Categoria: Fisco e Tasse

Bonus Terme 2021: Ecco Quando Arriva e Quando Sarà Possibile Richiederlo

Il Bonus Terme 2021 è stato introdotto dal Governo italiano per aiutare il turismo della nazione in un momento particolarmente critico causato dall’emergenza sanitaria. Per aiutare la ripartenza sono stati stanziati dei fondi, ben 53 milioni di euro, per incentivare i cittadini ad acquistare servizi termali preso le strutture convenzionate. Vediamo ora quali sono le caratteristiche di questo bonus e come puoi utilizzarlo.

APE Sociale 2021: A Quanto Ammonterà il Nuovo Importo Netto Mensile?

Nel vasto mare di burocrazie, scadenze, bandi e doveri, ogni anno sei assediato da regole e leggi da seguire. Opportunità e necessità per le quali però non è sempre così facile destreggiarsi. Se avrai la pazienza di leggermi per una decina minuti spero che ti possa essere più chiaro cosa sia l’APE. L’anticipo pensionistico è, in breve un’indennità mensile e statale, erogata a cittadini di almeno 63 anni di età, facenti parte di certe categorie lavorative, e con determinati anni di contributi versati. Ora, siccome può essere complicato in alcuni punti, spiegherò a chi è destinato, come ottenerlo, e a quando dovrebbe ammontare. In questo modo spero che alcune tue domande possano essere facilmente e finalmente esaudite! Buona lettura e buona fortuna!

Estinzione Anticipata del Prestito: Come Effettuare la Domanda e Come Si Fa il Calcolo

Che tu debba comprare una casa, o voglia avviare una tua attività o un progetto, o ancora hai necessità di soldi per un qualsiasi intervento, la richiesta di un prestito è sempre stata una soluzione che ti si è presentata davanti. Dopo aver ottenuto il tuo finanziamento dalla banca, questa ti informerà del pagamento rateale e degli interessi da dover pagare. Ci sono dei casi in cui però si può restituire prima tale debito, tale azione viene chiamata Estinzione Anticipata del prestito. Come accedervi? Costerà di più? Andiamo ad analizzarlo, un passo alla volta.

Bonus Disoccupati 2021, Ecco Come Funziona la Nuova NASpI

Sono diverse le iniziative previste dal governo per dare un sostegno ai lavoratori che hanno perso il proprio posto di lavoro a causa di un’economica incerta come quella degli ultimi anni, come il Bonus Disoccupati 2021. Di seguito avrai tutte le informazioni necessarie al fine di valutare se hai i requisiti necessari e come richiederlo.

Sismabonus 2021, Cos’è e Come Funziona il Nuovo Bonus per Chi Deve Ristrutturare Casa

Il Sismabonus 2021 è un bonus rilasciato dallo stato che va dalle spese che andranno dal primo luglio duemilaventi fino al trenta giugno duemilaventidue. Tale bonus servirà per mettere strutture ed edifici in sicurezza antisismica. Analizziamo come ottenerlo e come funziona. Inoltre, le spere ricoprono tutte le azioni svolte in merito dal primo gennaio duemiladiciasette fino al trentuno dicembre duemilaventuno.

Bonus 18 Anni 2021: Ecco Come e Quando Richiederlo

Per tutti quei ragazzi che nel corso del 2020 hanno regolarmente compiuto i 18 anni di età è disponibile il Bonus 18 Anni 2021, ovvero quell’incentivo governativo mediante cui si avranno a disposizione ben 500 Euro da poter utilizzare per attività prettamente culturali, come libri, ingressi nei musei, abbonamenti a riviste e quotidiane, concerti, corsi di lingua e molto altro ancora. Andiamo ora a vedere dettagliatamente come e quando potervi accedere.

