogato dallo Stato attraverso l’INPS a tutte le famiglie che vedono arrivare un figlio dal 1° gennaio 2019. Si applica sia nel caso di un secondo o terzo fbambino, sia per quanto riguarda l’adozione. In sostanza è un assegno che ti viene concesso come contributo se il tuo nucleo familiare rispecchia determinati requisiti. Grazie ad esso quindi potrai ricevere una somma tra le 80 e le 160 euro per il nuovo nato. Rispetto all’anno precedente il Bonus Bebè 2019 INPS prevede una riduzione a un anno del contributo rispetto ai tre anni previsti precedentemente. Inoltre è stato aumentata la percentuale del contributo per ogni figlio successivo al primo del 20%.

Ecobonus Auto 2019: Come Funziona, Elenco Auto Compatibili, Quanto Spetta Con e Senza Rottamazione

Nella manovra di bilancio del governo gialloverde sono stati introdotti numerosi cambiamenti, una buona parte dei quali è appositamente rivolta al settore automobilistico. A favore di una riduzione delle emissioni provocate dalla circolazione dei veicoli infatti, l’attuale governo ha introdotto una misura particolare d’incentivazione all’utilizzo di veicoli capaci di produrre emissioni di anidride carbonica inferiori ad un certo livello, precisamente meno di 70 g/Km di Co2.

La misura introdotta prenderà il nome di ecobonus auto ed entrerà ufficialmente in vigore dal primo marzo 2019; in questo articolo vi spiegheremo tutto quello che c’è da sapere sull’ecobonus auto, le auto compatibili e quanto spetta ad ogni cittadino sia in caso di rottamazione che non.

Maternità Facoltativa: Cos’è, a Chi Spetta, Quanto Dura e Quanto si Percepisce

La maternità facoltativa rientra tra le forme di astensione dal lavoro a cui hai diritto in occasione della nascita o dell’adozione di un figlio, se sei una lavoratrice o un lavoratore. 

Beneficiano dei diritto le lavoratrici e i lavoratori titolari di un rapporto di lavoro dipendente. In forma minore, ne beneficiano anche le lavoratrici e i lavoratori agricoli, subordinati alla prestazione di 51 giornate di lavoro agricolo nell’anno che ha preceduto la nascita del figlio, le lavoratrici iscritte alla gestione separata, purché registrino almeno 3 mesi di contribuzione nei 12 mesi che vengono considerati come riferimento per calcolare l’assegno di maternità, le lavoratrici autonome, a cui spettano 3 mesi di maternità facoltativa nel periodo fino al compimento del primo anno di età del figlio.

La maternità facoltativa spetta anche ai padri

Il congedo parentale, termine che identifica la maternità facoltativa, viene esteso dal legislatore ai padri, mentre maternità anticipata e obbligatoria tutelano esclusivamente le madri. Potrai quindi condividere con il tuo partner se e chi di voi si asterrà dal lavoro accedendo all’istituto della maternità facoltativa. La scelta sull’astensione facoltativa si fonda normalmente su presupposti retributivi. Considerato che l’importo dell’assegno che corrisponde al congedo parentale è pari tra madre e padre, a parità di condizioni sarà probabile che si astenga dal lavoro chi, tra il tuo partner e te, percepisce una retribuzione inferiore.

Anche il padre si può quindi astenere dal lavoro, per un periodo fino a sei mesi. Questo periodo può raggiungere i sei mesi dalla nascita del figlio se il padre non va a lavoro per un periodo continuativo o frazionato non inferiore ai sei mesi. Nel caso sia tu che il tuo partner vi assentiate dal lavoro per maternità facoltativa, la somma dei periodi di congedo non potrà superare gli 11 mesi. Se sei un genitore “single” puoi astenerti per un periodo massimo, frazionato o meno, di 120 mesi. Per genitore “solo” si intende chi abbia perso il partner o chi ha l’affidamento esclusivo del figlio.

Il periodo di maternità facoltativa

Il congedo parentale può durare fino a 6 mesi e ne puoi usufruire fino a quando tuo figlio non avrà compiuto i 12 anni di età. La fruizione del periodo di maternità facoltativa può essere continuativa o frazionata in mesi, giorni e ore. La norma si applica ai genitori naturali e ai genitori adottivi. Nel caso tu abbia adottato il bambino, i limiti di età faranno riferimento alla data di adozione e affidamento e non alla data di nascita.

La richiesta di maternità facoltativa

Come la maggior parte delle istanze verso l’INPS, puoi richiedere il congedo parentale può essere inoltrata all’INPS in modalità telematica. L’accesso ai servizi della piattaforma INPS può avvenire solo se disponi del codice pin rilasciato dall’Istituto. In alternativa potrasi formulare la domanda attraverso il contact center INPS che risponde a numeri telefonici gratuiti da rete fissa e a pagamento da rete mobile. I patronati offrono servizi di compilazione e trasmissione delle domande di maternità facoltativa per tuo conto.

Occorre ricordare che dovrai inoltrare la domanda di congedo parentale prima dell’effettivo inizio del periodo di astensione dal lavoro. Qualora la comunicazione avvenga in ritardo, usufruirai del trattamento economico solo per i giorni che decorrono dal momento della ricezione in INPS della domanda.

Quale retribuzione durante la maternità facoltativa

Il congedo parentale prevede due livelli di retribuzione, che variano a seconda dell’età del bambino durante il periodo di assenza dal lavoro. 
Entro i primi 6 anni di vita del bambino e al massimo per 6 mesi avrai diritto ad una retribuzione giornaliera pari al 30% di quanto percepisci in media, assumendo come base la retribuzione del mese precedente a quello di inizio del congedo.

Se il tuo bambino ha un’età che va dai 6 anni e un giorno fino agli 8 anni, i periodi di maternità facoltativa saranno retribuiti solo in caso di disagio economico. Avrai diritto all’indennità solo se il tuo reddito individuale non raggiunge il limite di 2,5 volte il trattamento di pensione minima. In casi diversi dalle condizioni di disagio economico, se tuo figlio ha superato i 6 anni, e in ogni caso per le età superiori agli 8 anni, non percepirai alcuna retribuzione ma potrai assentarti dal lavoro per i periodi consentiti.

Tasso Ufficiale di Sconto: Cos’è e Come Funziona il Tasso di Riferimento

Il tasso ufficiale di sconto è un fattore finanziario che viene utilizzato in generale, per determinare il valore del denaro nel tempo e, in particolare, per calcolare il valore corrente di un capitale futuro o per valutare i progetti di investimento. Il tasso ufficiale di sconto è l’inverso del tasso di interesse , che serve ad aumentare il valore (o aggiungere interessi) nel denaro attuale. Il tasso di sconto, d’altra parte, sottrae valore dal denaro futuro quando viene trasferito al presente, tranne se il tasso di sconto è negativo, il che significa che vale più denaro futuro di quello attuale. Il tasso di interesse viene utilizzato per ottenere l’aumento di un importo originario, mentre il tasso di sconto viene sottratto da un importo che si prevede di ottenere un importo nel presente. Tranne in casi eccezionali, il tasso di sconto è positivo

Come scegliere il tasso ufficiale di sconto

La scelta del tasso di sconto ufficiale da parte delle banche centrali è vitale per la politica monetaria dei paesi, così come è molto utile per prendere decisioni di investimento. Principalmente perché consente, attraverso il calcolo del valore attuale netto di un investimento e di vedere se un progetto è redditizio o meno, dato che tiene conto della somma dei flussi di cassa di un investimento applicato ad un tasso di sconto. Viene anche utilizzato per molti altri criteri di valutazione degli investimenti, come il rimborso attualizzato.

Cambiare Residenza per Avere il Reddito di Cittadinanza: Come Farlo, Perchè si ottiene il Reddito

Ebbene il fatidico momento sta arrivando, quello che aspettavano da tempo moltissimi cittadini italiani, soprattutto del sud Italia. Le domande per il reddito di cittadinanza possono essere presentate, con tre differenti modalità, a partire dal 6 marzo e lo stesso verrà erogato, su un’apposita prepagata di Poste Italiane, a partire dall’1 aprile.

I requisiti però per accedere al reddito d’inclusione, che vedremo tra poco, sono però particolarmente stringenti e sono molti coloro che soprattutto nelle ultime ore cercano di aggirarli attraverso un cambio di residenza
Prima di vedere come si fa a cambiare residenza vediamo i requisiti richiesti per la concessione del reddito di cittadinanza e perché, in alcuni casi, è indispensabile il cambio di residenza per poter accedere a questo beneficio.

Quanto Guadagna Fabio Fazio a Che Tempo che Fa: Stipendio Netto e Reddito

Di frequente si pone il problema dei compensi stratosferici dei politici e dell’enorme divario economico che esiste tra questi e i comuni mortali, che spesso stentano ad arrivare a fine mese. Eppure, non si capisce il perché invece non si presti la stessa attenzione ai redditi di coloro che lavorano in Rai, la televisione pubblica finanziata dai contribuenti con il pagamento del canone.

Tra i conduttori più retribuiti della Rai c’è sicuramente Fabio Fazio, che al timone di Che tempo che fa sembra percepire un compenso da capogiro e che ha fatto discutere non poco. Prima di cercare di capire la polemica che si è sollevata, anche tra i politici e il botta e risposta tra il noto conduttore e il leader pentastellato Luigi Di Maio, vediamo quanto guadagna Fabio Fazio a Che tempo che fa.

