Lavoro

Alleanza TIM-Google per il Cloud, in arrivo nuovi Data Center e 800 Assunzioni

Tim ha firmato l’accordo con Google Cloud con l’obiettivo di creare una nuova newco e con un piano che prevede l’apertura di nuovi Data Center e circa 800 nuove assunzioni. Il titolo in borsa in seguito alla notizia ha subito un forte aumento. Inoltre sono stati firmati anche accordi con Santander e Netflix, contestualmente all’approvazione dei conti dei primi nove mesi.

Cosa prevede l’accordo Tim-Google

Tim e Google hanno firmato l’accordo che prevede la creazione di una partnership tra i due colossi con lo scopo di far diventare Tim il principale player italiano per i servizi cloud ed Edge Computing. L’obiettivo è quello di creare una nuova newco con una probabile futura quotazione. Questa, secondo le slide di presentazione forniti da Tim per il terzo trimestre, potrebbe arrivare a generare circa 500 milioni di euro per arrivare a circa 1 miliardo entro il 2024.

Arcerol Mittal lascia l’Ilva di Taranto e l’Italia: a rischio la Chiusura dell’Impianto, le Possibili Conseguenze

Migliaia di posti di lavoro sono a rischio a causa della minaccia di ArcelorMittal, multinazionale indiana, di lasciare l’Ilva di Taranto. In gioco ci sono non solo decine di migliaia di posti di lavoro ma anche più di 20 miliardi di euro.

Le motivazioni che hanno spinto ArcelorMittal a voler rescindere dal contratto con l’Ilva.

l’Ilva di Taranto situata nella regione pugliese è un importante stabilimento siderurgico che da lavoro a moltissimi operai ma ha causato anche incendi discussioni per via dell’enorme impatto ambientale che causa lo stabilimento. ArcelorMittal, una multinazionale indiana, ha un contratto di affitto presso l’Ilva ma in questi giorni ha dichiarato di voler rescindere da tale accordo entro massimo 30 giorni. La decisione presa dalla grande azienda è stata fatta recapitare ai commissari straordinari nominati dal ministero per lo Sviluppo economico attraverso una lettera.

L’istat annuncia che a Settembre 2019 la disoccupazione torna a salire

Secondo l’ISTAT, nel mese di settembre, la disoccupazione nel nostro Paese è aumentata, raggiungendo il 9,9% e registrando una crescita dello 0,3% rispetto al mese precedente. Questi dati riguardano in ugual misura uomini e donne di tutte le fasce d’età, tranne quella nel range compreso tra i 25 e i 40 anni.

Per quanto riguarda i dati sull’occupazione, l’ISTAT ha rilevato che il numero degli occupati ha subito un decremento di circa 32 mila unità, che corrisponde allo 0,1%, benché il tasso di occupazione si mantenga stabile, e cioè al 59%.

Lavori più Pagati in Italia: quali sono i Lavori Meglio pagati del Momento

Al giorno d’oggi, ricercare un’occupazione ben retribuita rappresenta impresa assai ardua, pregna di insidie derivanti anche e soprattutto da una crisi economica la cui morsa si fa tuttora sentire. Se è vero che, successivamente al titolo di studio conseguito, è bene acquisire sufficiente esperienza, è altrettanto vero che un corrispettivo minimo è tutto ciò che potresti legittimamente attenderti da un datore che possa definirsi onesto.

Nella schiera di coloro che cercano lavoro, c’è chi ha perduto quello precedente e c’è chi, al contrario, intende fare un passo avanti nella propria carriera lavorativa. Detto questo, quali sono i lavori meglio pagati al momento? Malgrado ciò che si potrebbe erroneamente credere, la risposta a tale interrogativo è affermativa. Proprio per questo, in seguito ti verranno elencate alcune professioni tanto richieste quanto ben pagate.

Decreto Crescita 2019: cosa prevede, incentivi e novità fiscali introdotte

Pubblicato all’interno della Gazzetta Ufficiale in data 29 giugno 2019, il cosiddetto Decreto Crescita rappresenta un provvedimento la cui importanza è se non altro notevole. Questo perché il proprio contenuto si impernia su una serie di interventi il cui scopo è quello di favorire la crescita economica italiana, dando slancio e linfa vitale agli investimenti.

Concorso INPS a Novembre 2019 per 5.000 nuovi assunti: tutti i dettagli

Probabilmente sei tra coloro che già hanno provato in passato a vincere un concorso pubblico, per poter iniziare un percorso lavorativo nella pubblica amministrazione. Come è noto, i concorsi pubblici sono una strada infatti molto battuta da coloro che sono in cerca di una stabile occupazione e che aspirano a dare il proprio contributo lavorativo per far funzionare quella che è la macchina statale.

Ebbene, dopo i concorsi pubblici che hanno segnato gli ultimi 2 anni, a breve ne verrà indetto un altro, riguardante una delle realtà più importanti della realtà statale italiana e che senti nominare spesso nei notiziari, a causa della cosiddetta “quota 100” e del reddito di cittadinanza. Il riferimento è all’INPS, dove sono in programma delle assunzioni tramite concorso pubblico. Qui di seguito troverai tuti i dettagli in merito emersi fino a questo momento.

Lavori Estivi Stagionali: Quali Sono e Come Trovarli

Uno dei momenti migliori per trovare lavoro è senza dubbio quello estivo, quando vi sono numerose possibilità per quanto concerne i cosiddetti lavori stagionali. Risulta ovvio come non si tratti di lavori dove si può aspirare ad un contratto a tempo indeterminato e a fartelo comprendere è sufficiente già il termine “stagionale”: questa parola infatti sta ad indicare che il rapporto di lavoro andrà a concludersi una volta finita la stagione estiva, quindi al massimo ad inizio ottobre.

Ad ogni modo si tratta comunque di un buon modo per mettere da parte qualcosa ed anche per fare esperienza. Ma quali sono i lavori stagionali che è possibile trovare nel periodo estivo? E come ti sarà possibile, se interessato, fare domanda? Qui di seguito troverai le risposte a tutti questi quesiti.

Decreto Sblocca Cantieri: Cos’è e Cosa Prevede, quali sono le ultime novità

Il segmento dell’edilizia pubblica e delle grandi opere è, storicamente, un settore nel quale le lungaggini burocratiche e, talvolta, un certo malcostume hanno creato una sorta di impasse dalla quale è sempre stato particolarmente difficile uscire. Per questo motivo, nel nostro Paese, le grandi opere pubbliche sono state di difficile realizzazione; i cantieri aperti hanno sovente arrestato il loro funzionamento rimanendo bloccati per lungo tempo e, purtroppo, non sono stati rari i casi in cui, chi ne era responsabile, si è approfittato del ruolo in sorta di clima clientelare.

Una disciplina giuridica assai vasta e complessa non ha certo giovato alla causa costringendo anche chi era dotato di buona volontà a muoversi tra cavilli di varia natura. E’ per questa ragione che il nostro esecutivo ha ritenuto necessario mettere mano alle norme giuridiche che disciplinano gli appalti pubblici. La gestazione del Decreto Sblocca Cantieri, in realtà, è stata lunga e complicata ed ha attraversato fasi assai altalenanti. Cerchiamo di scoprire cos’è il decreto, cosa prevede e come sono strutturate le novità degli ultimi giorni.

Quattordicesima 2019: quando arriva, importo della 14a mensilità di luglio

La quattordicesima è un importo aggiuntivo, allo stipendio o alla pensione. Non si tratta, tuttavia, di un diritto acquisito di tutti i lavoratori e, per quel che concerne i pensionati, nel 2019, essi devono soddisfare determinati criteri, sia reddituali e contributivi, che anagrafici.

Per quanto riguarda i dipendenti del settore privato (sia full time che part time), questi hanno diritto o meno alla quattordicesima, a seconda della categoria del CCNL sottoscritto con il datore di lavoro. Normalmente, percepiscono la quattordicesima mensilità i lavoratori del settore commercio e terziario. Sono, invece, esclusi, i dirigenti del settore industria ed i lavoratori metalmeccanici, per i quali le mensilità sono tredici. 
Questa guida illustrerà brevemente le categorie che hanno diritto a percepire la quattordicesima 2019, nonché utili informazioni per il calcolo dell’importo, ed, infine, la tempistica di erogazione, a seconda delle categorie di aventi diritto.