Bonus Elettrodomestici 2021: Ecco le Iniziative Che Hanno Sostituito lo Sconto in Fattura

Il risparmio che si riesce a ottenere è di ben 16’000 €, per comprare mobili ed elettrodomestici nuovi. Bonus presente già dal 2020, ma la soglia era di 10’000 € IVA inclusa. Il bonus agevola l’acquisto di piccoli e grandi elettrodomestici ad alta efficienza energetica, o nuovi mobili, e vale per le spese effettuate entro il 31 Dicembre 2021. Si può ottenere il bonus anche per trasporto e montaggio, per cui vi è copertura delle spese al 100%.

Bonus Figli 2021: A Chi Spetta e Come Presentare la Domanda

Il bonus figli 2021 è un bonus che andrebbe a sostituire tutti gli altri sussidi esistenti, ma bisogna capire a chi spetta, quale importo è previsto, come fare domanda, quali sono i requisiti e qual è la compatibilità, concetto molto sentito perché ci si chiede che fine fanno gli altri tipi di sussidi, tra reddito di cittadinanza, il bonus mamma domani, e se vi possono essere modifiche o se addirittura andrebbero persi. Dell’assegno unico figli si occupa il Ministero delle pari opportunità e famiglia, inserito all’interno della Legge di Bilancio, per cui ci sono già i soldi per metterlo in pratica, cioè è un bonus coperto dalla disponibilità economica. La scelta, almeno inizialmente, sarà basata sicuramente sull’ISEE, per cui si partirà dalle famiglie che hanno un reddito più basso, che hanno più bisogno di questo bonus, che nasce proprio per dare una mano alle famiglie più numerose, difatti per ogni figlio spettano 250 €, con delle aggiuntive rispetto al numero di figli e altre caratteristiche.

Bonus Asili Nido 2021: Ecco i Requisiti per l’Accesso e Come Presentare la Domanda

Il Bonus asili nido 2021, una delle misure previste dal Governo in sostegno alle famiglie, è stato riconfermato anche per il 2021. Esso prevede un contributo economico concreto pari ad un massimo di 3000 euro, erogato in base all’indicatore ISEE di ciascuna famiglia. Tale Bonus è già previsto dal 2016, quando il corrispettivo massimo che poteva essere richiesto era pari a 1000 euro annui. Questi sono poi stati elevati a 1500 euro nel 2018, per attestarsi nel 2020, data la situazione pandemica legata alla malattia di COVID-19, a 3000 euro l’anno. Scopo del Bonus è quello di sostenere le spese per l’asilo nido, pubblico o privato, per tutti i bambini con età inferiore ai tre anni, o offrire un contributo per l’assistenza a domicilio per quanto riguarda tutti quei bimbi che non possono frequentare tali centri in quanto affetti da disabilità.

Bonus Cultura 2021: Quando Si Attiva e Cosa È Possibile Acquistare

Grazie al bonus cultura 2021 hai la possibilità, fino al 31 agosto, di richiedere un contributo dell’importo di 500 euro. Il bonus è un’agevolazione introdotta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della presidenza del Consiglio dei Ministri che viene promossa dal 2016 e nel 2021 è giunta alla quinta edizione. Quest’anno, il bonus è dedicato alle persone nate nell’anno 2002.

Bonus Mobili 2021: I Requisiti Necessari per Fare Richiesta

Il Bonus Mobili 2021 è un’agevolazione fiscale che è stata recentemente prorogata e che offre, a chi esegue un intervento di ristrutturazione iniziato non prima del 1 Gennaio dell’anno precedente la richiesta, una detrazione sull’Irpef pari al 50% sull’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, purché la classe di efficienza energetica di questi ultimi non sia inferiore alla vecchia A+. È inoltre necessario che l’inizio dei lavori avvenga prima dell’acquisto di mobili ed elettrodomestici; non è necessario, invece, che il pagamento delle spese siano effettuate prima dell’acquisto dei beni.