Manuale per il Reddito di Cittadinanza INPS Download e Scaricamento

Quello che sembrava una mera promessa sta diventando concretamente possibile, tra pochi giorni ovvero per la precisione il 6 marzo 2019 potrai presentare la tua domanda per il Reddito di cittadinanza. Indicato con l’acrononimo “Rdc” è un’assistenza che lo Stato ti garantisce nel caso in cui tu sia senza un sostegno economico e privo di lavoro e tu non abbia i mezzi per poter vivere dignitosamente in attesa di essere rimpiegato nel “mondo del lavoro”.

In merito a se tu abbia o meno i requisiti per accedere al Reddito di cittadinanza tv, radio e quotidiani hanno fornito tantissime informazioni, tuttavia, in questo puzzle di notizie l’Inps ha pensato bene di creare una piccola guida totalmente gratuita, dove riunire in un unico testo tutte le informazioni necessarie sulle procedure e modalità di accesso al Reddito di cittadinanza. Qui di seguito per te una sintesi dei principali dettagli.

Requisiti per il Reddito di Cittadinanza 2019: Ecco Quali sono per Accedere al RdC

Se sei momentaneamente senza lavoro o in difficoltà economica, il reddito di cittadinanza è sicuramente un ottimo aiuto per le famiglie italiane e per tutti gli uomini o le donne che attualmente non hanno un impiego fisso o delle entrate mensili davvero irrisorie per poter vivere dignitosamente. In questo articolo potrai fare chiarezza sui requisiti indispensabili e sulle modalità di richiesta

Reddito di cittadinanza: cos’è?

Il reddito di cittadinanza è una cosiddetta “misura politica attiva del lavoro e di contrasto a tutte le forme di povertà, disuguaglianza ed esclusione sociale”. Si tratta, infatti, di un sostegno economico per le famiglie italiane associato ad un percorso di reinserimento lavorativo e/o sociale che gli interessati devono sottoscrivere assieme ad un Patto per il lavoro o Patto per l’esclusione sociale. A partire dal 9 Marzo 2019, secondo quanto previsto dal D.L. 4/2019, sarà possibile richiederlo e chi godrà dei diritti e dei requisiti necessari, ne beneficerà immediatamente. 

Reddito di Cittadinanza Portale e Sito Web Ufficiale del Governo

Il Reddito di Cittadinzanza, insieme all’inserimento della cosiddetta Quota 100, rappresenta sicuramente il punto cardine del patto programmatico targato M5S-LEGA. In questo articolo ci soffermeremo sui punti cardine del Reddito di Cittadinanza, sui requisiti per richiederlo e conseguenti modalità di richiesta tramite il sito web ufficiale.

Reddito di Cittadinanza: cos’è?

Il Reddito di Cittadinanza è stato inteso come una misura contro la povertà e consiste nell’erogazione di un contributo pari, generalmente, a 780 Euro, ovvero alla soglia base al di sotto della quale si parla di povertà secondo l’ISTAT.

Aliexpress Come Funziona e Come Acquistare dall’Italia: Sicuro e Affidabile

Aliexpress è un negozio online che riunisce piccole imprese cinesi che si occupano di offrire ad un mercato internazionale prodotti a basso costo. Si tratta di una sorta di Amazon, è possibile trovare ogni cosa. L’e-commerce cinese è disponibile anche in italiano ed è sicuro e accetta molteplici carte e pagamenti online.

Aliexpress: come acquistare dall’Italia

Aliexpress è parte del colosso Alibaba e vende un numero particolarmente elevato di prodotti: tecnologia, abiti, cosmetica, accessori. I prezzi sono molto competitivi e molto spesso sono disponibili sconti. Le spedizioni superiori ai 22 euro prevedono un’imposta aggiuntiva del 30%. Il sito web indica come tempi di spedizione 15/30 giorni ma è meglio considerare la possibilità che i prodotti arrivino in 60 giorni. Per avere dei coupon è opportuno fare affidamento al sito ufficiale coupon.aliexpress.com e non da siti terzi, potrebbero essere truffe. Selezionare la valuta in euro in fase di acquisto (in alto a destra) scegliere poi il prodotto e selezionare quello che si vuole acquistare. Il sito funziona in modo semplice, come un comune e-commerce. Per i metodi di pagamento sarebbe meglio evitare l’utilizzo di carte, bensì prediligere metodi come paypal e alipay che offrono la possibilità di avere un’assicurazione sulla vendita ed ottenere un rimborso in caso di problemi. 

DoveQuando: come funziona il servizio per rintracciare una raccomandata di Poste Italiane

DoveQuando è il servizio di Poste Italiane che permette ai cittadini di ricercare online, grazie ad un codice, le spedizioni, i pacchi e le raccomandate. Tracciare quanto spedito e quanto inviato è molto importante, soprattutto se è possibile farlo comodamente da casa con un servizio gratuito e facile da usare.

Come funziona il servizio di Poste Italiane

Per tracciare un pacco o una raccomandata dovete accedere al sito di Poste Italiane e alla sezione DoveQuando. Non tutte le spedizioni sono tracciabili. Avete bisogno del numero di tracking della spedizione da inserire nell’apposito campo – Cerca Spedizioni. Potete rintracciare le raccomandate, pacco ordinario, pacco celere e le spedizioni SDA. Il monitoraggio è facile e veloce, una volta inserito il codice nel modulo, si apre la pagina di ricerca che vi fornisce tutti i dettagli sulla spedizione e nello specifico da dove è partita, dove è diretta e dove sta transitando. Questo vi permette di sapere in ogni momento di sapere dove si trova la vostra spedizione, potete inoltre inserire il numero di telefono per essere sempre aggiornati anche sull’eventuale consegna. Sotto il tracking sono riportate le leggende di tutti gli stati possibili. Se non visualizzare nelle prime ore alcun informazione è normale, un collo potrebbe essere tracciabile solo dopo 24/48 ore dalla spedizione.

Aliquote e Scaglioni IRPEF 2019: Cos’è e Quali Sono, tutte le Novità

La Legge di Bilancio 2019 ha conservato le aliquote IRPEF applicate nell’anno precedente. Infatti la flat tax verrà adottata soltanto successivamente, a eccezione dei titolari di partita IVA in regime forfettario. Come imposta diretta, progressiva e personale per i pensionati, i lavoratori dipendenti e i titolari di partita IVA che adottano la modalità ordinaria, l’IRPEF viene determinata tenendo in considerazione il reddito di ciascun contribuente. Sono previsti cinque scaglioni di reddito corrispondenti a cinque aliquote dal 23% al 43%.

Come Pagare Meno Tasse Legalmente: il Corso di Escapologia Fiscale

Le tasse sono uno degli aspetti più dolenti per i cittadini Italiani onesti. Come pagare meno tasse è forse una domanda che ti poni insieme a gran parte degli imprenditori e dei liberi professionisti soprattutto all’avvicinarsi delle scadenze fiscali. L’Italia è tra i paesi che hanno un regime fiscale più rigido, con un carico economico sui cittadini tra i più alti in Europa. Riuscire a trovare un mezzo che possa essere legale al fine di poter pagare il giusto carico fiscale in modo onesto può essere qualcosa che rende i tuoi sogni leggermente più tranquilli.

Il corso di Escapologia Fiscale nasce e si sviluppa per raggiungere questo fine. Grazie ad esso ti sarà possibile trovare delle soluzioni al fine di pagare meno tasse. È importante considerare che non stiamo parlando di evasione fiscale. A volte il concetto di riduzione delle tasse viene confuso con quello illegale di non pagarle. La tassazione è dovuta per legge e grazie ad essa lo stato può garantire una serie di servizi molto utili al cittadino. Ma poter ridurre le tasse è un tuo diritto e una pratica legale giusta. Ma in cosa può esserti utile l’Escapologia Fiscale?

Pensioni Quota 100: Come Presentare la Domanda per l’anticipo della Pensione

Con la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale il 28 gennaio 2019 e le precisazioni dell’INPS con la comunicazione numero 395 del giorno successivo, la tanto attesa quota 100 entra finalmente nella fase operativa. A questo punto dopo averne tanto sentito parlare si può prendere la calcolatrice e fare i conti per poi procedere a presentare la domanda. I requisiti richiesti sono molto semplici e intuitivi e in autonomia o con l’aiuto di uno dei servizi offerti dall’INPS è possibile procedere a presentare la domanda.

Attenzione ai requisiti minimi

Cominciamo con vedere quali sono i requisiti minimi indispensabili per poter presentare la domanda. Come molti sapranno ci sono due tipi di requisiti, uno anagrafico e l’altro contributivo. Bisogna infatti aver compiuto almeno 62 anni di età e aver versato almeno contributi per almeno 38 anni. Ecco perché questa opzione è chiamata quota 100.

Moneta Coloniale Francese: Cos’è, a Cosa Serve e Perchè viene Utilizzata

Secondo Alessandro Di Battista, celebre ed influente voce del Movimento Cinque Stelle, il franco CFA sarebbe da annoverare tra le cause principali della crescente immigrazione che, ormai da qualche anno, affigge non soltanto le frontiere marittime italiane. Ma in cosa consiste? In seguito una descrizione a proposito.