Attività Redditizie: Quali Sono le Opportunità di Oggi per l’Apertura di Attività Commerciali

In una fase economica, dove il lavoro più che trovarlo, occorre crearselo, sono in molti coloro che aspirano a diventare imprenditori, tuffandosi in una nuova sfida. Se sei intenzionato ad investire, dando il la ad un nuovo business, conoscere le migliori attività redditizie o più semplicemente quei settori che presentano maggiori opportunità di fare profitti nel 2018, può essere per te di estremo aiuto. Con il suddetto articolo ti presentiamo la lista delle attività redditizie per l’apertura di un esercizio commerciale.

1) Attività attinenti all’universo del benessere

Benessere, salute, trattamento e cura del corpo sono tematiche per cui nelle coppie si parla sempre. Il comparto è destinato a crescere e gran parte del merito va dato ai venditori che prendono spunto dalle culture estere, specie da quelle più esotiche. Ed è cosa nota che l’esotico affascini tutt’oggi.

Centri per l’Impiego, Cosa Sono, Come Funzionano e come dovrebbero Trovare Lavoro ai Disoccupati

Prima del 1997 esistevano gli Uffici di collocamento a cui bisognava iscriversi per essere inseriti in alcune liste e attendere di essere contattati da potenziali datori di lavoro. Con il decreto legislativo n 469 del 1997 gli Uffici di collocamento sono stati sostituiti con i CPI o Centri Per l’Impiego che hanno il compito di svolgere tutta una serie di attività di formazione e orientamento che i vecchi Uffici di collocamento non svolgevano. 

Cerchiamo di capire cosa sono i Centri Per l’impiego, come funzionano, i loro compiti, come iscriversi e le nuove assunzioni previste con la nuova legge di bilancio volta a potenziare i CPI anche in relazione all’ingresso del nuovo reddito di cittadinanza voluto dal Movimento Cinque Stelle.

Bando e Concorso Navigator 2019: tutti i Dettagli sul Lavoro come Navigator

I Navigator, grazie anche al Redditto di Cittadinanza, sono delle figure lavorative che ben presto verranno assunte dalla pubblica amministrazione. Questa figura professionale è un tutor che si occuperà di aiutare i disoccupati e inoccupati a trovare un impiego lavorativo in base alle diverse esperienze, competenze e titoli di studio conseguiti dai soggetti che sono alla ricerca di un lavoro. Questa figura lavorativa deve quindi essere in grado di svolgere un ruolo molto importante e per tale motivo è importante che queste abbia dei requisiti fondamentali che permetteranno ai candidati di poter ottenere questo posto di lavoro.

Requisiti per Diventare Navigator

Essendo una figura lavorativa richiesta presso il Centro per l’Impiego e dovendo avere a che fare col pubblico e con le sue richieste specifiche, il Navigator deve essere un ruolo rivestito da una persona che abbia delle competenze specifiche e competenze che le permetteranno di assumere questo incarico in maniera perfetta.

Calcolo RAL da Busta Paga: Come Calcolare la Retribuzione Lorda Annua

Se sei un dipendente e quindi ogni mese ricevi un busta paga, potrebbe essere importante comprendere come leggere i dati che sono presenti su di essa. Conoscere la retribuzione annua lorda definita anche con l’acronimo ral da busta paga, non solo può essere necessario in particolari momenti dell’anno, ma potrebbe esserti utile al fine di calcoli fiscali e retributivi. Un esempio potrebbe essere l’obbligo annuale di compilare la certificazione unica che ha sostituito il vecchio CUD.

Per poterla compilare devi essere a conoscenza di una serie di parametri presenti all’interno della busta paga. Non sempre la lettura è facile. Affidarsi a un professionista del settore può essere un valido modo per non fare errori, ma al contempo capire come si calcola la retribuzione annua può essere una conoscenza necessaria al fine di organizzare anche le tue finanze mensili e annuali.

Maternità Facoltativa: Cos’è, a Chi Spetta, Quanto Dura e Quanto si Percepisce

La maternità facoltativa rientra tra le forme di astensione dal lavoro a cui hai diritto in occasione della nascita o dell’adozione di un figlio, se sei una lavoratrice o un lavoratore. 

Beneficiano dei diritto le lavoratrici e i lavoratori titolari di un rapporto di lavoro dipendente. In forma minore, ne beneficiano anche le lavoratrici e i lavoratori agricoli, subordinati alla prestazione di 51 giornate di lavoro agricolo nell’anno che ha preceduto la nascita del figlio, le lavoratrici iscritte alla gestione separata, purché registrino almeno 3 mesi di contribuzione nei 12 mesi che vengono considerati come riferimento per calcolare l’assegno di maternità, le lavoratrici autonome, a cui spettano 3 mesi di maternità facoltativa nel periodo fino al compimento del primo anno di età del figlio.

La maternità facoltativa spetta anche ai padri

Il congedo parentale, termine che identifica la maternità facoltativa, viene esteso dal legislatore ai padri, mentre maternità anticipata e obbligatoria tutelano esclusivamente le madri. Potrai quindi condividere con il tuo partner se e chi di voi si asterrà dal lavoro accedendo all’istituto della maternità facoltativa. La scelta sull’astensione facoltativa si fonda normalmente su presupposti retributivi. Considerato che l’importo dell’assegno che corrisponde al congedo parentale è pari tra madre e padre, a parità di condizioni sarà probabile che si astenga dal lavoro chi, tra il tuo partner e te, percepisce una retribuzione inferiore.

Anche il padre si può quindi astenere dal lavoro, per un periodo fino a sei mesi. Questo periodo può raggiungere i sei mesi dalla nascita del figlio se il padre non va a lavoro per un periodo continuativo o frazionato non inferiore ai sei mesi. Nel caso sia tu che il tuo partner vi assentiate dal lavoro per maternità facoltativa, la somma dei periodi di congedo non potrà superare gli 11 mesi. Se sei un genitore “single” puoi astenerti per un periodo massimo, frazionato o meno, di 120 mesi. Per genitore “solo” si intende chi abbia perso il partner o chi ha l’affidamento esclusivo del figlio.

Il periodo di maternità facoltativa

Il congedo parentale può durare fino a 6 mesi e ne puoi usufruire fino a quando tuo figlio non avrà compiuto i 12 anni di età. La fruizione del periodo di maternità facoltativa può essere continuativa o frazionata in mesi, giorni e ore. La norma si applica ai genitori naturali e ai genitori adottivi. Nel caso tu abbia adottato il bambino, i limiti di età faranno riferimento alla data di adozione e affidamento e non alla data di nascita.

La richiesta di maternità facoltativa

Come la maggior parte delle istanze verso l’INPS, puoi richiedere il congedo parentale può essere inoltrata all’INPS in modalità telematica. L’accesso ai servizi della piattaforma INPS può avvenire solo se disponi del codice pin rilasciato dall’Istituto. In alternativa potrasi formulare la domanda attraverso il contact center INPS che risponde a numeri telefonici gratuiti da rete fissa e a pagamento da rete mobile. I patronati offrono servizi di compilazione e trasmissione delle domande di maternità facoltativa per tuo conto.

Occorre ricordare che dovrai inoltrare la domanda di congedo parentale prima dell’effettivo inizio del periodo di astensione dal lavoro. Qualora la comunicazione avvenga in ritardo, usufruirai del trattamento economico solo per i giorni che decorrono dal momento della ricezione in INPS della domanda.

Quale retribuzione durante la maternità facoltativa

Il congedo parentale prevede due livelli di retribuzione, che variano a seconda dell’età del bambino durante il periodo di assenza dal lavoro. 
Entro i primi 6 anni di vita del bambino e al massimo per 6 mesi avrai diritto ad una retribuzione giornaliera pari al 30% di quanto percepisci in media, assumendo come base la retribuzione del mese precedente a quello di inizio del congedo.