Bonus Latte Artificiale 2021: Ecco l’Incentivo per le Mamme Che Non Possono Allattare

Uno dei bonus introdotti dalla Legge di Bilancio 2020 è il Bonus Latte Artificiale 2021, dedicato ai nuclei familiari che dimostrino di soddisfare determinati requisiti. L’incentivo per l’acquisto di latte artificiale consente di ottenere un voucher per comprare il latte per neonati, nel caso in cui la mamma sia affetta da ipogalattia, ossia scarsità di latte, o agalattia, assenza totale di latte. Questa guida intende illustrare brevemente in che cosa si concretizza il bonus Latte Artificiale 2021, quali sono i requisiti per ottenerlo quali sono i soggetti che possono beneficiare dell’incentivo.

Bonus PC 2021: L’Iniziativa del Governo per Favorire la Digitalizzazione delle Famiglie

Il bonus PC 2021 si inserisce nel quadro più ampio del progetto europeo di digitalizzazione, per il quale sono stati stanziati appositi fondi, destinati anche al nostro Paese. Per quanto riguarda l’Italia, l’iniziativa del Governo mira a favorire la digitalizzazione delle famiglie ed è riservato a coloro che soddisfano determinati requisiti reddituali.
In particolare, per usufruire del bonus è indispensabile produrre alcuni documenti, primo fra tutti l’ISEE, ossia l’indicatore della situazione economica equivalente.

Bonus TV 2021: Ecco Quando Parte e a Quanto Ammonterà

Già dall’inizio di settembre se hai in casa un televisore incompatibile con il nuovo digitale terrestre potrai ricorrere al Bonus Rottamazione TV 2021, ideato dal governo per sostenere le famiglie costrette a cambiare televisore. Il voucher servirà a prendere un nuovo televisore o a dotarti di un decoder compatibile con il nuovo standard, ma per sapere esattamente come puoi ottenerlo, se ti spetta, a quanto ammonta esattamente e se puoi cumularlo col precedente Bonus TV-DECODER serve un approfondimento.

Bonus Babysitter 2021: Ecco Tutti i Nuovi Requisiti per Ottenerlo

Il Bonus Babysitter 2021 è una delle misure previste nell’ambito del Decreto Rilancio, pensato per fronteggiare le conseguenze della pandemia di Covid-19; il suo scopo è quello di tutelare le famiglie in cui entrambi i genitori lavorano, fornendo un supporto economico concreto. È gestito direttamente dall’INPS (Istituto Nazionale di Previdenza Sociale). Esso prevede la possibilità, per i genitori di figli minori di quattordici anni, di richiedere uno o più bonus spendibili nel servizio di baby-sitting. Questi possono essere utilizzati in tutti i casi di sospensione delle attività scolastiche in presenza per ragioni legate all’andamento della pandemia, o in caso di infezione o quarantena dei propri figli.

Bonus Vacanze 2021: Ecco la Procedura per Richiederlo Online

Il Bonus Vacanze 2021 è uno dei modi con cui lo Stato ha deciso di supportare le famiglie e le strutture ricettive dopo l’arresto economico dovuto alle chiusure durante la pandemia di COVID-19. Il Bonus spetta a tutti i nuclei familiari che faranno domanda, dotati di indicatore Isee in corso di validità inferiore a 40 000€. L’Isee viene calcolato dall’Inps previa presentazione della DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica); essa può essere compilata autonomamente tramite la procedura guidata presente sul sito dell’Inps, oppure è possibile rivolgersi al Caf più vicino, che offre questo tipo di servizio a titolo gratuito. La procedura presente sul sito dell’Inps è comunque semplice e intuitiva, e prevede sia la modalità non precompilata che quella precompilata, in cui alcuni dati già in possesso dell’Agenzia delle Entrate risulteranno automaticamente inseriti. Sia l’Isee corrente che quello ordinario, se inferiori a 40 000€, sono idonei per procedere alla richiesta del Bonus Vacanze, purché ancora in corso di validità.