Definizione

Pur dovendo doverosamente fare le dovute proporzioni, cosa buona e giusta sarebbe in apertura fare un raffronto. Il confronto in questione metterebbe in contrapposizione il nostro Euro con il franco CFA che ci si accingerò a descrivere. Se è vero infatti che, ormai nel lontano 2002, il continente europeo nella quasi sua totalità è riuscito a raggiungere l’unità monetaria tramite codesta valuta, è altrettanto vero che il franco CFA ha analogamente assolto a tale compito, con una giurisdizione che racchiude i confini di una moltitudine di nazioni africane.

Iscrizione Camera di Commercio: Costi, a Cosa Serve e Come Ottenere il Certificato di Iscrizione

L’iscrizione alla Camera di Commercio è un obbligo legale annesso al requisito di iscrizione al Registro delle Imprese che ricade su ogni azienda. La procedura di iscrizione è unica e ha un costo complessivo tra i 250 e i 300 euro. Il rilascio del Certificato d’Iscrizione avviene a domanda ed è immediato.

Chi ha l’obbligo di Iscrizione alla Camera di Commercio

Se decidi di avviare un’attività d’impresa hai l’obbligo di iscrivere la tua nuova iniziativa alla Camera di Commercio che ha competenza provinciale rispetto alla sede legale decisa per la nuova attività.

Ogni impresa collettiva o individuale che svolga attività di trasporto, bancaria, assicurativa, industriale e mercantile, ha l’obbligo di iscriversi alla Camera di Commercio. Tra i soggetti obbligati rientrano le cooperative e gli enti pubblici che esercitano attività commerciale.

La Comunicazione Unica e la ricezione del Certificato

Quando si richiede la partita IVA viene contestualmente inoltrata una comunicazione alla Camera di Commercio che procederà in automatico ad iscrivere la tua nuova azienda al Registro delle Imprese. Queste comunicazioni avvengono oggi esclusivamente in via telematica, attraverso la cosiddetta Comunicazione Unica.

La procedura telematica può essere eseguita attraverso un software che puoi scaricare gratuitamente dal portale di “Comunica Impresa”. Per iscriverti avrai bisogno di una firma digitale personale e di un indirizzo di posta certificata PEC. Entro cinque giorni dall’invio della domanda, la Camera di Commercio comunicherà l’avvenuta iscrizione all’indirizzo PEC dell’utente e rilascerà il Certificato di Iscrizione alla Camera di Commercio.

Costo di iscrizione alla Camera di Commercio

Il costo dell’Iscrizione alla Camera di Commercio e al Registro delle Imprese coincide con il costo della Comunicazione Unica e potrà avere un valore massimo tra 250 e 300 euro. Il costo comprende il diritto camerale annuale, i diritti di segreteria, i bolli, il costo della PEC, il costo della firma digitale e il costo di un professionista che svolga la pratica, nel caso tu non abbia modo di affrontare autonomamente la pratica.

Il diritto camerale annuale è il tributo che ogni soggetto iscritto al Registro delle Imprese dovrà corrispondere alla Camera di Commercio all’atto dell’iscrizione e ogni anno successivo, finché sarà iscritto.
Il costo del diritto camerale annuale varia a seconda della natura del soggetto iscritto.

Le persone fisiche, le imprese individuali, le società semplici, le società tra avvocati e le imprese con sede principale all’estero che hanno unità locali e secondarie in Italia pagheranno il diritto fisso, stabilito dal Ministero dello Sviluppo Economico. A seconda del tipo di soggetto, il costo varia da 44 euro a 100 euro per la sede e fino a 20 euro per le ulteriori unità locali eventuali.

Le società di persone e capitali, le cooperative, le società di mutuo soccorso i consorzi e gli enti economici pubblici e provati pagano il diritto camerale annuale in base al fatturato. Il tributo viene calcolato a scaglioni e varia da una misura minima di 200 euro per i fatturati fino a 100.000 euro annui con aliquote che passano dallo 0,015% dello scaglione tra 250.000 euro e 500.000 euro allo 0,001% per lo scaglione oltre i 50.000.000 di euro con il massimo di 40.000 euro.

I diritti di segreteria sono fissati per decreto del Ministero dello Sviluppo Economico e variano dai 18 euro previsti per le imprese individuali ai 90 euro per le società. Le imposte di bollo su ogni pratica telematica hanno un costo che varia dalla natura del soggetto che presenta l’istanza. Una impresa individuale paga bolli per 17,50 euro. Le domande presentate dalle società di persone sono gravate da un’imposta Di 59 euro. Le domande presentate da società di capitali e consorzi comportano bolli per 65 euro.

I costi della firma digitale e della PEC possono valere tra 25 euro e 50 euro.

A cosa serve l’iscrizione

L’iscrizione al Registro delle Imprese e alla Camera di Commercio soddisfa un obbligo di legge che se non rispettato rende impossibile operare e genera sanzioni. L’iscrizione alla Camera di Commercio ha una portata che non si limita al rispetto della legge, ma offre vantaggi derivanti dalla possibilità di aderire alle iniziative, ai servizi e alle convenzioni che le Camere di Commercio riservano agli iscritti. Tra queste spiccano eventi formativi e canali di agevolazione per l’accesso al credito e al cofinanziamento di progetti.

Siamo Europei, il Manifesto di Carlo Calenda: Cos’è, Adesione e Iscrizione

Il manifesto Siamo Europei, creato dall’ex ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda mira a riunire il centro sinistra in occasione delle prossime elezioni europee. In particolare l’idea di Calenda sarebbe quella di creare un unico schieramento da contrapporre a Visegrad ovvero l’alleanza tra Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca e Slovacchia che ha una posizione sovranista, euroscettica e anti immigrazione.

Quali sono i principi del Manifesto di Carlo Calenda?

L’ex ministro, all’interno del suo manifesto, ha parlato dell’Italia come uno dei principali fondatori dell’Unione Europea, che nell’arco di ben 60 anni ha lavorato affinché quest’ultima si evolvesse. Calenda sostiene che il nostro Paese debba continuare a essere uno dei protagonisti dell’Unione per far si che si arrivi al grande obiettivo ovvero la nascita degli Stati Uniti d’Europa.Il politico ha poi continuato spiegando come il futuro dell’Italia, dal punto di vista economico e politico, dipenda fortemente dal raggiungimento di questo traguardo.

Tessera e Card per il Reddito di Cittadinanza: Cosa Sono, Come Funziona e Come Attivarla Online

ll Reddito di Cittadinanza sarà erogato su una carta, questo permette facile tracciabilità e non consente evasione o spese immorali. Questa la perentoria affermazione di Luigi di Maio. Energico e sicuro, il vicepremier fornisce spiegazioni dettagliate riguardo le caratteristiche e il funzionamento delle tessere, fondamentali per percepire il Reddito di Cittadinanza.

Card per Reddito di Cittadinanza: di cosa si tratta e come attivarla

Per richiedere il Reddito di Cittadinanza, il cui importo massimo mensile si attesta sui 780 euro netti per i single e può raggiungere la somma di 1330 euro per nucleo familiare composto da due adulti e tre figli, di cui uno maggiorenne e gli altri minorenni, è dunque necessario essere in possesso della suddetta carta, ottenibile in seguito alla compilazione di un modulo online, predisposto su un apposito portale. Il sito internet ufficiale dovrebbe essere online tra la fine di Gennaio 2019 e Marzo 2019. Per chi non è in possesso di un facile accesso al Web, saranno predisposti degli internet point appositi. La richiesta della carta è possibile unicamente adoperando la propria identità digitale tramite SPID, sistema pubblico di identità digitale, realizzato per permettere agli italiani un accesso semplice ai servizi della pubblica amministrazione.

Assegni Familiari 2019: Requisiti di Reddito, Importi e tutti i Dettagli

Col nuovo anno in corso, gli assegni per il nucleo familiare conosciuti anche con la sigla ANF, hanno subito una modifica che necessita di essere conosciuta da parte di tutti coloro che, per diritto, devono percepire questa somma di denaro. Ecco tutto quello che devi sapere sugli assegni familiari che riceverai fino al mese di giugno 2019.

A chi spettano i nuovi assegni familiari

Prima di analizzare i nuovi importi è bene ricordare a chi spettano gli assegni familiari e quando possono essere richiesti: partendo dalla prima domanda, gli assegni familiari possono essere richiesti da tutti coloro che hanno un lavoro come dipendente, una pensione oppure ricevono altri sussidi mensilmente, come quello di disoccupazione.

Riscatto della Laurea agevolato per gli Under 45: Tutte le Novità

Con Quota 100, reddito e pensione di cittadinanza è previsto anche il Riscatto della Laura Light 2019. Tale provvedimento consente il riscatto agevolato e flessibile degli anni universitari al fine del calcolo pensionistico; cioè permette di aggiungere il periodo di studi ai contributi versati per aumentarli al fine del conseguimento della pensione.

Coloro che hanno un titolo universitario o equiparato possono ottenere l’agevolazione sino a 5 anni di studi ed uno sconto del 30% sugli oneri dovuti. Questo provvedimento è diretto agli under 45, che potranno così avere una agevolazione al fine di aumentare i propri anni contributivi. Inserito all’intero del capitolo sulla pace contributiva, appena il decreto sarà pubblicato in maniera ufficiale, diverrà efficace. Tuttavia sono presenti determinati requisiti da soddisfare affinché la domanda da presentare all’INPS possa consentire il riscatto degli anni universitari.