Se il tuo bambino ha un’età che va dai 6 anni e un giorno fino agli 8 anni, i periodi di maternità facoltativa saranno retribuiti solo in caso di disagio economico. Avrai diritto all’indennità solo se il tuo reddito individuale non raggiunge il limite di 2,5 volte il trattamento di pensione minima. In casi diversi dalle condizioni di disagio economico, se tuo figlio ha superato i 6 anni, e in ogni caso per le età superiori agli 8 anni, non percepirai alcuna retribuzione ma potrai assentarti dal lavoro per i periodi consentiti.

Visite Fiscali INPS per il 2019: Orari per i Controlli per lavoratori Pubblici e Privati

Il lavoratore dipendente, in caso di malattia, ha il diritto di assentarsi dal luogo di lavoro fino a che non sia guarito completamente. Durante il periodo di malattia, ha diritto alla conservazione del posto di lavoro, alla maturazione degli scatti di anzianità, al riconoscimento contributivo e a percepire regolare retribuzione.

Affinché abbia diritto di percepire l’indennità di malattia, il lavoratore è tenuto a farsi certificare l’insorgere della stessa e la relativa prognosi dal proprio di medico di famiglia. Da qualche anno a questa parte, non è più suo compito trasmettere il certificato al datore di lavoro in quanto sarà il medico di famiglia a inviarlo telematicamente alla sede INPS competente. Durante il periodo certificato come malattia, il datore di lavoro o l’Istituto Nazionale Previdenza sociale, avranno il diritto di sottoporre il lavoratore ad accertamento medico atto a verificare il reale stato di malattia del dipendente.

Come Lavorare in Goldman Sachs: Come Candidarsi, Posizione Aperte in Goldman Sachs Italia

Se venissero forniti tre indizi quali “Stati Uniti, Banca e Finanza” la mente viaggerebbe immediatamente dall’altra parte del mondo per arrivare con il pensiero alla Goldman Sachs. La banca statunitense rappresenta il “sogno americano” degli studenti universitari, dei neolaureati e – ancora più in generale – di qualsiasi professionista che desideri lavorare, a livelli importanti, nel settore della finanza.

 Lavorare in Goldman Sachs: tutto quello che devi sapere sulla selezione e colloquio

Con la propria borsa di lavoro in mano, come si potrebbe varcare la porta della banca di affari tra le più grandi del mondo? Come in qualsiasi altra professione, alla maggior parte delle posizioni di front-Office, presso l’istituto bancario si accede attraverso una serie di colloqui. A differenza delle banche “normali” in cui il colloquio precede l’eventuale assunzione, per entrare alla Goldman Sachs, però, bisognerà superare numerosi incontri con i responsabili che si occupano della gestione delle Risorse Umane.

Assunzioni Poste Italiane nel 2019: previsti 7500 nuovi posti di Lavoro

Saranno ben 7.500 i nuovi lavoratori assunti da Poste Italiane nel corso del 2019: a darne l’annuncio è stato il sottosegretario al Lavoro Claudio Durignon durante la seconda settimana di ottobre. Durignon ha spiegato come, grazie alla riforma della Legge Fornero sulle pensioni, sarà possibile liberare nuovi posti di lavoro per i giovani e, al tempo stesso, incentivare le assunzioni nel corso dei prossimi mesi.

Il 13 giugno scorso, infatti, Poste Italiane e i sindacati hanno stipulato un nuovo accordo che prevede l’attivazione di ben 1.580 nuove assunzioni entro la fine del 2018, oltre al coinvolgimento di oltre 6.000 lavoratori nell’arco di tre anni (dal 2018 al 2020) per la stabilizzazione dei rapporti di lavoro a tempo determinato, la conversione di contratti part time e full time ed ulteriori aumenti di personale dipendente.

Riforma dei Centri per l’Impiego: Cosa Cambia dopo l’approvazione del DEF

Dopo una lunga e travagliata trattativa si è arrivati finalmente alla definizione del Documento di programmazione Economica e Finanziaria, fondamentale per indirizzare l’economia italiana nel triennio successivo. Si è trattato di un cammino abbastanza difficile per le forti pressioni, da un lato, delle principali forze politiche di maggioranza affinché si sfondasse il limite del 2% del deficit e, dall’altro, per la resistenza del Ministro dell’Economia per evitare proprio questo sforamento. Alla fine però hanno prevalso i primi e nel documento sono state inserite buona parte delle promesse fatte in campagna elettorale, prima fra tutte il reddito di cittadinanza.

Questa misura prevede che a tutti i cittadini residenti sul territorio italiano di almeno 10 anni e che risultino sotto la soglia di povertà Istat. In base a questo parametro sarà riconosciuto a queste persone un assegno di 780 euro per chi non guadagna nulla o con una somma integrativa che permetta di raggiungere questa soglia minima. Inoltre bisogna essere disoccupati o inoccupati e essere iscritti o iscriversi ai Centri per l’Impiego che rappresentano un altro punto cardine della riforma.

Lavori Ben Pagati che Nessuno Vuole Fare: Quali sono e quanto si può Guadagnare

In un periodo storico come quello che stiamo vivendo, avere un lavoro ben pagato appare troppo spesso una chimera. Tuttavia forse non sai che in realtà, anche in tempi difficili come quelli attuali vi è la possibilità di trovare dei lavori soddisfacenti da un punto di vista economico. Il riferimento è a quei lavori ben pagati che però nessuno sembra più voler fare.

I lavori ben pagati che non conosco la parola “crisi”

Se è vero che attualmente il mercato del lavoro non consente troppe speranze di guadagni sostanziosi, devi comunque sapere che vi sono, anche attualmente, dei lavori che sono ben pagati e che quindi dovresti prendere in seria considerazione. Ciò che devi tenere presente è che si tratta di lavori che tendenzialmente nessuno vuole fare. Tra le occupazioni redditizie ne spiccano alcune per cui non è necessario un titolo di studio.

Calcolo TFR Online: come fare a calcolare il Trattamento di Fine Rapporto

Il TFR o più conosciuto come liquidazione è il trattamento di fine rapporto, ossia la prestazione economica che spetta al lavoratore subordinato al momento della cessazione del rapporto lavorativo. Si individua in un compenso calcolato per quote, le quali devono essere il risultato delle retribuzioni annue percepite dal lavoratore. Il calcolo del TFR è possibile grazie a molti servizi presenti online, ma è ovviamente necessario sapere come si ottiene la somma finale, quella che deve essere corrisposta dal datore di lavoro al momento della cessazione del rapporto.

TFR, retribuzione di riferimento

Se non diversamente previsto dai contratti collettivi, la retribuzione base per ottenere il TFR è costituito da tutti quegli elementi di natura normale, tipica e ripetitiva presenti all’interno del rapporto di lavoro come stabilito dell’accordo. A questi si devono aggiungere gli aumenti di anzianità, indennità di mensa, disagiata sede, eventuali importi forfettari, provvigioni, premi, prestazioni riconosciute e corrisposte non occasionali.

Come Inventarsi un Lavoro Oggi: Idee e Consigli per Crearsi un nuovo Lavoro

Purtroppo la grave crisi economica degli ultimi anni ha portato a registrare dati sempre più scoraggianti in relazione al tasso di disoccupazione in Italia. Ad aggiungersi all’elevato numero di giovani, tra i venti e i trent’anni anche laureati, a spasso e alla ricerca di un lavoro ci sono coloro che all’età di quaranta/cinquant’anni si trovano di colpo senza lavoro. Sono sempre di più infatti le imprese e gli stabilimenti che sono costretti a chiudere i battenti lasciando tutti i dipendenti in mezzo ad una strada.

Insomma, in questa complicatissima epoca la piaga della disoccupazione giovanile e non solo ha portato sempre più persone, costrette dalla necessità, a inventarsi letteralmente un lavoro. Cominciare o ricominciare da zero per sfruttare nuove opportunità e le proprie capacità non è sempre un male, basta avere passione, la giusta determinazione, una buona dose di fortuna e tantissimo coraggio.

Preavviso Dimissioni e Licenziamento: Giorni e Preavviso per le Varie Tipologie di Contratto

Al fronte delle novità introdotte sia dal Jobs Act che dalle nuove normative approvate in materia di dimissioni e licenziamento vi sono state alcune modifiche relative ai giorni di preavviso per le diverse tipologie di contratto. Occorre sapere infatti che nel caso siate intenzionati ad abbandonare il posto di lavoro, quindi a presentare delle dimissioni, ci sono delle condizioni vigenti per il preavviso da comunicare e per la modalità con cui presentare le vostre dimissioni. Anche nel caso di volontà del datore di lavoro di interrompere il rapporto lavorativo, quindi di intraprendere un licenziamento, sussistono obblighi e criteri temporali vincolanti al fine di non arrecare alcun danno al lavoratore coinvolto.