Bonus TV da 100 Euro Senza ISEE: Scopri i Requisiti Necessari per Ottenerlo Subito

La tecnologia galoppa e l’industria un po’ risente delle contingenze che hanno rallentato la produzione ed è il momento di spingere la ripresa. Tutto quanto converge verso la creazione di nuovi bisogni e nuovi modelli, molti dei quali hanno decisamente fatto svoltare la qualità dei televisori, portandoli a un livello superiore. Entro giugno 2022 il digitale terrestre seconda generazione dovrà aver sostituito completamente quello a cui ci siamo abituati e per tante persone è il momento di cambiare televisore, approfittando di incentivi e dei bonus ISEE oltre che delle proposte delle aziende.

Incentivi Auto 2021: Ecco Tutto Quello Che C’è da Sapere

Gli incentivi auto 2021 consentono di beneficiare di tutta una serie di agevolazioni nel momento in cui si intende optare per l’acquisto di una vettura elettrica o ibrida. Inoltre, è possibile usufruire di vantaggiosi sconti ulteriore, a fronte della rottamazione di un’auto immatricolata prima della data 01/01/2011. Ma partiamo con ordine.

Assegno Unico per i Figli 2021: Cosa Prevede e Quali Sono le Novità Introdotte

Il decreto legge 8 giugno 2021 n. 79 è stato finalmente approvato e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, con validità dal 1° luglio al 31 dicembre 2021. Il Ministro per la Famiglia Elena Bonetti ha comunicato che, a partire dal prossimo anno, l’assegno unico per i figli diventerà universale e rientra nel cosiddetto Family Act. L’assegno unico che sarà erogato dal prossimo anno, consiste in una quota erogata per ciascun figlio, a partire dal settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni di età, mese dopo mese, maggiorato dal terzo figlio e nel caso anche di bambini disabili. Si tratta di un assegno che sarà percepito da tutti sulla base reddituale della famiglia. Ovviamente le famiglie meno abbienti percepiranno quote maggiori di quelle con redditi elevati che sopra una determinata soglia avranno diritto soltanto a una quota base. In casi specifici, è possibile che l’assegno venga erogato anche per figli con età superiore a 21 anni.

Imposte imprese, è un giugno più “light”

Il Decreto Rilancio rende più “light” la pressione fiscale sulle imprese per il mese di giugno, con un alleggerimento che – nelle intenzioni del governo – dovrebbe rendere più agevole poter procedere con la fase di riavvio graduale delle attività economiche.

Certo, l’impressione è che si tratti di una mano d’aiuto che non potrà che essere solo parzialmente di concreto supporto (i problemi, d’altronde, sono ben altri e più strutturali). Tuttavia, non sfugge che quanto in arrivo nelle prossime settimane sarà un mese di giugno “storico” per l’assenza di alcune delle scadenze più sgradite alle imprese italiane.

Bonus autonomi e Partite IVA da 800 a 1.000 euro: le novità del Decreto Rilancio

Se sei un libero professionista, potresti possedere i requisiti che ti concendono il diritto al bonus previsto per gli autonomi oppure per le partite ive, secondo le novità che sono contenute nell’ultimo Decreto Rilancio. L’importo è diffente in base a diverse casistiche e sono richiesti diversi requisiti per poter accedere al contributo. Ecco tutto quello che devi sapere per poter usufruire di questa opportunità.

Bonus Vacanze 2020: a Chi Spetta, Requisiti Reddito ISEE, Come Funziona il Decreto Rilancio

Col Decreto Rilancio sono state introdotte importanti novità per quanto concerne gli aiuti alle famiglie. Tra questi non si può fare a meno di parlare del Bonus Vacanze Bonus pari ad un importo fino a 500 euro per il 2020. Questo è limitato alle famiglie che non superino un reddito annuo di 40.000 euro. Ecco perciò tutto quello che occorre sapere e soprattutto come richiederlo per poter avere uno sconto sulle spese delle vacanze familiari.

A giugno niente Irap per le piccole e medie imprese e niente Imu, Tosap e Cosap per il settore turistico: cosa prevede il Decreto Rilancio

Con il Decreto Rilancio arrivano novità anche per il settore turistico e per le piccole e medie imprese. Secondo l’ultima conferenza stampa di Giuseppe Conte e dopo la lettura del Decreto Rilancio, ciò che traspare è una vera e propria novità riguardo al turismo. Irap, Tosap e Cosap, verranno cassate per l’esercizio fiscale in corso. Vediamo nello specifico come verrà applicato il decreto.