Pensioni Quota 100, Requisiti e Come Funziona, Come Fare Domanda per la Pensione e le Ultime Novità

Tra la novità più importanti presentate ieri nella Legge di Bilancio 2019 vi è sicuramente quella relativa alle pensioni e alla cosiddetta “quota 100“. Sicuramente vorrai capire in cosa consiste, qual è il suo funzionamento, quali sono i suoi requisiti, oltre a conoscere gli altri dettagli per quanto concerne le pensioni.

Dopo mesi di indecisione finalmente è stata approvata la riforma previdenziale prevista per il superamento della Legge Fornero. All’interno della riforma vi è anche tutto quello che c’è da sapere su Quota 100, le varianti possibili e soprattutto come capire se si è in possesso dei requisiti per fare domanda per l’anticipo pensionistico sia per i dipendenti pubblici che per quelli privati. Il Consiglio dei Ministri ha infatti svelato in cosa consisterà questo piano riformativo che entrerà definitivamente in vigore da aprile 2019 e per il quale verrebbero spesi oltre 4 miliardi di euro. 

Bollo Auto 2019: Costi ed Esenzioni per il bollo auto nel 2019

In questi ultimi giorni il Bollo Auto è stato ampiamente discusso a seguito dell’approvazione della nuova Legge di Bilancio, all’interno della quale sono state discussi i costi che l’esenzioni per quanto riguarda la tassa di proprietà della auto storiche. L’intento del Governo di risanare il legame fragile tra il fisco e tutti i suoi creditori ha portato alla profilazione di nuove agevolazioni per diminuire la pressione fiscale ed intervenire a favore della situazione creditizia dei contribuenti.

Esenzioni dal pagamento previste dalla nuova finanziaria

Nella Legge di Bilancio 2019 è stato annunciato che, a seguito delle misure rientranti nella “Pace Fiscale”, la tassa non verrà abolita ma sarà possibile rottamarla o annullarla completamente. Per il momento però, non vi è stato alcun elemento che induca a pensare ad una possibile abolizione della stessa, pertanto ci atteniamo all’informazione di ciò che sappiamo con certezza. Misure importanti saranno quelle riguardanti tutti i soggetti i cui veicoli sono sottoposti a fermo amministrativo fiscale: come prevede l’ordinanza 192/2018 della Corte Costituzionale sarà la Regione a decidere se applicare l’esenzione o meno in tutti quei casi in cui non si pagato il bollo e non si è provveduto a risolvere e risanare il proprio debito. Tutto questo è spiegato dalla natura del fermo amministrativo che vi ricordiamo, è molto diverso da quello fiscale. 

Recessione Tecnica: Cos’è e Cosa Significa, l’Allarme lanciato dalla Banca d’Italia

Il 2019 si prospetta con un inizio complicato, come puoi bene evidenziare dalle affermazioni della Banca d’Italia nel suo bollettino previsionale, che contrastano in modo netto e chiaro quelle che erano le dichiarazioni dei vice premier di Di Maio e Salvini. Il governo aveva affermato che la crescita del paese si sarebbe aggirata per quest’anno intorno all’1,5%, cifra che poi era stata ricalibrata dopo una serie di interventi da parte della Commissione Europea intorno all’1%. Ma le stime imposte dal governo sembrano essere troppo poco concrete. La Banca d’Italia non conferma la previsione positiva, che poteva in un certo qual modo darti fiducia in una ripresa dal punto di vista economico del nostro stato, e lancia un vero e proprio allarme.

Il PIL non avrà una crescita dell’1,5% e nemmeno dell’1% ma solo dello 0,6% determinando in questo modo una fase di recessione tecnica. Aprendo un telegiornale avrai probabilmente sentito la risposta immediata da parte dei Di Maio il quale critica in modo molto ampio i dati riferiti dalla Banca d’Italia, criticando non solo il suo operato negli ultimi anni, ma anche il fatto di dare delle stime troppo negative e non utili per il paese. Considerare l’allarme lanciato dalla Banca d’Italia di una probabile fase di recessione tecnica è molto importante nel caso in cui hai degli investimenti o sei in procinto di effettuarli. Ma cosa s’intende per recessione tecnica? Cosa significa nel caso in cui hai investito i tuoi risparmi in prodotti finanziari? Di seguito andremo a valutare cosa sta avvenendo nel nostro paese.

Pompa di Calore per Riscaldamento e Raffrescamento: Tipologie, Caratteristiche, Funzionamento e Risparmio

Le pompe di calore forniscono riscaldamento, raffreddamento e acqua calda agli edifici nel settore domestico, pubblico e industriale; possono essere posizionate in qualsiasi parte del mondo in quanto utilizzano la temperatura costante della terra, la temperatura dell’aria o la fonte d’acqua. Le pompe di calore possono anche essere invertite e funzionare come refrigeratori di spazio. 

Caratteristiche

La maggior parte delle pompe di calore funziona su un ciclo di compressione del vapore e sono azionate da un motore elettrico. Alcune pompe di calore usano il principio di assorbimento, con il gas o il calore disperso come energia di guida. Ciò significa che il calore, piuttosto che l’energia meccanica, viene fornito per guidare il ciclo. Le pompe di calore ad assorbimento per l’aria condizionata nello spazio, possono essere alimentate a gas, mentre le installazioni industriali sono solitamente guidate da vapore ad alta pressione o calore residuo. Le pompe di calore sono le più adatte per l’uso in raffreddamento, riscaldamento dell’ambiente, acqua calda e calore industriale.

Caldaia a Condensazione a Gas: Funzionamento, Prezzi, Costo e Vantaggi

Di tutti gli apparecchi finalizzati alla produzione di calore, le caldaie a condensazione rappresentano probabilmente una delle alternative più valide in assoluto. Caratterizzate da un funzionamento semplice e al contempo vantaggioso, il quale consente di raggiungere una più alta efficienza energetica dovuta alla capacità di recuperare parte del calore che normalmente verrebbe disperso, le caldaie a condensazione si distinguono dalle caldaie tradizionali proprio per la possibilità di fare affidamento su un sistema di preriscaldamento dell’acqua con la conseguenza di diminuire la temperatura finale dei gas di scarico.

Tuttavia, vi sono altre differenze rispetto ai modelli tradizionali. L’abbassamento della temperatura dei fumi di scarico consente di ridurre notevolmente le emissioni di monossido di carbonio e dell’ossido di azoto, il che coincide con un miglior rendimento dal punto di vista del processo di combustione. A questo punto analizziamo nel dettaglio il funzionamento delle caldaie a condensazione, in maniera tale da comprendere in che modo gli apparecchi in questione rendono possibili i vantaggi sinora elencati.

Visite Fiscali INPS per il 2019: Orari per i Controlli per lavoratori Pubblici e Privati

Il lavoratore dipendente, in caso di malattia, ha il diritto di assentarsi dal luogo di lavoro fino a che non sia guarito completamente. Durante il periodo di malattia, ha diritto alla conservazione del posto di lavoro, alla maturazione degli scatti di anzianità, al riconoscimento contributivo e a percepire regolare retribuzione.

Affinché abbia diritto di percepire l’indennità di malattia, il lavoratore è tenuto a farsi certificare l’insorgere della stessa e la relativa prognosi dal proprio di medico di famiglia. Da qualche anno a questa parte, non è più suo compito trasmettere il certificato al datore di lavoro in quanto sarà il medico di famiglia a inviarlo telematicamente alla sede INPS competente. Durante il periodo certificato come malattia, il datore di lavoro o l’Istituto Nazionale Previdenza sociale, avranno il diritto di sottoporre il lavoratore ad accertamento medico atto a verificare il reale stato di malattia del dipendente.

Reddito di Cittadinanza 2019: Come Funziona, Requisiti ISEE, Vincoli, Come Richiederlo e Fare Domanda

Dopo mesi di discussioni, problemi, rallentamenti ed avvisi da parte dell’Unione Europea, finalmente il provvedimento simbolo del Movimento 5 Stelle sembra essere pronto. Il Reddito di cittadinanza è stato modificato e limato per determinarne i parametri di applicazione ed i confini, potendo venire alla luce ad aprile e rispondere alle richieste di coloro che attendevano l’intervento da sei mesi.

Cos’è e Come Funziona il Reddito 2019

Il reddito di cittadinanza è un provvedimento di integrazione contributiva, in parte assistenziale ed in parte diretta a consentire al beneficiario di essere reinserito nel mondo del lavoro. Partirà ad aprile 2019, mentre le richieste potranno essere presentate a marzo. Per ottenere questa integrazione si devono possedere determinati requisiti, inoltre bisognerà attenersi a quelle che sono state definite norme anti divano. Cioè il sottoscrittore del reddito di cittadinanza sigla un patto sociale, per il lavoro e per la formazione con lo Stato. In poche parole si impegna a recepire tale integrazione per riuscire a tornare nel mondo del lavoro. Infatti con la ristrutturazione dei Centri dell’Impiego, al beneficiario verranno presentate delle offerte di lavoro in rispetto delle sue qualifiche professionali; lui potrà rifiutarne massimo due, poiché al terzo diniego perderà automaticamente il reddito di cittadinanza. Inoltre se trascorso un anno si riceve una sola proposta di lavoro, rifiutarla comporta la stessa conseguenza.