Vediamo insieme quanti sono i giorni di preavviso necessari in corrispondenza delle varie tipologie di contratto, come presentarle e quali sono i rischi legati al mancato preavviso di dimissioni o licenziamento.

Orari Controllo Malattia del Medico Fiscale INPS: Quali Sono e Come Funziona

La cd riforma Madia ha introdotto delle importanti novità per quanto riguarda le visite fiscali. A partire dal 13 gennaio di quest’anno sono entrate in vigore le nuove regole riguardanti le visite fiscali per dipendenti pubblici, privati, docenti, insegnanti e forze dell’ordine. Prima di vedere nello specifico le varie novità occorre precisare che la visita fiscale è una sorta di controllo a cui viene sottoposto il lavoratore che si astiene dal posto di lavoro per malattia.

Questa può essere richiesta dal datore di lavoro oppure eseguita spontaneamente dall’Inps in qualsiasi momento, anche durante i giorni festivi e prefestivi, come il sabato e la domenica e nel primo giorno di assenteismo documentato dal certificato medico. Infatti, la prima importante novità è che mentre prima il controllo poteva essere eseguito, per ragioni di fattibilità, solo due giorni dopo la richiesta da parte del datore di lavoro oggi la visita fiscale è immediatamente eseguibile, con la conseguenza che il dipendente può esserne sottoposto sin dal primo giorno di assenza. Se la visita fiscale viene richiesta dal datore di lavoro e al momento dell’istanza quest’ultimo riceverà un numero di protocollo della pratica grazie al quale sarà possibile consultare lo stato di avanzamento sino all’esito conclusivo.

Quattordicesima Mensilità di Stipendio: a chi Spetta e Quando Arriva

In un periodo di forte crisi economica in cui gran parte delle famiglie italiane e dei pensionati arrivano a stento a fine mese la tredicesima e la quattordicesima, erogate dall’Inps o dal datore di lavoro, rappresentano per molti un’ancora di salvezza, delle mensilità aggiuntive grazie alla quali prendere un po’ di respiro dagli affanni economici di tutti i giorni.

Se però sulla tredicesima non ci sono dubbi nè in relazione all’importo (generalmente uguale alla mensilità spettante a titolo di pensione o di stipendio) tanto meno in relazione al periodo in cui viene erogata (il periodo delle festività natalizie), maggiori perplessità suscita la quattordicesima. Vediamo quindi, nello specifico, di capire in cosa consiste, a chi spetta e in quale periodo dell’anno viene erogata.

Contratto di Apprendistato: come Funziona, Stipendio e Retribuzione

Il contratto di apprendistato è una tipologia di contratto lavorativo il cui format prevede l’occupazione di giovani o studenti impegnati nel proseguimento del loro percorso di studi. Grazie a questa forma contrattuale il lavoratore può infatti impegnarsi lavorativamente e a tempo indeterminato pur conseguendo tranquillamente i suoi studi, ma non solo.

Con l’approvazione del Jobs Act nel 2018 Il contratto di apprendistato è stato esteso a tutte quelle categorie di lavoratori inoccupati a causa di fattori esterni, come ridimensionamento del personale, o ancora a tutti quei soggetti che percepiscono sussidi o disoccupazioni. I vantaggi riscontrati dall’adozione di questa tipologia di contratto sono notevoli, sia per il datore di lavoro che per il lavoratore. In questo articolo spiegheremo nel dettaglio come funziona un contratto di apprendistato, quali sono in media gli stipendi e a quanto ammontano le retribuzioni.

Calo della Produzione Industriale, i dati di Oggi

Nessun analista se lo aspettava, e la sorpresa arriva con un sapore amaro. La produzione industriale cala per la prima volta dal 2016. L’inversione di marcia si è registrata su tutti i comparti della produzione, nessuno escluso. I dati relativi al mese di Luglio indicano un calo della produzione industriale pari all’1,3% rispetto al 2017, mentre rispetto a giugno del 2018 è stato dell’1,8%. Il settore che risente di più della caduta è quello automobilistico, che registra un crollo vertiginoso del 10,6%.

Secondo l’Istat, il crollo è uniforme per tutti i dati relativi alla produzione industriale Italiana. Nello specifico i beni strumentali frenano del 2,2%, mentre i beni al consumo arretrano del 1,7%. In calo anche la produzione di energia dello 0,8% e dei beni intermedi dell’1,2%. In totale anche i beni al consumo registrano un crollo dell’1,9%. Maggiori flessioni invece riguardano i prodotti petroliferi e derivati con un calo del 6,4%, mentre la produzione di legno e carta segue con una perdita del 5,8%. Ancora, la metallurgia frena con un -2,8%, mentre la produzione di materie plastiche si ferma con una perdita del 2,8%.

Lavori Online Retribuiti per Guadagnare: Quali sono i Migliori

Ti piace il mondo del web e sogni di lavorare comodamente da casa? Negli ultimi anni sempre più aziende ricercano professionisti del web, ma attenzione non tutti i lavori ti permetteranno di racimolare un buono stipendio e soprattutto anche se il lavoro viene svolto da casa non significa che non vi siano degli obblighi e delle scadenze. Vediamo insieme quali sono i migliori lavori online.

Guardia Forestale: Come Diventare Guardia Forestale, Concorsi e Metodi

Il C.F.S., Corpo Forestale dello Stato, era una forza di Polizia che agiva sotto le dipendenze del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Dopo centonovantaquattro anni di storia il Corpo Forestale dello Stato ha cessato di esistere a partire dal 31 dicembre 2016 e al suo posto è stato istituito il Comando unità Carabinieri per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare.

Il nuovo Comando dell’unità dei carabinieri, che è stato istituito con un decreto legislativo, si articola in quattro differenti comandi: tutela forestale, tutela ambiente, politiche agricole e alimentari e tutela biodiversità e parchi. Per chi vuole accedere al Comando per la tutela forestale e acquisire il titolo di guardia forestale è necessario superare un concorso di selezione per entrare nell’arma dei Carabinieri.  Il primo concorso che si è occupato della selezione di nuove guardie forestali è stato il numero 1.598 bandito a marzo 2017, utile a selezionare gli Allievi Marescialli. Nell’ambito di questo Concorso a 167, tra i fortunati vincitori, è stato offerta l’opportunità di scegliere di entrare a far parte di quello che una volta era il Corpo Forestale.

Lavoretto da Casa: i Migliori Lavoretti che puoi fare da Casa per Arrotondare

Ci sono tanti lavoretti che potresti fare da casa per poter incrementare i tuoi guadagni. Specialmente grazie alle possibilità messe in campo da Internet, diventa piuttosto facile guadagnare qualche decina o centinaia di euro da casa per arrotondare lo stipendio. Ovviamente, non sono solamente lavoretti che si possono fare su Internet, ma anche delle cose pratiche.

Articoli online freelance

Chi ha detto che per scrivere un articolo bisogna essere per forza un giornalista? Oggi esistono piattaforme online che ricercano articolisti online freelance. Che cos’è il freelance? Il lavoratore freelancer è un lavoratore o un professionista che svolge un lavoro per diverse aziende, senza aver stipulato un contratto effettivo di dipendenza con esse. Il lavoratore freelancer viene retribuito tramite un contratto a prestazione occasionale, prendendo in carico un lavoro per una paga già predefinita.

Conad Lavora con Noi: Posizione Aperte e Consigli per Lavorare in Conad

Nel 1962 nasce il Consorzio Nazionale Dettaglianti, da cui deriva il nome del gruppo che oggi costituisce la Conad Soc. Coop, l’organizzazione più grande di imprenditori attivi nel settore del dettaglio totalmente indipendenti.

La società opera attraverso otto grandi gruppi e vanta varie insegne, tra cui Conad Superstore e Conad City. Come ogni altra rilevante realtà imprenditoriale, svolge l’attività di assunzione anche attraverso il suo sito ufficiale, da cui è possibile presentare le candidature.