Aiuti a Fondo Perduto alle Aziende: a 1.000 a 50.000 Euro alle aziende in Crisi, cosa prevede il Decreto Rilancio

Il Decreto Rilancio che ha varato il Governo punta a far ripartire l’economia italiana che ha avuto un duro colpo per via della pandemia da Covid-19. Stanziati importanti aiuti a fondo perduto per tutte le aziende in crisi: ecco tutto quello che serve sapere per poter accedere ad essi.

I requisiti per usufruire del bonus

In base alla norma prevista nel Decreto Rilancio, questi contributi sono rivolte a tutte quelle imprese e lavoratori autonomi titolari di partita IVA. In essi rientrano anche i soggetti di reddito agrario, così da garantire un concreto sostegno in questo momento di grande difficoltà. Non rientrano in questi aiuti tutte quelle aziende che hanno cessato la loro attività entro il 31 marzo 2020. Inoltre, è bene ricordarti che l’azienda che voglia usufruire di tale bonus deve dimostrare, con un’apposita documentazione, un calo di ricavi per il mese di aprile di un terzo rispetto allo stesso periodo del 2019. L’unica eccezione in tal senso sono le società di recente nascita (nate dopo l’1 gennaio 2019) o per quelle aziende che siano state costrette a chiudere in anticipo in quanto incluse nella zona rossa.

Credito d’imposta del 60% dell’Affitto Mensile per Negozi e Esercizi Industriali, Hotel e Alberghi, le novità del Decreto Rilancio

Il Coronavirus ha portato svariate attività commerciali, comprese quelle operanti nel settore turistico, a una chiusura anticipata e prolungata, che ha mandato in crisi le varie imprese. Proprio per tale motivo il Governo ha deciso di emanare un decreto il cui obiettivo è quello di limitare le spese di gestione delle strutture produttive.

Bonus Bicicletta e Monopattini: Come Funziona, Requisiti e chi Spetta, Quando Arriva e Come Ottenerlo

Tra i numerosi bonus previsti per l’anno, uno dei più rilevanti è quello che riguarda le biciclette e i monopattini. Si tratta di una novità in quanto aiuta a incentivare la mobilità alternativa, evitando il traffico e riducendo l’inquinamento dei centri urbani. Questo secondo aspetto è molto importante proprio perché nella società odierna, invasa da mezzi trasporto che non si fermano mai, le città hanno sempre più abitanti, il rischio ambientale è sempre più alto. Una soluzione in grado di ridurre l’inquinamento è quindi fondamentale per la sopravvivenza del pianeta e anche la salvaguardia della salute delle persone.

Superbonus del 110% per i lavori in Casa per caldaie a condensazione, pompe di calore, pannelli solari, isolamento termico

Chi decide di effettuare lavori di efficienza energetica, prevenzione antisismica può usufruire di una speciale agevolazione che si chiama Superbonus 110%. Questa agevolazione, prevista fino tutto il 2021, sarà valida per lavori fatti dal 1 luglio 2020 e quindi l’attuale ecobonus dal 65% arriva al 110% ed anche l’attuale sismabonus passerebbe dall’ 85% al 110%. Facendo un esempio se vengono fatti dei lavori per un importo di 1000 euro lo Stato ne restituisce 1100. Al momento la modalità di restituzione è in dieci rate annuali, probabilmente, però, verrà ridotto a cinque.

Voucher Baby Sitter 600 Euro: Cos’è, Come Funziona, Come Fare Richiesta, Importi

Secondo il decreto Cura Italia, è stato disposto, per i genitori che lavorano, un voucher baby sitter utile per aiutare le famiglie a fronteggiare, in questo periodo di crisi e di emergenza sanitaria, le spese relative al baby sitting. Si tratta di una misura economica importante per i genitori lavoratori.