Regime Forfettario 2019: Requisiti, Professionisti, Tasse e Come Funziona

La manovra finanziaria ha visto l’approvazione della Legge di Stabilità a partire dal 2019, in essa sono contenuti nuovi limiti e imposizioni fiscali sui redditi per quanto concerne Irpef, addizionali e Irap. La situazione finanziaria risulta leggermente modificata rispetto a quanto è stato presentato inizialmente, in funzione delle osservazioni dell’Unione Europea.

Il regime forfettario vedrà la sua attuazione nel nuovo anno, a seguito dell’approvazione della Legge di Bilancio. Nello specifico si tratta di una flat tax che prevede una serie di requisiti di reddito per l’idoneità. Benché appaia simile al regime attualmente in uso, vi sono significative differenze.

Nuovo regime forfettario e requisiti validi

Il regime forfettario sarà riservato ai contribuenti che nell’anno precedente non hanno fatturato più di 65 mila euro. Questo sarà attivo a partire dal 1 gennaio 2019 e sarà possibile in sostituzione applicare un’imposta pari al 15% in via forfettaria. Lo stesso 15% diventerà 5% per i primi cinque anni di attività. Un vantaggio fiscale è già stato previsto anche per le startup di giovani under 35 e over 55.

Altra tipologia di regime forfettario è destinata ad attuarsi solo dal 2020, si parla di quei ricavi superiori ai 65 mila euro ma comunque inferiori ai 100. In questo caso sarà applicata l’imposta sostitutiva del 20% in modo forfettario.

Questi due regimi agevolati sono attuabili solo nel caso in cui non vi sia un rapporto di lavoro subordinato continuativo. Sono stati fissati proprio per distogliere tutti coloro che hanno un lavoro a tempo pieno mascherato dietro l’utilizzo di parte IVA, godendo di una tassazione agevolata.

Coloro i quali esercitano la propria attività lavorativa nei confronti di un unico datore di lavoro o lo abbiano fatto negli ultimi due anni, sono esclusi dal regime. Aderiscono invece all’imposta sostitutiva del 15% i professori di ogni ordine e grado che intendano svolgere lezioni private.

Passaggio dal vecchio regime al nuovo regime forfettario 2019 

La nuova manovra rimuove tutti i limiti del precedente regime, i paletti di cui bisogna prendere nota è che chiunque abbia un reddito assimilabile anche a quote di società o Srl o imprese familiari non potrà accedere al regime forfettario a meno che le stesse non rientrino autonomamente nel regime stesso. 

Coloro che aprono la partita IVA nel 2019 potranno selezionare attraverso il modello A9 di inizio attività la scelta. Coloro invece che sono già inseriti nell’attuale regime forfettario se beneficeranno dei nuovi requisiti manterranno lo status. I professionisti che invece fanno parte del regime di contabilità semplificata dovranno obbligatoriamente passare al regime forfettario. 

Agevolazioni e semplificazioni della nuova Legge di Bilancio 

Le agevolazioni saranno comunque tantissime, ad esempio non sarà necessario tenere i registri Iva, non sarà obbligatoria la stessa burocrazia e il lavoratore potrà semplicemente conservate le fatture elettroniche senza addebiti. Il regime forfettario avrà una durata illimitata, l’unico vincolo è quello della soglia del reddito e dei requisiti sopraccitati.

Il nuovo regime fiscale sarà attivo dal 1 gennaio, mentre il regime riservato sostitutivo del 20% sarà in vigore solo nel 2020. Per tutti coloro che superano la soglia stabilita resta in vigore il regime ordinario Irpef che stabilisce l’utilizzo di aliquote progressive a scaglioni.

Ristrutturare Casa: Quanto Costa, Preventivi per la Ristrutturazione, Come Farlo e Idee

Anche se spesso, per lavoro, abitudini di vita e diverse esigenze, passi poco tempo nel tuo appartamento, mantenerlo sempre confortevole e moderno è qualcosa che rende la tua vita migliore. La ristrutturazione di casa a volte diventa una realtà necessaria, altre volte può essere un modo per cambiare qualcosa e dare nuovo impulso alle tue idee. Ma quanto costa ristrutturare una casa oggi? Come si può richiedere un preventivo di ristrutturazione? E inoltre quali possono essere i modi per effettuarla e le idee che renderanno il tuo spazio unico? Di seguito potrai valutare una serie di consigli, utili al fine di poter effettuare una ristrutturazione adatta alle tue esigenze.

I costi di una ristrutturazione

Quando si parla di ristrutturazione è importante comprendere quali sono i parametri di riferimento. Infatti con tale termine si considera il complesso di lavori che prevedono la demolizione dei muri e degli impianti, la tinteggiatura, eventuale posa di nuove murature e pavimentazioni, modernizzazione e sostituzione di infissi e realizzazione di nuovo impianto elettrico e idrico. I costi variano in base a una serie di fattori. Prima di tutto influiscono i metri quadri della tua casa. In secondo luogo la tipologia d’intervento che vuoi fare. Una demolizione di muri può costare tra i 15€ e i 25€ a mq. Una semplice tinteggiatura tra i 10€ e i 20€ mq.

Ristrutturazione e Rifacimento Bagno: Quanto Costa, Incentivi e Detrazioni, Preventivi la Ristrutturre il Bagno

Un emendamento allegato alla Manovra Finanziaria per il 2019 in corso di approvazione, prevede la riconferma e la proroga delle agevolazioni fiscali già riconosciute nell’anno corrente relativamente ad opere di ristrutturazione immobili, efficentamento energetico, acquisto mobili ed elettrodomestici e sistemazione del verde senza mutarne le caratteristiche fondamentali. Se il 2018 ha visto un deciso impennarsi delle migliorie in casa, dunque, appare probabile che anche il 2019 avrà le medesime caratteristiche.

Fra tutti gli interventi edilizi possibili ed oggetto di incentivazioni fiscali, la ristrutturazione ed il rifacimento del bagno, merita un approfondimento circa adempimenti amministrativi a cui ottemperare, incentivi e detrazioni possibili e costi da sostenere. E’ indispensabile innanzi tutto fare chiarezza circa la natura degli interventi che si intende sostenere; Qualora la ristrutturazione del bagno preveda interventi massicci o di sostituzione di impianti, massetto o tubature, si intendono interventi di “manutenzione straordinaria ” dell’immobile ed è necessaria la redazione e presentazione in comune della CILA (comunicazione di inizio lavori) ad opera di un professionista del settore che confermi che l’opera in via di realizzazione sarà conforme ai requisiti tecnici ed igienico-sanitario previsti dal regolamento edilizio comunale.

Fatturazione Elettronica 2019: Cos’è e Come Funziona, la Guida Completa

A partire dal 1˚ gennaio 2019 entrerà in vigore l’obbligo della Fattura Elettronica, introdotta dalla Legge di Bilancio 2018. Per non arrivare impreparati, ecco la guida utile e Tutorial che ti aiuta a capire come funzionerà, quali saranno i vantaggi e quali saranno le sfide per le imprese, i Liberi Professionisti e tutti i titolari di Partita IVA obbligati ad adottare il sistema di fatturazione elettronica tra soggetti privati.

Fattura elettronica: cosa cambierà dal primo gennaio 2019?

Il primo gennaio si sta sempre di più avvicinando e i cambiamenti in materia fiscale previsti per il nuovo anno 2019 incutono non pochi timori e preoccupazioni da parte dei soggetti titolari di Partita IVA (imprese, Liberi Professionisti, Freelancer, Commercianti, Artigiani, etc.).

Melascrivi Opinioni e Recensione: Come Funziona Melascrivi per Autori e Editori

Se hai la passione della scrittura e vuoi guadagnare qualcosa scrivendo contenuti, oppure se sei un editore in cerca di autori che siano capaci di scrivere l’articolo che desideri, puoi utilizzare la piattaforma di Melascrivi. Basta entrare nella home page e in maniera molto elegante e chiara si comprende come possa essere una realtà non solo utile, ma che ti offra anche un certo guadagno. Sempre un maggior numero di editori decide di usufruire dei suoi servizi, e ogni giorno nuovi autori aderiscono al progetto. Ma come funziona la piattaforma per autori ed editori? Quali sono i vantaggi e le caratteristiche per coloro che usufruiscono dei suoi servizi?

Come funziona e le sue caratteristiche

Il sito di Melascrivi è di proprietà della CONTENT MARKETPLACE Ltd società con sede a Londra. La sua funzione primaria è quella di essere un intermediario tra gli editori e gli autori. Attraverso di essa sarà possibile quindi convogliare le richieste di editori, con le risposte degli autori. Permette quindi un collegamento diretto tra domanda di articoli e l’offerta di ghost writer freelance. La piattaforma ha il contatto diretto sia con gli autori e con gli editori e offre quindi la possibilità di convogliare le risorse necessarie al fine di realizzare un articolo specifico richiesto. Il sito è ben strutturato e intuitivo offrendo un servizio di assistenza continuo sia agli editori che all’autore. Ma quali sono i reali vantaggi che puoi avere utilizzando Melascrivi? È necessario considerare in maniera separata le due figure che sono alla base del sistema: editori e autori.