Orari Visite Fiscali: le Fasce Orari per i Controlli del Medico

L’art. 5 dello Statuto dei Lavoratori prevede la figura della visita fiscale, predisposta dal datore di lavoro o dall’istituto previdenziale allo scopo di verificare l’effettivo stato di malattia del dipendente. L’INPS ha provveduto, con il messaggio 1399 del 29 marzo 2018, a ricapitolare questa procedura, apportando novità attraverso modifiche a seguito dell’entrata in vigore della riforma Madia.

Tali cambiamenti sono diretti a rinforzare la fase di controllo, allo scopo di impedire il ripetersi di quelle azioni valutate fraudolenti e dirette a consentire ai soggetti assenti di sfruttare la malattia come scusante per assentarsi dal lavoro.

NoiPa Cedolino Login: Come Accedere all’Area Riservata

Se appartieni alla categoria dei dipendenti pubblici, delle Amministrazioni stati, della Sanità o della Scuola, sei ormai in contatto diretto con le nuove tecnologie introdotte dal ministero della Pubblica Amministrazione al fine di rendere la consultazione dei tuoi documenti amministrativi e fiscali attraverso il web sicuri e diretti. Parliamo del sito NoiPA che gestisce e regola milioni di documenti on-line, come per esempio la documentazione inerente lo stipendio con un cedolino stipendio on-line e la relativa posizione contributiva. Il sistema non solo appare semplice ed intuitivo, ma ti permette in ogni momento di avere a portata di mano la documentazione necessaria.

Niente più carte o fogli che poi non riesci mai a trovare quando è necessario. Niente più richieste a segreterie. Grazie al sistema NoiPa, tutto è digitale e il tuo cedolino è consultabile per ben 15 mesi successivamente al suo rilascio e scaricabile sul tuo computer. Ma come funziona l’accesso al sito? Di seguito ti elenchiamo alcuni semplici passaggi che permetteranno di rendere questo semplice procedimento ancora più facile.

NoiPa Cedolino Online: Registrazione, Login ed Accesso all’Area Riservata

NoiPA è un sistema che viene riservato a tutti i dipendenti della pubblica amministrazione, destinando loro la possibilità di accedere ad alcuni specifici servizi. Il portale NoiPA è frequentemente consultato da centinaia di migliaia di persone tutti i mesi, sia per la consultazione del cedolino, sia per il compimento di alcune operazioni di natura informativa e dispositiva. Cerchiamo di saperne di più!

Come sopra anticipato, il portale NoiPA è accessibile da parte di tutti i dipendenti della pubblica amministrazione, come i lavoratori di amministrazioni statali, enti pubblici, scuole, sanità e enti locali.

Decreto Dignità: ecco le Novità sui Contratti a Termine

In attesa di capire se il decreto dignità subirà delle modifiche più o meno sostanziose, e in attesa di comprendere se effettivamente apporterà la dignità richiesta dal mercato del lavoro italiano, non possiamo che interrogarci bonariamente su quali siano le novità che il provvedimento del governo Conte ha predisposto per poter realizzare un positivo impatto sul mercato del lavoro e, in particolar modo, sui contratti a termine.

Di fatti, come risulta evidente dal tenore del documento, uno degli ambiti su cui il decreto sembra essersi concentrato maggiormente è proprio quello dei contratti a termine, sulla loro durata e sul numero delle loro possibili proroghe.

LIDL Recruiting Day a Milano: appuntamento il 16 luglio 2018!

LIDL, uno dei marchi più noti nella grande distribuzione organizzata europea, ha organizzato un interessante recruiting day a Milano per il prossimo 16 luglio 2018. Si tratta di una buona opportunità per poter entrare in contatto con la società e – magari – una buona anticamera per poter trovare un nuovo posto di lavoro nei suoi supermercati, considerato che il gruppo ambisce a assumere 85 persone nella sola Lombardia.

Bonus Legge 104: 1900 € in arrivo per l’Assistenza, a chi Spetta e Come Ottenerlo

C’è una grande novità in arrivo per tutti coloro che si trovano a dover affrontare la difficile situazione di assistere un familiare disabile. In questi giorni si discute in Senato la possibilità di erogare nuovi benefici e detrazioni, oltre ad un bonus di 1900 euro che viene erogato direttamente dall’Inps. Nel Testo Unico al vaglio non ci sono solo le conferme di tutte le agevolazioni che la legge 104 concede in questi casi, ma l’aggiunta di nuovi vantaggi fiscali.

La legge va incontro a queste persone, le cosiddette caregiver familiari, con nuove opportunità come la possibilità di richiedere un lavoro part-time o da remoto, come si dice in gergo, e cioè da casa, i contributi previdenziali figurativi per la pensione, le ferie solidali, oltre ai permessi retribuiti già previsti dalla legge 104 che vengono perciò confermati.

Concorsi Infermieri Pubblici e Privati: Date, Città ed altre Informazioni

Per l’anno 2018 sono stati diversi concorsi per ricoprire il ruolo di infermieri, sia nel settore pubblico che in quello privato, un’ottima occasione per gli aspiranti infermieri di trovare un posto di lavoro. Vediamo nel dettaglio quali sono i prossimi concorsi, le scadenze e le città dove sono disponibili i nuovi posti.

Il concorso per infermieri nella Polizia di Stato

E’ di pochi giorni fa la notizia dell’uscita del bando per l’assunzione di 153 infermieri presso la Polizia di Stato, otto per altre professioni sanitarie e altri 146 in discipline diverse da quelle sanitarie. Per poter partecipare al bando per la copertura di 153 posti da infermieri è necessario essere in possesso di alcuni requisiti:

Cos’è il CNEL, come Funziona e Perchè lo si vuole Abolire

Il CNEL: funzioni, competenze e attività

Il Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro è stato istituito nel 1957 ed è un organo previsto dall’articolo 99 della Costituzione. Ha sostanzialmente una funzione di tipo consultiva che consiste nell’esprimere pareri in materia economica-sociale a favore delle Camere. Tali pareri non sono comunque vincolanti.

Può, inoltre, promuovere iniziative legislative sempre sulle materie di sua competenza contribuendo nei termini e nei modi previsti dalla norma. Tra le attività istituzionali del Cnel vanno, infine, sicuramente ricordate:

OSS Operatore Socio Sanitario: Cosa fa e Mansioni, Contratto e Come Diventarlo

L’Operatore Socio Sanitario (OSS) costituisce una figura per l’aiuto a domicilio oppure nelle cliniche dei pazienti. Si tratta di un operatore che affianca l’infermiere nella somministrazione delle cure. L’OSS deve supportare il paziente sia dal punto di vista fisico che da quello emozionale e umano. Infatti tutte le sue mansioni sono finalizzate a garantire l’autonomia e il benessere psico-fisico del paziente. Istituito dalla conferenza Stato-Regioni il 22 febbraio 2001, può operare sia in ambito pubblico che privato.

Quali sono le loro mansioni

L’Operatore Socio Sanitario aiuta le persone nel soddisfare i bisogni primari. In particolare le sue mansioni sono:

Come Fare la Domanda di Disoccupazione NASpI: la Guida Completa

Per presentare l’istanza di disoccupazione NASPI, introdotta con il Jobs Act, è necessario seguire una specifica procedura ad hoc gestita dall’INPS. Tutti i lavoratori che hanno perso il posto di lavoro possono presentare la domanda online grazie al software ed al servizio approntato online dall’Istituto di Previdenza. In alternativa, è possibile rivolgersi anche ai Patronati per presentare l’istanza NASPI 2018.

Questa guida raccoglie tutte le informazioni su come fare la domanda di disoccupazione NASPI, quali sono i requisiti necessari per presentarla, la durata e come viene computato l’importo spettante.

Calcolo Reddito Annuo Netto dal RAL del CUD: Guida a come Calcolarlo

La certificazione unica, a partire dal 2015, ha rimpiazzato a tutti gli effetti il vecchio CUD (codice unico dipendenti). Se i dipendenti la ricevono dai datori di lavoro annualmente ed entro il 28 febbraio, i pensionati la ricevono dal rispettivo ente pensionistico. In qualità di contribuenti, quindi, ci sono diversi dati che vanno accuratamente compilati. L’importante, prima di tutto, è capirne il significato. Per dubbi vari, è sempre scelta saggia rivlolgerti al tuo commercialista di fiducia. All’interno di questo articolo, vediamo pertanto come calcolare il RAL, acronimo di reddito annuo lordo, dalla certificazione unica.