Nel decreto Cura Italia, inoltre, sono stati disposti anche congedi parentali di natura straordinaria della durata di quindici giorni. La misura, però, cambia in base all’età dei figli. Ma come funziona questo bonus? Come si ottiene? In questo articolo andremo ad analizzare tutte le modalità per avere accetto al voucher baby sitter e quali sono gli importi dovuti ai genitori che lo richiedono.

Asili Nido Gratis da Gennaio 2020, Annuncio, Requisiti e chi può Accedervi

Il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ha sottolineato e confermato il cosiddetto bonus per asilo nido che prevede importanti novità per tutte le famiglie italiane con reddito ISEE al di sotto dei 40 mila euro l’anno. Secondo il Ministro il bonus scatterà, peraltro, non più nel mese di settembre ma dal primo gennaio del 2020.

Insomma arrivano novità positive per le famiglie ed in particolar modo per i nuclei nei quali con donne che hanno impegni lavorativi in quanto il bonus inserito nella Legge di Bilancio con effetto a partire dal prossimo mese di gennaio, rappresenta una spinta funzionale per le mamme che vogliono lavorare nonché un risparmio considerevole per quante già lo fanno.

DVB T2, Bonus per Cambiare Televisore: Cos’è, a Quanto Ammonta, Requisiti e Come Ottenerlo

Eri a conoscenza del fatto che, tra qualche mese, il segnale digitale del tuo televisore verrà modificato e che, dunque, con il tuo attuale dispositivo potresti non riuscire a vedere i tuoi programmi preferiti? Tuttavia, grazie all’apposito bonus per cambiare il televisore è possibile approfittare di un incentivo per l’acquisto di un nuovo dispositivo abilitato alla ricezione delle nuove frequenze: ecco come funziona il bonus e quali sono i requisiti per ottenerlo.

Bonus per cambiare televisore a dicembre 2019

La nuova legge di bilancio ha previsto l’erogazione di un contributo di 50 euro per coloro che rispettano determinati requisiti di reddito: secondo le stime del MISE sono circa 18 milioni le famiglie che hanno un televisore da cambiare.

Bollo auto non Pagato, come Funzionerà la Prescrizione

Ti è davvero utile sapere, che il mancato pagamento del bollo per la propria auto, come avviene per altre imposte o tasse dovute, può avere come conseguenza l’iscrizione in ruolo e l’attivazione di una procedura di accertamento tributario ed esecutiva per la sua riscossione coattiva, da parte dell’attuale Agenzia delle Entrate.

Infatti è una tassa da pagare, per la proprietà di una macchina. Il suo mancato pagamento entro la scadenza stabilita, per legge del mese di Gennaio di ogni anno ed anche con un ritardo, può determinare l’emissione di un conseguente avviso di accertamento, che ti deve essere notificato dalla Pubblica amministrazione finanziaria, se il bollo da te dovuto non risulta regolarmente pagato entro la scadenza prevista dalla legge.

Bonus Stufa a Pellet 2020: Cos’è, Come Ottenerlo, Detrazioni e Sconti

La legge di bilancio 2020 prevede la proroga del bonus stufe a pellet anche per il prossimo anno. In seguito potrai vedere quali saranno nello specifico le principali novità e come funzionerà il bonus stufe a pellet per il 2020.

La stufa a pellet è un sistema che, al fine di riscaldare qualsiasi ambiente, usa come combustibile solido il pellet. Quest’ultimo è realizzato con gli scarti di lavorazione del legno ed è un materiale molto economico ed ecologico.

Tasse sulla Casa, in arriva la nuova IMU: cosa Cambia, Quando e Quanto si Paga

Diverse novità importanti per quel che concerne il regime di tassazione italiana sugli immobili. Infatti ci si prepara a dire addio alla Tasi per lasciare spazio a quella che sarà a tutti gli effetti la nuova Imu: ecco tutto quello che occorre sapere.