Amazon Black Friday 2018: Come Funziona, Date, Offerte e Promozioni su Amazon.it

Amazon è pronto a organizzare il nuovo Black Friday: ecco tutto quello che devi sapere in merito a questo particolare evento, in maniera tale che tu possa partecipare allo stesso nel migliore dei modi, senza nemmeno un errore, con la possibilità di acquistare diversi prodotti tecnologici e non solo.

Il Black Friday di Amazon, quando inizia?

Una delle prime domande che vengono poste in merito al Black Friday di Amazon risulta essere quella relativa all’inizio di tale evento. Devi sapere che questo particolare tipo di evento, conosciuto in tutto il mondo, avviene il penultimo venerdì del mese, seguito poi dal Cyber Monday: ebbene Amazon decide, come suo solito, di anticipare questo tipo di evento offrendo ai suoi utenti la possibilità di accedere alle diverse tipologie di promozioni e offerte pensate esclusivamente per questo evento. Pertanto la data che devi tenere a mente è rappresentata dal terzo venerdì del mese di novembre 2018, durante il quale potrai accedere alle diverse promozioni studiate appositamente da Amazon per tutti coloro che amano lo shopping natalizio.

Prodotto Interno Lordo: Cos’è, a cosa Serve, come si Calcola, perchè è Importante

Ne sentiamo sempre parlare di PIL o Prodotto Interno Lordo, specie quando si parla di situazione economica e di crescita interna in uno Stato. Ma che cos’è il PIL e perché è una grandezza macroeconomica così importante? Davvero misura lo stato di benessere di un Paese? Scopriamolo in questa guida.

Che cos’è il PIL?

Ne sentiamo spesso parlare, ma non tutti sanno esattamente che cos’è questa grandezza economica e perché sia così importante per lo stato di salute dell’economia domestica all’interno di un Paese. Basta navigare sul sito dell’Istat per trovare un’accurata definizione del Prodotto Interno Lordo che viene definito come: “il risultato finale dell’attività di produzione delle unità produttrici residenti. Corrisponde alla produzione totale di beni e servizi dell’economia, diminuita dai consumi intermedi ed aumentata dell’IVA e delle imposte indirette sulle importazioni”.

Come Lavorare in Goldman Sachs: Come Candidarsi, Posizione Aperte in Goldman Sachs Italia

Se venissero forniti tre indizi quali “Stati Uniti, Banca e Finanza” la mente viaggerebbe immediatamente dall’altra parte del mondo per arrivare con il pensiero alla Goldman Sachs. La banca statunitense rappresenta il “sogno americano” degli studenti universitari, dei neolaureati e – ancora più in generale – di qualsiasi professionista che desideri lavorare, a livelli importanti, nel settore della finanza.

 Lavorare in Goldman Sachs: tutto quello che devi sapere sulla selezione e colloquio

Con la propria borsa di lavoro in mano, come si potrebbe varcare la porta della banca di affari tra le più grandi del mondo? Come in qualsiasi altra professione, alla maggior parte delle posizioni di front-Office, presso l’istituto bancario si accede attraverso una serie di colloqui. A differenza delle banche “normali” in cui il colloquio precede l’eventuale assunzione, per entrare alla Goldman Sachs, però, bisognerà superare numerosi incontri con i responsabili che si occupano della gestione delle Risorse Umane.

Amazon Business: Come funziona e quali sono i Vantaggi Offerti

Amazon ha lanciato anche in Italia il nuovo programma Amazon Business: si tratta di un “bundle” di servizi volti a soddisfare le necessità di acquisto da parte di tutte le aziende (di qualsiasi settore e dimensione), Tutto il mondo corporate può così beneficiare di diverse ed interessanti novità, con funzioni “su misura” per la propria attività imprenditoriale come: l’impostazione di procedure di approvazione e account multiutente, la visualizzazione dei prezzi al netto dell’IVA, la gestione della fatturazione e i limiti di spesa personalizzati.

Amazon Business dà la possibilità di visionare la selezione di prodotti Amazon corrispondenti ai limiti di budget fissati dall’impresa stessa. Scopriamo in questa guida quali sono i vantaggi che offre Amazon Business e come funziona. Inoltre, aderire a questo nuovo e interessante programma non comporta alcun onere aggiuntivo e si ha la possibilità di vendere su tutto il territorio comunitario, oltre ad avere accesso al Dipartimento Logistica della grande Piattaforma di E-Commerce.

Numero verde NoiPA: come Contattare l’Assistenza per Pensioni e Stipendio dei Dipendenti della Pubblica Amministrazione

A causa dei timori di lunghe attese e code interminabili, i contatti con la pubblica amministrazione sono, spesso, fonte di preoccupazione; tale limite sembra insuperabile e spesso ci condiziona nel nostro modo di interagire con la cosa pubblica.

Tuttavia esiste un canale, di cui oggi ti parleremo, il più delle volte, poco conosciuto o, addirittura, sconosciuto e che, almeno potenzialmente, potrebbe permetterti di superare lo scoglio delle lungaggini. Si tratta del numero verde di NoiPa, dedicato ai pensionati ed a dipendenti della pubblica amministrazione, sarebbe a dire quei soggetti che con gli enti pubblici sono vincolati da un rapporto di lavoro o dalla corresponsione dei trattamenti previdenziali.

Prefisso Chiamate da Call Center: come sapere ed evitare le Chiamate Commerciali

Ti sarà certo capitato di ritrovarti esasperato dai soliti call center, che tempestano di telefonate commerciali indesiderate a qualsiasi ora del giorno gli utenti della linea fissa e mobile. Ricevendo una chiamata di provenienza sconosciuta il dubbio è sempre lo stesso: un amico vuole contattarci da un nuovo numero oppure ci ritroveremo dopo pochi secondi a riattaccare scocciati alla vocina che propone offerte piene di dubbi vantaggi e annuncia vincite truffaldine?

Per scoprirlo, pur consapevoli di quello che ci aspetta, non possiamo far altro che rispondere rimediando come sempre la solita perdita di tempo. Dopo anni di lamentele portate avanti dalle associazioni consumatori contro l’invadenza dei call center nella vita privata dei cittadini, è finalmente arrivata dal legislatore una novità fondamentale di cui con ogni probabilità non sei ancora a conoscenza.

Tassa Patrimoniale su Conto Corrente con Prelievo Forzoso, come Potrebbe Funzionare

In questi ultimi tempi, sentendo parlare della manovra finanziaria di fine anno e delle novità previste per il 2019, forse avrai sentito di nuovo parlare anche dell’ipotesi di introdurre una tassa patrimoniale sul conto corrente: nei prossimi paragrafi vedremo insieme che cos’è questa tipologia di imposta, come potrebbe funzionare e quali conseguenze potrebbe avere per te.

Che cos’è una tassa patrimoniale sul conto corrente

La tassa patrimoniale sul conto corrente è semplicemente un’imposta a valere sui saldi di conto corrente delle famiglie italiane: poiché tipicamente le nostre famiglie risparmiano e accumulano quindi fondi anche sui loro conti correnti bancari e postali, lo Stato potrebbe decidere di porre questa tassa per avere a disposizione una somma ingente a beneficio della manovra finanziaria di fine anno. Verrebbero così reperiti in modo molto semplice fondi ingenti, di fatto scaricando però parte del costo della manovra sulle famiglie: normalmente questo tipo di azione è infatti estremamente impopolare.

Pensionati in Portogallo: Tassazione, i Vantaggi di Trasferirsi, Come Vivere in Portogallo da Pensionato

Vivere in Italia con la pensione non sempre è una cosa facile, dipende molto dalla città e dall’entità del vitalizio. Una metropoli come Milano o Roma difficilmente può ospitare degnamente un pensionato con un reddito mensile inferiore a 1.500 €; in virtù di questo sempre più coppie anziane stanno optando per il trasferimento verso paesi più vivibili, dal costo della vita meno caro, servizi migliori e tasso di criminalità bassissimo.

Il Portogallo meta preferita dai pensionati

Potremmo definirli migranti economici della terza età, coloro che percepiscono una pensione ma che dovrebbero rinunciare a molti comfort a causa del relativo basso potere d’acquisto e che decidono di trasferirsi in paesi dove con lo stesso importo riescano a vivere senza particolari difficoltà, una vecchiaia tranquilla. Sono diverse le località che offrono tali vantaggi, tra queste il Portogallo risulta al momento la meta più ambita in tal senso. Un paese dal clima mite, dove per la maggior parte dell’anno la temperatura non scende sotto i 20° C, dove il costo della vita è molto più basso che in Italia e difficilmente la cronaca nera riporta episodi gravi ed efferati, è certamente una meta privilegiata per chi alla soglia dei 70 anni pretenda a giusta ragione di vivere finalmente in maniera relativamente spensierata, il periodo in cui gli spetta il meritato riposo.

Opposizione a Decreto Ingiuntivo: Come Opporsi ad un Decreto Ingiuntivo

Hai ricevuto la visita dell’ufficiale giudiziale o una raccomandata in cui ti veniva intimato di pagare una certa somma di denaro di cui risulti creditore entro e non oltre il termine perentorio di 40 giorni? Bene, vuol dire che l’atto che hai tra le mani prende il nome di Decreto Ingiuntivo, ora puoi decidere di pagare se davvero tu sia insolvente o di presentare opposizione nei casi e nei modi previsti dalla Legge, il Giudice adito potrà darti ragione trasformando il procedimento da sommario a cognitivo o dichiarare inammissibile l’opposizione e nel peggiore dei casi condannarti al pagamento delle spese legali.