Dove trovare il RAL nella certificazione unica?

Dando per scontato che le operazioni hanno inizio con la percezione della busta paga, tieni presente che la certificazione unica è costituita da due parti. La prima si riferisce ai dati fiscali, mentre la seconda è incentrata sulle informazioni previdenziali. Un errore comune che molto spesso viene effettuato è quello inerente alla confusione tra il reddito lordo e l’imponibile che permette il calcolo dell’IRPEF. Non devi considerata questo dato che si trova al primo rigo della seconda pagina.

Stipendio Medio Italia: il Reddito Medio, lavori più Pagati e Stipendi Medi Europei

Ormai nell’immaginario collettivo, in Italia c’è sempre meno lavoro a causa della crisi scoppiata nel 2008; e ove anche ci fosse,è poco retribuito. Ma è veramente cosi?

Secondo i dati statistici, in Italia, ogni lavoratore guadagna poco più di millecinquecento euro netti al mese, il che significa quasi venti mila euro all’anno. Ovviamente è un dato puramente statistico,in quanto a seconda della professione si possono guadagnare cifre ben differenti.

Prestazione Occasionale: come Funziona, Limiti e Ricevuta, le novità del 2019

Per prima cosa è bene che tu sappia cosa si intende per prestazione occasionale in maniera tale che questo termine non possa essere confuso col lavoro part time, che molto spesso viene identificato nello stesso modo quando si parla di tali prestazioni. La prestazione occasionale è quella che avviene saltuariamente, senza una cadenza fissa, la quale permette a un lavoratore di poter ottenere un reddito aggiuntivo che deriva appunto da questo genere di lavori.

Per esempio una consulenza che un tecnico informatico effettua per un suo vicino di casa rientra perfettamente nel concetto di prestazione occasionale dato che la stessa non rientra nelle mansioni lavorative di un lavoratore durante il suo orario d’ufficio. Pertanto non si parla di lavoro part time visto che il lavoratore occasionale può prestare i suoi servizi per svariati soggetti o imprese senza che sia necessario istituire un contratto di lavoro, che invece vincola i lavoratori part time a quell’impresa.

Esselunga Lavora con Noi, le Offerte di Lavoro in Esselunga e Consigli per Candidarsi

Se vuoi entrare a far parte del gruppo Esselunga potrai navigare nella sezione del sito dedicata interamente alla richiesta di personale, che ti consente di entrare a far parte di un team dinamico in grado di offrirti l’opportunità di avere un impiego full time in una delle diverse zone d’Italia. Analizziamo ora le offerte di lavoro in modo tale che tu possa scegliere la posizione che meglio si adatta alle tue competenze e qualche consiglio per essere selezionato per un colloquio conoscitivo.

Il primo gruppo di offerte di lavoro che vengono proposte dal gruppo Esselunga sono quelle che riguardano l’allievo, ovvero un percorso lavorativo-formativo che ti permette di apprendere tutti i vari segreti che riguardano quella professione, con possibilità di essere assunto a tempo indeterminato e allo stesso tempo con contratto full time. Questi annunci si differenziano per il tipo di professione che apprenderai: barista, cameriere e macellaio, così come responsabile delle vendite, sono alcune delle svariate tipologie di ruoli che potrai rivestire rispondendo questi annunci di lavoro.

Lavoro Poste Italiane: 1500 Nuove Assunzioni in nel 2018

Poste Italiane assumerà 1580 persone entro la fine del 2018 e altri 4500 entro la fine del 2020. Un triennio, il prossimo, che si rivela quindi particolarmente importante per Poste Italiane che si appresta a stabilizzare il personale già presente e precario, oltre a convertire numerosi contratti di lavoro part time in full time.

Stabilizzazione del personale già in forza

È questo il risultato dell’accordo per le politiche attive del lavoro con i sindacati Slp-Cisl, Slc- Cgil, Uilposte, Failp-Cisal, Confsal Com, Fnc – Ugl Comunicazioni. In particolare Poste Italiane dovrebbe iniziare il suo piano di assunzioni passando a tempo indeterminato 1080 persone già in forza nel gruppo o che comunque abbiano già lavorato con contratti a termine. Previste inoltre 1126 trasformazioni di rapporti part time in full time e 500 assunzioni per consulenti negli uffici postali che saranno assunti prevalentemente con contratto di apprendistato professionalizzante per svolgere mansioni quali specialista sala consulenza e venditore mobile nell’ambito del mercato dei privati.

Centro per l’Impiego di Rimini, Orari e Offerte di Lavoro

Per chi è in cerca di un’occupazione e risiede nella Provincia di Rimini, ci sono a disposizione dei centri per l’impiego tra i più efficienti in Italia. La loro dislocazione sul territorio è ottima come pure la sua accessibilità sia se si vuole raggiungere di persona sia se si vuole mettere in contatto telefonicamente.

Centro per l’Impiego di Bologna: Orari e Offerte

Il Centro per l’Impiego non è altro che una struttura, creata appositamente dalla città di Bologna, con il proposito di offrire tutta una serie di servizi per aiutare chi cerca un’occupazione a trovare un valido impiego e dare un supporto anche a tutte quelle aziende che offrono opportunità lavorative e sono in cerca di personale adatto. Forse non sarai anche a conoscenza che il Centro per l’Impiego, inoltre, svolge funzioni amministrative in base a quanto stabilisce la legislazione vigente: Esso effettua anche attività informativa e formativa, oltre ad essere un vero e proprio centro di accoglienza di chiunque cerchi un impiego e necessiti di supporto per l’inserimento nel mercato del lavoro.

Quali sono i servizi del Centro per l’Impiego di Bologna

Devi sapere che i servizi che offre il Centro per l’impiego si suddividono in servizi di base e specialistici. Fra i servizi di base, tutti totalmente gratuiti, vi sono:

Centro per l’Impiego di Milano: Orari, Indirizzo e Offerte di Lavoro

Trovare un lavoro in questi anni di grave crisi economica è diventato sempre più difficile. La ricerca di un’occupazione deve dunque essere mirata, non dispersiva. La prima cosa che ti consigliamo di fare è iscriverti ad un Centro per l’Impiego.

A partire dal 1997, gli uffici di collocamento in Italia hanno lasciato il posto ai Centri per l’Impiego (CPI), presso i quali puoi usufruire gratuitamente dei servizi di informazione, orientamento, formazione, offerta/ricerca di lavoro. Per quanto riguarda il CPI del comune di Milano, puoi trovare tutte le informazioni riguardanti tali servizi sul sito dell’AFOL Metropolitana www.afolmet.it.

Lettera di Dimissioni Volontarie: Cosa Scrivere e Come, Tempistiche e Preavvisi

Prima di intraprendere una nuova esperienza lavorativa è necessario interrompere il rapporto con l’attuale datore di lavoro rassegnando formalmente le dimissioni con un’apposita lettera che deve essere presentata con un certo preavviso e rispettando determinati requisiti poiché abbia, a tutti gli effetti, valore legale.

Le dimissioni volontarie

Prima del 2016, per recedere dal rapporto lavorativo, era sufficiente che il lavoratore presentasse una formale lettera di dimissioni al datore di lavoro. A partire dal 12 marzo 2016, il Jobs Act ha imposto che le dimissioni volontarie con le quali il lavoratore comunica il recesso dal rapporto di lavoro debbano necessariamente essere convalidate in forma telematica. Lo scopo di ciò è quello di osteggiare la pratica delle dimissioni in bianco, che consisteva nel far firmare al lavoratore o alla lavoratrice, al momento dell’assunzione, un foglio di dimissioni in bianco la cui data veniva messa all’occorrenza del datore di lavoro (esempio nel caso di gravidanza per le donne). Una pratica sleale che pesava come un macigno sulle spalle dei lavoratori, sin dal momento dell’assunzione.