Le novità della Legge di Bilancio

Stando all’ultima Legge di Bilancio del Governo ci sono delle novità per quanto concerne le imposte sulla casa. L’articolo 85 del DDL Bilancio 2020 prevede l’addio alla Tasi mentre viene mantenuta l’Imu. Una tassa che comunque verrà considerata come una nuova Imu in quanto accomunerà non solo quella vecchia, ma anche la Tasi. A partire dal 1° gennaio 2020 il gettito confluirà del tutto in questa nuova tassa. Ovviamente precisando che si tratta comunque di una bozza che dovrà essere ancora approvata.
Non sono mancate le critiche da parte di Confedilizia in quanto viene considerata una nuova patrimoniale più pesante.

Bonus Casa 2020: tutti i bonus nuovi e confermati per la Casa nella Legge di Bilancio

Confermando il trend degli ultimi anni, anche la manovra economica pensata dal Conte Bis (e che l’esecutivo in questo periodo discute in aula per l’approvazione) ha occhi di riguardo per le agevolazioni fiscali che riguardano la casa. Ovvero tutte quelle misure di incentivazione volte soprattutto ad aumentare l’efficienza energetica delle case degli italiani in modo da venire incontro alle esigenze planetarie di riduzione dei consumi e del conseguente inquinamento. Una novità di spicco di questa manovra è certamente quello che ha già preso il nome di Bonus Facciate che si aggiunge a meccanismi già consolidati come ad esempio il bonus per le ristrutturazioni edilizie.

Al netto di modifiche inaspettate, la Legge di Bilancio dice addio al Bonus Verde, noto anche come Bonus Giardini mentre invece è proprio il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, che in un’intervista al Sole 24 Ore chiarisce che i vari bonus non saranno in conflitto tra loro e saranno quindi cumulabili, chiaramente trattasi di un testo ancora in fase di stesura ed ancora potenzialmente suscettibile a sostanziali modifiche.

Fatturazione Elettronica per le Partite IVA: meno accertamenti per chi farà solo Fatture Elettroniche

La legge di Bilancio è stata definitivamente approvata, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale nr. 252. Numerose le novità del Decreto Legge 124 del 26 ottobre 2019. Il testo, composto di 60 articoli, prevede una serie di misure volte a contrastare l’evasione fiscale, recuperando un importo stimato di 23,1 miliardi di euro. Obiettivo, evitare il più volte paventato aumento dell’IVA. Tra le novità più rilevanti, il sistema incentivante per chi emetterà unicamente fatture elettroniche, i nuovi parametri per rientrare nel regime forfettario e le limitazioni all’utilizzo di contante.

Accertamenti ridotti per chi emette solo fatture elettroniche

Non si è concretizzata l’ipotesi di un’estensione dell’obbligo di fatturazione elettronica anche alle partite IVA in regime forfettario (entro i 65.000 €). Si è preferito optare per un sistema premiante, che riduce i controlli per coloro che decidono di emettere unicamente fatture elettroniche per le proprie prestazioni di servizi e la vendita di beni.

Taglio delle Detrazioni e Bonus Fiscali su Polizze, Sport e Scuola per chi dichiara oltre 120.000 Euro

Nella nuova legge di bilancio 2020 è previsto il taglio delle detrazioni e dei bonus fiscali su polizze, scuola e sport per tutti coloro che dichiarano un reddito superiore ai 120.000 euro. Si tratta di una delle nuove misure contenute nella manovra del Governo Conte inviata a Bruxelles e che andrà a colpire i bonus su polizze, sport e scuola. In seguito potrai vedere nel dettaglio come funzionerà il provvedimento, chi riguarderà e quanto sarà l’entità del taglio.

Taglio delle detrazioni: chi riguarderà

Il provvedimento riguarderà soprattutto i grandi contribuenti, ovvero coloro che hanno un reddito superiore ai 120.000 euro. Si tratta di circa 302.000 contribuenti.