Cosa si intende per decreto ingiuntivo

Il decreto ingiuntivo è disciplinato “all’articolo 633 e seguenti del codice di procedura civile“, trattasi di un procedimento di natura sommaria con cui “altera partem” cioè senza la presenza di un reale contraddittorio tra le parti, il Giudice impone sulla base di un credito “liquido, certo, determinato ed esigibile” al debitore di sanare il proprio credito entro e non oltre il termine perentorio ovvero fisso di 40 giorni, pena l’esecuzione forzata dello stesso.

SEMrush Guida Completa: Cos’è, Come Funziona, Strumenti e Prezzi

Il marketing online è una competizione continua e senza esclusione di colpi, è come una partita a scacchi con più opponenti nello stesso momento, dei quali bisogna conoscere le mosse successive, cercare di prevenirle e soprattutto avere già la contromossa pronta per essere sempre un passo avanti. Una buona strategia di marketing prevede soprattutto un’analisi delle keywords, ossia le parole chiave utilizzate dai possibili clienti per raggiungere le tue pagine. Un utente che visita le pagine della concorrenza è un visitatore che forse non raggiungerà mai le tue, quindi l’utilizzo di strumenti che ti permettano di avere informazioni relative alle attività della concorrenza e degli utenti alla ricerca dei tuoi servizi, è indispensabile per conquistare il dominio di quota su tutti.

Per avere questo vantaggio sulla concorrenza, puoi utilizzare diversi strumenti per monitorare le attività relative alle tue pagine, come la quantità di traffico in entrata, le parole utilizzate dai visitatori che li hanno condotti nel tuo sito e perfino il traffico di altri siti simili al tuo e le keywords usate da questi. In questo modo puoi aggiornare le tue, allineandole a quelle di altri siti, così da avere più possibilità di essere indicizzato tra i primi posti sui motori di ricerca. Uno dei migliori strumenti che mettono a disposizione queste funzioni è SEMrush, una suite con tante utility per studiare le strategie dei tuoi concorrenti sul web.

AutoScout24: come Funziona il Portale di Annunci Gratuiti per Vendere e Comprare Auto

Il portale degli annunci per vendere e comprare auto è una risorsa che sta diventando e diventerà sempre più in uso nel tempo. Come funziona il portale? Esistono diverse piattaforme ad esempio autoscout24 iscrivendosi alla quale, è possibile diventare sia venditori che compratori.

Un portale di annunci non è nient’ altro che un sito web ottimizzato e creato al fine di mostrare e mettere in evidenza beni mobili ed immobili. Su autoscout24 è possibile acquistare dei beni tanto preziosi quanto utili come le automobili di ogni genere e tipo in grado di soddisfare ogni richiesta; infatti in questo articolo ci concentreremo sul portale autoscout24 che propone annunci su tali beni.

Bialetti a Rischio Fallimento: le Cause e Situazione attuale dell’Azienda

Bialetti Industrie S.p.a. è una delle più grandi aziende italiane di prodotti Houseware, conosciuta per gli articoli dedicati alla preparazione del caffè come le caffettiere, le macchinette elettriche per il caffè espresso o in capsule. Attualmente, la situazione economica e finanziaria dell’azienda è gravata da debiti che, secondo le prime stime, ammonterebbero a 68 milioni di euro.

Fondata negli anni ’30, la Bialetti, per quasi un secolo, è stata una delle più importanti realtà industriali del Paese. Ha saputo, nel corso dei decenni, adattarsi ai cambiamenti superando le crisi finanziarie dell’Italia e reinventandosi con partnership di rilievo. Tutto ciò, purtroppo, non è stato sufficiente ad evitare che i conti siano in rosso. Nel primo semestre del 2018, la Bialetti ha registrato una perdita di oltre 15 milioni di euro. Le cause che hanno determinato, nell’ultimo biennio, un calo così vertiginoso degli utili sono legate a due diversi fattori:

Incremento delle Tasse sulle Sigarette e sui Giochi nella Manovra Finanziaria 2019

La manovra finanziaria 2019 sta continuando a suscitare aspre polemiche e le ultime novità, relative alle modalità con cui il Governo conta di reperire i fondi necessari per le misure cardine, quali reddito di cittadinanza e flat tax per le imprese, sono destinate a far nascere nuove discussioni, non solo in ambito politico. Se sei un fumatore o se ami il gioco, le scelte del Governo potrebbero non trovarti troppo d’accordo.

Il Governo decide per un incremento delle tasse sulle sigarette

Il Governo guidato da Giuseppe Conte ha necessità, come ben sai, di reperire risorse per finanziare alcune misure, quali ad esempio il reddito di cittadinanza e il superamento della Fornero, senza dimenticare ovviamente la flat tax, che al momento sarà garantita soltanto per le imprese. Ebbene, tra le modalità attraverso cui verranno reperite le risorse, vi è anche l’incrementi delle tasse sulle sigarette. Questo emerge da una lettura di tutti i dettagli della Finanziaria 2019, la quale è già stata bocciata dalla Commissione Europea.

MEF, Ministero dell’Economia e delle Finanze: Funzioni e Ruoli

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze è un importante apparato amministrativo della Repubblica Italiana, che si occupa di sovraintendere, in nome dello Stato, la politica economica e finanziaria, il bilancio e la politica tributaria del Paese.

Conosciuto con l’acronimo MEF, il Ministero dell’Economia e delle Finanze esercita le sue funzioni secondo quanto stabilito dal Decreto legislativo n. 300 del 1999, che gli ha attribuito competenze in materia di politica economica, finanziaria, di bilancio, programmazione degli investimenti pubblici, gestione della spesa pubblica, politiche fiscali e tributarie, demanio e patrimonio dello Stato, catasto, dogane, programmazione di attività volte allo sviluppo economico del Paese o di una area geografica.

Assunzioni Poste Italiane nel 2019: previsti 7500 nuovi posti di Lavoro

Saranno ben 7.500 i nuovi lavoratori assunti da Poste Italiane nel corso del 2019: a darne l’annuncio è stato il sottosegretario al Lavoro Claudio Durignon durante la seconda settimana di ottobre. Durignon ha spiegato come, grazie alla riforma della Legge Fornero sulle pensioni, sarà possibile liberare nuovi posti di lavoro per i giovani e, al tempo stesso, incentivare le assunzioni nel corso dei prossimi mesi.

Il 13 giugno scorso, infatti, Poste Italiane e i sindacati hanno stipulato un nuovo accordo che prevede l’attivazione di ben 1.580 nuove assunzioni entro la fine del 2018, oltre al coinvolgimento di oltre 6.000 lavoratori nell’arco di tre anni (dal 2018 al 2020) per la stabilizzazione dei rapporti di lavoro a tempo determinato, la conversione di contratti part time e full time ed ulteriori aumenti di personale dipendente.

Codice Destinatario SDI per la Fattura Elettronica: Cos’è, Dove si trova e Come di Comunica ai Fornitori

Sebbene non tutti ne siano al corrente, la Legge di Bilancio 2018 ha imposto in Italia l’obbligo di fatturazione elettronica a partire dal 1° gennaio 2019 per tutte le cessioni di beni e prestazioni di servizi che sono effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati sul territorio italiano. Per rendere più semplice l’attuazione di quanto stabilito dalla Legge, l’Agenzia delle Entrate ha provveduto a mettere a disposizione degli operatori tutta una serie di servizi gestibili da remoto, e che permettono di facilitare la creazione, la trasmissione e la conservazione delle fatture elettroniche tramite il SDI, (Sistema di Interscambio) in modalità totalmente gratuita.

Il Codice Destinatario

L’invio e la ricezione di una Fattura Elettronica ad un privato avviene tramite il servizio di fatturazione elettronica prescelto ed il Sistema d’Intercambio (SDI). Per il transito delle fatture elettroniche da e verso il SDI, occorre possedere un Codice Destinatario. Chiamato anche Codice Univoco, il Codice Destinatario consiste in un identificativo composto da sette caratteri, differente ed unico per ogni Partita IVA registrata. Tale seriale permette di identificare il destinatario di una fattura elettronica, e può essere richiesto solo da coloro che sono titolari di un canale di trasmissione già accreditato presso il Sistema di Interscambio. Ciascuna impresa accreditata può richiedere fino ad un massimo di cento Codici Destinatario diversi.

Bonus INPS 2019 con Legge 104: Requisiti per avere l’Agevolazione di 1050 €, come funziona

Il Bonus Invalidi è il bando pubblico creato dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS) per il progetto Home Care Premium, allo scopo di aiutare le persone non autosufficienti attraverso un contributo economico, commisurato all’ISEE e alla gravità della disabilità del soggetto che ne ha diritto. Il Bonus, in particolare, è riservato ai dipendenti pubblici e ai pensionati pubblici che hanno in assistenza un familiare affetto da disabilità, e spetta come rimborso delle spese sostenute per l’assunzione di una figura di assistenza o di servizi assimilati. Vediamo a questo punto chi ha diritto a partecipare al bando, i requisiti da possedere e come fare la domanda.