Dimissioni Online INPS: come fare a dare le Dimissioni Volontarie Oonline

Dal 12 marzo 2016 è entrata in vigore la nuova modalità per la presentazione di dimissioni online, obbligatoria per alcune categorie di lavoratori. Introdotta per effetto del Jobs Act, il nuovo iter prevede una procedura innovativa per trasmettere la comunicazione – da parte del lavoratore – relativamente alla propria volontà di interrompere il rapporto di lavoro.

Tale procedura nasce con l’intento di limitare il fenomeno delle dimissioni in bianco, eliminando ogni possibile incomprensione o carenza di informazioni. Favorendo la corretta comunicazione tra lavoratore e datore di lavoro, si spera quindi di snellire e velocizzare tale procedura.

NoiPa Cedolino Stipendio: Guida al Funzionamento

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha creato un sistema tecnologico di tipo informatico, il Noipa appunto, per poter gestire tutti i procedimenti relativi all’elaborazione, la liquidazione e le eventuali consultazioni riguardanti gli stipendi dei dipendenti della Pubblica Amministrazione.

A cosa serve il Noipa

Devi sapere che il Noipa è un portale informatico al quale, se sei un dipendente della Pubblica Amministrazione, puoi accedere, in ogni momento, per ricevere tutta una serie di servizi ed informazioni relative ai processi di elaborazione e liquidazione relative al tuo stipendio, ma anche per ottenere consulenze a riguardo. Il Noipa è stato creato per soddisfare due scopi principali:

Decathlon Lavora con Noi: le Offerte di lavoro di Decathlon, come Candidarsi e Consigli

Sei disoccupato e stai cercando un lavoro? Se la risposta a questa domanda è affermativa, una delle opzioni che ti invito a considerare è Decathlon. Questo store offre infatti numerosi posti grazie alle continue aperture; esso è inoltre un ambiente dinamico e professionale che ti consentirà di svolgere diverse mansioni e di crescere lavorativamente. Vediamo ora di analizzare insieme qualche informazione sull’azienda e sulle possibilità che essa offre nell’ambito della carriera.

Chi conosce, è un passo avanti

Se vuoi candidarti per Decathlon, uno degli aspetti fondamentali per ottenere un colloquio vincente sarà la conoscenza dell’azienda. Devi sapere che Decathlon è una catena che nasce a Lillle, in Francia nel 1976 e da allora si occupa con grandi risultati del commercio di abiti e attrezzature sportive. Attualmente l’azienda appartiene Gruppo Oxylane e dispone di ben 1000 store, autonomi tra loro, distribuiti in tutto il mondo.

Fondimpresa: Caratteristiche e Funzionamento del Fondo interprofessionale per la Formazione continua di Confindustria

Il Fondo interprofessionale, incentrato sulla formazione continua, più conosciuto su territorio nazionale, è Fondimpresa. A gestirlo se ne occupano Confindustria ed i tre principali sindacati italiani: CGIL, CISL e UIL. A chi si rivolge Fondimpresa? Ad ogni azienda, a prescindere dalle dimensioni e dal settore di riferimento. Qual è l’biettivo numero uno di questo Fondo interprofessionale? Semplicemente quello di facilitare l’accesso dei lavoratori e delle imprese alla formazione sul lavoro, parametro, oggi più che mai nell´era della competitività, decisive per promuovere sviluppo e innovazione nel mercato del lavoro.

Lidl lavora con Noi: le Offerte di Lavoro di LIDL e come Candidarsi

Una delle aziende leader nel settore della GDO è Lidl, che da diversi anni opera in questo ambito con performance crescenti nel tempo. Il capitale umano rappresenta una risorsa sulla quale investire per ottenere questi risultati positivi e, proprio per questo, periodicamente l’azienda effettua delle selezioni di nuove figure professionali per incrementare il proprio organico alle necessità.

Consulente Commerciale: che Lavoro è e Quanto si può Guadagnare

Che lavoro è il consulente commerciale? Quali sono i suoi compiti? Quanto può guadagnare? Cerchiamo di rispondere in maniera veloce a questi quesiti. Polivalente. E’ questo l’aggettivo che meglio descrive la figura del consulente commerciale, oggigiorno imprensindibile per un’azienda che desidera ottenere successo. Il suo compito primario consiste nell’assistere e nel supportare i clienti, vendere sui mercati più vantaggiosi per la sua impresa e attuare le politiche commerciali aziendali.

Per quanto riguarda il ruolo di questa figura, in Italia sempre più a cavallo tra il marketing e le vendite, occorre specificare che il buon consulente commerciale è colui che riesce ad orientare il mercato. Per vendere bene, si sa, avere ottimi prodotti non è tutto. Le politiche commerciali e di marketing per essere definite “efficienti”, devono orientare il mercato. Ciò vuol dire che il prodotto deve essere reso fruibile a tutti coloro che potenzialmente potrebbero acquistarlo. Tocca sempre a lui, discurere e pianificare le strategie di marketing, stringere partnership e formare la “forza vendita”.

Guadagnare con YouTube: come Funziona il Sistema di Monetizzazione di YouTube

A partire dal 2010, la piattaforma youtube offre la possibilità di trasformare la propria passione e la voglia di condividerla sul web, in una forma di profitto. Molte sono le persone che si approcciano a Youtube con lo scopo di crearne un guadagno, anche se per molte di loro non appare chiaro come guadagnare su youtube.

Anche tu non hai ben chiaro come trarre guadagno da youtube e ti piacerebbe saperne qualcosa in più? Allora prosegui nella lettura di questa breve guida in cui ti spiegherò i vari sistemi di monetizzazione per guadagnare con youtube.

Lavorare in Svizzera: Consigli e Soluzioni per Trasferirsi e trovare Lavoro in Svizzera

Recarsi in Svizzera per cercare lavoro è sempre più comune. I diversi cantoni, infatti, ospitano un crescente numero di giovani italiani alla ricerca di una possibilità di lavoro in diversi settori, dalla ristorazione all’industria, dall’informatica all’orologeria e molto altro ancora. Per prima cosa, tuttavia, è importante conoscere quali siano i documenti necessari per lavorare in Svizzera, ossia quelli che permettono di poter ricevere un regolare contratto di lavoro, sia esso a tempo indeterminato o determinato. Per poter lavorare in Svizzera è necessario un permesso di soggiorno, che va richiesto entro due settimane dall’inizio del lavoro. Infatti, per poter richiedere il permesso di soggiorno è necessario presentare, oltre ai propri documenti d’identità, il contratto di lavoro e dichiarare una residenza. A seconda del tipo di lavoro, ossia della sua durata, è possibile richiedere permessi di soggiorno annuali o pluriennali.

Se non si intende restare in Svizzera per più di un anno, ad esempio, si potrà richiedere il permesso di soggiorno di tipo L mentre in caso di soggiorno superiore ai dodici mesi sarà necessario un permesso di soggiorno di tipo B. Quest’ultimo può essere richiesto solo in caso di contratto della durata di oltre un anno e va rinnovato ogni cinque anni. In caso di contratto a tempo indeterminato e residenza da oltre cinque anni si potrà chiedere il permesso di domicilio, ossia un permesso illimitato. Infine, per quanti vivono in città di frontiera e lavorano in Svizzera, è necessario richiedere il permesso G, o permesso per frontalieri.

Trovare lavoro in Svizzera

Oggi, grazie a internet e ai siti specializzati nelle offerte di lavoro, cercare lavoro in Svizzera è molto più semplice di quanto ci si possa immaginare. Per prima cosa, tuttavia, è necessario valutare le aree di lavoro, ossia il cantone, visto che a seconda dei cantoni nei quali si cerca lavoro possono essere necessarie competenze linguistiche diverse. Il sito ufficiale di riferimento per quanti cercano e offrono lavoro in Svizzera è Lavoro.Swiss che offre un gran numero di informazioni sulla documentazione da presentare e sulle candidature offerte e richieste. La pagina di riferimento per l’accesso al sito è: https://www.arbeit.swiss/secoalv/it/home.html.

Le figure professionali che vengono regolarmente ricercate in Svizzera sono quelle di operai specializzati, per i vari tipi di industria, in particolare quella del settore meccanico. In base alle competenze e ai titoli di studio, inoltre, possono essere richieste altre figure di vario tipo, dal settore farmaceutico (in Svizzera vi sono alcune delle più note industrie farmaceutiche europee) a quello bancario.