A chi è rivolto

Il progetto Home Care Premium, la cui durata prevista è di 18 mesi, si rivolge ai dipendenti pubblici che sono regolarmente iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e alla gestione magistrale. In tutto ciò, come accennato in precedenza, sono contemplati anche i pensionati pubblici.

Procedura per Debito Eccessivo Minacciata dell’Europa, cos’è e Cosa comporterebbe per l’Italia

Devi sapere che l’Italia è stato uno dei paesi fondatori dell’euro e, come tale, ad aderire al sistema della Banca Centrale Europea. Poiché l’emissione di moneta è demandata a questo organo indipendente, vi sono dei vincoli di bilancio e di politica finanziaria comune per non mettere in pericolo gli altri membri dell’Unione Europea che adottano l’euro.

Per questo motivo ogni anno la legge di bilancio, entro il 20 ottobre, deve essere trasmessa alla Commissione Europea che controlla se gli obiettivi indicati nel documento rispettano le direttive europee.

Tetto alle Pensioni d’Oro: le Novità sui Tagli alle Pensioni d’Oro sopra i 4.500 €

La legge di bilancio 2019 è ormai diventata realtà e non mancano le polemiche sulle misure prese dal Governo guidato da Giuseppe Conte. Tra le misure più importanti, come sicuramente sai, vi sono quelle relative al reddito di cittadinanza e alla flat tax. Tuttavia vi sono altre misure decisamente importanti, come quelle riguardanti le questioni di natura pensionistica. Oltre alla famosa quota 100, con cui molti potranno andare in pensione con alcuni anni di anticipo, la legge di bilancio 2019 contiene anche delle misure relative al taglio delle pensioni d’oro. Vediamo insieme quali sono queste misure, che dal Movimento Cinque Stelle sono considerate una grande vittoria.

Pace e Condono Fiscale: tutte le Novità della Legge di Bilancio 2019

Tra le misure più importanti approvate dal Governo nella legge di bilancio 2019 vi sono quelle attraverso le quali il Governo ha intenzione di concretizzare la cosiddetta pace fiscale, che secondo chi le contesta, daranno luogo ad un vero e proprio condono fiscale. Ma in cosa consistono queste misure approvate dal Governo nella legge di bilancio 2019 presentata ieri sera e che andranno a confluire nel decreto fiscale che sarà ad essa collegato? Le risposte a tutte quelle che potranno essere le tue domande, le potrai trovare qui di seguito.

A chi è rivolta la pace fiscale?

Stando a quanto stabilito nella legge di bilancio 2019 presentata nella giornata di ieri, la cosiddetta pace fiscale sarà rivolta a tutti coloro che non hanno dichiarato redditi percepiti tra il 2013 ed il 2017 L’idea del Governo è quella di dare la possibilità di fare una dichiarazione integrativa fino ad una percentuale pari al 30%. Il tetto oltre cui non si potrà andare saranno i 100 mila euro, anche se su questo aspetto vi sono ancora delle diatribe nel Governo, con la Lega Nord che spinge per alzare il tetto addirittura a 500 mila euro.

Cedolare Secca al 21% anche per le Locazioni e Immobili Commerciali

La legge di bilancio 2019 contiene diverse misure che potrebbero interessare quella che è la tua vita quotidiana, come ad esempio la flat tax ed il reddito di cittadinanza, i quali sono due dei provvedimenti più discussi a livello politico e sociale. Tuttavia, tra i tanti provvedimenti inseriti nella legge di bilancio vi è anche quello relativo alla cedolare secca al 21% per le locazioni commerciali: scopriamo meglio in cosa consiste questo provvedimento.

Il Governo vara la cedolare secca al 21% per le locazioni commerciali

Una delle novità più interessanti inserite nella legge di bilancio 2019 emanata dal Governo guidato da Giuseppe Conte è quella relativa all’attivazione della cedolare secca per i negozi e per gli affitti commerciali a partire dall’anno venturo. Ma come funziona questa nuova forma di tassazione? In modo sintetico va detto che quella che si può definire come una flat tax sugli affitti di immobili di tipo commerciale darà modo di tassare i redditi derivanti da locazione con una unica aliquota che sarà pari al 21%.

Proroga Ecobonus Efficienza Energetica al 50% nella nuova legge di bilancio 2019

La nuova legge di bilancio 2019 ha ormai preso forma e sono diversi i provvedimenti presi dal Governo: oltre a quelli pù discussi, come il superamento della legge Fornero, la flat tax ed il reddito di cittadinanza, ve ne sono altri che sono importanti e che potrebbero impattare sulla tua vita quotidiana o sulle tue scelte, come ad esempio la proroga dell’ecobonus e tutte le misure ad esso assimilabili. Scopriamo insieme quali sono state le scelte dell’esecutivo guidato da Giuseppe Conte.

Il Governo opta per la proroga delle detrazioni per la casa

La prima cosa che devi sapere riguardo alle scelte del Governo confluite nella legge di bilancio 2019 è la conferma, con scadenza alla fine del 2019, di tutte le detrazioni connesse alla casa. Tendenzialmente non vi sono delle novità rispetto alle detrazioni così come sono state applicate fino a questo momento: rimangono infatti in vigore il bonus mobili del 50%, così come il bonus verde. Risulta così venuta meno la possibilità che il Governo ricerchi le risorse per i provvedimenti più importanti della legge di bilancio 2019 attraverso il taglio delle detrazioni sulla casa. Sicuramente questa decisione farà piacere a quanti sono proprietari di una casa e che fino a questo momento hanno usufruito delle detrazioni connesse alla cosiddetta “prima casa”.

Riforma delle Pensioni: Tutte le Novità della Legge di Bilancio 2019

Nel corso della giornata precedente il Consiglio dei Ministri ha ufficialmente approvato il disegno di Legge di Bilancio 2019 le cui introduzioni dovrebbero, a detta degli esponenti dei due partiti di maggioranza, rivoluzionare il sistema pensionistico italiano precedentemente danneggiato, secondo il Luigi Di Mario, dall’approvazione della Legge Fornero il cui superamento è non sono una proposta bensì un vero e proprio obiettivo.

All’interno della Legge di Bilancio 2019 presentata al Def però sono stati presentati numerosi altri progetti che prevedono l’adozione di particolari strumenti fiscali come il reddito di cittadinanza e la pensione di cittadinanza, senza trascurare flat tax e taglio alle pensioni d’oro. In questo articolo illustreremo tutte le novità della Legge di Bilancio 2019 presentata ieri sera in ambito pensionistico

Trade Finance: Definizione e Significato

La trade finance consente di prevenire i rischi che sono stati identificati nelle vendite di beni e servizi all’estero. Si tratta di una modalità estremamente diffusa nell’ambito del commercio internazionale e che si basa molto spesso sul sistema bancario. Infatti diventa possibile ottenere il pagamento delle merci presentando la polizza di carico che ne attesta la spedizione. Oltre all’apertura di lettere di credito possono essere messe a disposizione altre forme di sostegno, come l’anticipo import (per fornire all’importatore i fondi necessari per pagare le merci a fronte della presentazione del contratto di importazione), il forfaiting, il factoring e l’assicurazione del credito all’importazione.

In questo modo sia l’acquirente che l’esportatore riescono a ridurre i rischi derivanti da queste transazioni commerciali. In Italia la trade finance è regolata non solo dall’Accordo Consensus, ma anche dalla Legge Ossola, finalizzata ad agevolare il credito e le operazioni di export. Inoltre viene supportata dalla Simest, un’apposita istituzione finanziaria demandata a questo ruolo.

Invoice Trading: Cos’è e come Funziona per avere liquidità per PMI e Startup, Piattafome Italiane

L’invoice trading è un fenomeno sempre più noto agli esperti e operatori del settore e sta conoscendo un’espansione notevole. Tra il 2017 ed il 2016 ci sono già state differenze abissali, con un aumento pari a circa 8 volte nel 2017 le transazioni avvenute nel 2016. Una crescita importante anche se poco nota al grande pubblico, anche perché porta con sé dei vantaggi non immediatamente comprensibili ma sicuramente interessanti.

Prima di approfondire il tema e analizzarne i vantaggi, definiamo l’invoice trading: è la compravendita di fatture tra aziende ed investitori. Quindi se la tua azienda presenta fatture da incassare a trenta o sessanta giorni per esempio, può ricorrere a questo metodo per monetizzare subito i propri crediti.

Nuovi Nomi e Sigle per Benzina e Diesel, Ecco Quali Sono le nuove Etichette

Dal 12 ottobre saranno adottate nuove etichette per identificare senza possibilità di errore il diesel, la benzina e gli altri carburanti (metano e GPL). Inoltre dovranno essere riportate le composizioni del prodotto, nello specifico le componenti ottenute dalle fonti rinnovabili e quelle di origine vegetale. Di conseguenza i distributori dovranno adeguarsi, facendo riferimento alla nuova normativa europea.

L’obiettivo risulta essere l’introduzione di standard comunitari così da poter essere riconoscibili dagli automobilisti qualunque sia il Paese europeo di provenienza. Le nuove etichette dovranno essere posizionate non soltanto sugli erogatori delle stazioni di rifornimento e di ricarica, ma persino sulle vetture di nuova produzione, per la precisazione sui tappi di rifornimento.

Tutti i contenuti di questo sito sono solo a scopo informativo e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio oppure consulenza all’investimento in qualsiasi strumento finanziario.