Lavorare in Svizzera

Lavorare in Svizzera

Un settore molto sviluppato in Svizzera sono poi quello turistico e quello dell’accoglienza, per i quali è richiesta la conoscenza di più lingue: dalla stagione invernale a quella estiva, infatti, la Svizzera è un flusso continuo di appassionati della montagna, della neve, della natura e delle città storiche. Va infine sottolineato che se da un lato gli stipendi medi in Svizzera sono molto elevati, anche il costo della vita è caro, per cui è importante pianificare sempre con attenzione le proprie spese.

Contratti Collettivi Nazionali Commercio: Livelli, Mansioni, Ferie e le ultime Novità

Il contratto collettivo nazionale di lavoro, spesso abbreviato in CCNL, ha lo scopo di definire i vari livelli e le rispettive mansioni di tutti i ruoli che un soggetto assume nell’ambito lavorativo a cui il CCNL fa riferimento. Esso è stato stipulato tra le associazioni dei lavoratori e quelli degli imprenditori e, nel caso del contratto relativo all’ambito commerciale, va ad interessare tutte le varie mansioni nel settore commerciale e in quello terziario.

Livelli e Mansioni

Nel CCNL Commercio sono presenti 7 livelli di inquadramento, in ordine decrescente per importanza di categoria. Il primo livello racchiude i soggetti che in ambito lavorativo hanno una maggiore responsabilità e una mansione ad alta professionalità. In questo livello vengono inclusi i capi d’ufficio in ambito tecnico, legale, commerciale e amministrativo, il gestore di filiale o di singolo esercizio, il responsabile delle pubbliche relazioni e del marketing e così via. Nel secondo livello sono inclusi i lavoratovi che hanno funzioni di controllo. Esempi possono essere il cassiere principale, il responsabile di magazzino, il traduttore simultaneo, il segretario, il collaudatore e il programmatore analista.

Certificato Anamnestico per la Patente e Porto d’armi: a cosa serve, come ottenerlo e quanto costa

In questo articolo ti spiegherò in maniera semplice che cos’è un certificato anamnestico e quali sono i casi in cui viene richiesto. Reintrodotto nella normativa italiana con la legge n. 120 del 29 Luglio 2010, può essere definito come una certificazione ufficiale, che viene rilasciato da un’autorità medica riconosciuta che ha l’obiettivo di verificare e attestare l’idoneità sia fisica che mentale della persona richiedente. Tale certificazione solitamente è obbligatoria per il rilascio di patenti di guida di alcuni veicoli e per il rilascio del porto d’armi.

Nel caso specifico della richiesta di patente di guida o di rinnovo di essa ti potrà essere rilasciato da una delle seguenti figure professionali abilitate:
– Medici legali della ASL competente per territorio;
– Medici del Ministero della salute;
– Medici del Ministero della salute;
– Medico sanitario della Polizia di Stato, dei Vigili del Fuoco, medico militare in
servizio effettivo permanente;
– Ispettore medico del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali;

Mentre se lo dovrai richiedere per il rilascio o il rinnovo del porto d’armi ti potrà essere rilasciato solo da strutture sanitarie che appartengono al corpo della Polizia di Stato, delle strutture sanitarie militari o da alcuni distretti sanitari autorizzati.

Lettera di Presentazione: Come Scriverla in Maniera Efficace per Trovare Lavoro

La lettera di presentazione è un elemento fondamentale da allegare al tuo “dossier” se stai cercando un’occupazione. Si tratta infatti di uno dei documenti che il datore di lavoro prenderà subito in considerazione, per ottenere più informazioni di quelle contenute nel curriculum vitae allegato. É per questo motivo che dovresti redigerla con particolare cura, enfatizzando strategicamente i punti di forza del tuo profilo. Ecco alcuni consigli utili per valorizzarla e convincere l’azienda che tu sei la persona che fa per lui.

I punti più importanti di una lettera di presentazione

La regola numero uno che devi tenere a mente quando cerchi lavoro è che sei in buona compagnia. Se vuoi avere delle chance di essere assunto, dovrai metterti nei panni di chi legge il tuo CV e la tua lettera: probabilmente, si tratta del datore di lavoro o di un responsabile delle risorse umane, in ogni caso di figure che quotidianamente sono sottoposte all’analisi di decine, se non centinaia di candidature e CV. Come puoi ben capire, è necessario attirare l’attenzione dell’esaminatore, essere precisi e, ovviamente, non esagerare sottolineando qualità che non possiedi.

Legge 104/92: Cos’è, Permessi e Agevolazioni, Chi ne ha Diritto e Come Ottenerli

La legge 104 fa parte delle agevolazioni che in Italia si possono utilizzare per chi assiste un parente con malattie o disabilità. Sono permessi lavorativi che si si possono sfruttare per tutto il periodo di lavoro, fino a un certo monte ore.

Chi ha diritto alla legge 104

La legge 104/92 spetta al disabile stesso, sia esso pubblico o privato, i suoi parenti di primo e secondo grado ( genitori, fratelli, sorelle o marito), i parenti di terzo grado ( cugini, zii), solo nel caso in cui i parenti di primo o secondo grado siano morti o impossibilitati per disabilità o malattie. Recentemente è stata estesa la possibilità di usufruire di quest’anno legge anche a conviventi o facenti parte di un’unione civile. In particolare questo permesso si traduce in tre giorni mensili, frazionabili anche in ore al giorno.

Poste Italiane Lavora con Noi: Offerte di Lavoro di Poste Italiane, Come Candidarsi e Posizioni Aperte

Poste italiane è una società privata per capitali, che si occupa del settore postale a livello nazionale ed internazionale , tramite lo smistamento della posta, servizio raccomandate, pacchi, nonchè offre la possibilità di creare appositi conti postali per il deposito dei risparmi (pensioni, stipendi)dei cittadini mendiante un sistema di interessi e costi concorrenziali a quelli bancari. In quanto società privata il sistema di assunzioni in Poste Italiane funziona mediante chiamata diretta tramite candidatura spontanea, e non per concorso pubblico. Il picco delle assunzioni , in genere, avviene in massa nel periodo natalizio ed estivo, soprattutto nella posizione di portalettere e nello smistamento della posta, per coprire i posti dei dipendenti a tempo indeterminato che in tali periodi vanno in ferie. Infatti, la maggior parte di queste offerte sono a tempo determinato.

Conosere qauli siano le posizioni aperte in posta è molto semplice, oltre agli annunci sugli appositi giornali, dove mensilmente vengono pubblicati bandi di lavoro, è possibile consulatare direttamnete il sito ufficiale di poste italiane: www.poste.it. Una volta effettuato l’accesso al sito, basterà cliccare sulla sezione Lavora con noi. A questo punto il sito vi chiederà le vostre credenziali, che potrete ottenere registrandovi al sito stesso. Registrati e compilato l’apposito modulo con i propri dati personali, il sistema vi chiederà di caricare il vostro curriculum vitae ed eleborerete le vostre credenziali. Effettuata la registrazione potrete accedere alla ricerca delle posizioni aperte in poste italiane cercando per regione di interesse.

Indennità di disoccupazione NASpI: cos’è, Requisiti, Importo e Come Fare Domanda per Ottenerla

Da alcuni anni a questa parte le regole relative alle indennità di disoccupazione sono cambiate. Adesso vengono identificate con un acronimo di cui avrai già sentito parlare: la NASpI. Ma cosa è, di preciso, la NASpI e come funziona? La sigla sta per Nuova prestazione di Assicurazione Sociale Per l’Impiego e consiste in un sussidio statale rivolto alle persone in stato di disoccupazione involontaria.

Per i lavoratori dipendenti che hanno perso il lavoro è previsto quindi un assegno mensile: la prestazione ha importo e durata che possono variare in base ad alcuni fattori. Questa indennità mensile di disoccupazione è andata a sostituire le vecchie Mini ASpI e ASpI – Assicurazione Sociale Per l’Impiego – ed è stata istituita con il decreto legge 22 dell’anno 2015.

Tutti i contenuti di questo sito sono solo a scopo informativo e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio oppure consulenza all’investimento in qualsiasi strumento finanziario.