Nuova Normativa con Stretta Fiscale sui Buoni Pasto, la Soglia di Neutralità scende a 4 €

Nella manovra finanziaria di quest’anno in materia di buoni pasto la soglia di neutralità per i buoni pasto cartacei scende a 4€ mentre per quelli elettronici sale a 8€ con decorrenza 1 Gennaio 2020. Vediamo cosa ciò comporta per aziende e dipendenti.

Un buono pasto è una forma di sostituzione del servizio di mensa aziendale che una società può adottare. La stessa società decide l’importo di ogni buono (entro i limiti imposti dalla legge) e li consegna ai propri dipendenti come da contratto, questi poi saranno liberi di spenderli presso supermercati o ristoranti che prevedono i buoni pasto come metodo di pagamento.

Aumentano le Tasse sulle Auto Aziendali date ai Dipendenti

La nuova legge di bilancio porta importanti novità nel campo delle tasse sulle auto aziendali date ai dipendenti, una vera e propria stangata dal valore di oltre 500 milioni di euro che colpisce oltre 2 milioni di lavoratori. Vediamo insieme quali sono tutti i dettagli di questa manovra fiscale 2020.

Tasse sulle auto aziendali: ecco cosa cambia con la nuova manovra di Governo

La nuova legge di bilancio porta l’attuale tassa del 30% sulle auto aziendali, concesse ai dipendenti, al doppio o al triplo del valore, arrivando così ad un significativo aumento al 100% per i veicoli ad alto impatto inquinante. Nello specifico la manovra coinvolge i numerosi lavoratori dipendenti che hanno scelto di disporre di una vettura aziendale come benefit non economico in quanto questo mezzo, anche se non porta a un aumento monetario in busta paga, è attualmente tassato al 30% del valore convenzionale.

Plastic Tax sui Prodotti Monouso: Cos’è Come Funziona, Quanto si paga e ricadute sui Consumatori

Il problema della plastica è una realtà che interessa tutti i cittadini del mondo e che come avrai sentito negli ultimi giorni è anche oggetto di accese discussioni nell’ambito politico, per l’idea di un produrre, nella legge di bilancio 2020 una tassa sulla plastica. Ma in cosa consiste la Plastic Tax? Quali saranno i costi per le aziende e in particolare, quanto inciderà nel tuo bilancio familiare come consumatore? Di seguito scopriremo alcuni degli aspetti che porterà tale normativa.

Detrazioni Fiscali del 19% solo a chi Paga con Carte o Bonifico

A cominciare dall’anno 2020, che riguarda la dichiarazione dei redditi presentate nel 2021, la bozza della Manovra di Bilancio prevedeva che, per ottenere le detrazioni fiscali pari al 19%, le spese sostenute dovessero essere obbligatoriamente pagate con bonifico o carta (di debito o di credito). Facevano eccezione le detrazioni riguardanti gli interessi passivi sui mutui, e rimane tuttora al vaglio l’eventualità di poter usufruire delle detrazioni fiscali con qualsiasi forma di pagamento per le spese sanitarie sostenute per le patologie gravi. Invece, le notizie delle ultime ore annunciano un parziale dietrofront del Governo: le spese sanitarie saranno detraibili, anche se pagate in contanti.

Il sollievo degli italiani sarà percepibile, poiché, negli ultimi anni, essi hanno dovuto prestare molta attenzione a normative molto dettagliate e restrittive, soprattutto per quanto riguarda la detrazione delle spese nella dichiarazione dei redditi.

Carta bimbi da 400 euro al mese: Come Funziona il nuovo Bonus Bebè

È notizia di pochi giorni fa, che all’interno del testo di sintesi della manovra, sarà previsto un fondo destinato alle famiglie di circa 2 miliardi di euro per il prossimo triennio. Nel documento si precisa che sarà assegnato un bonus di 400 euro al mese a ogni famiglia per coprire le spese per le rette degli asili nido o per azzerarle nel caso di reddito basso.

La carta bimbi per le rette dell’asilo nido

L’annuncio di un nuovo bonus da destinare alle famiglie era stato già fatto alcune settimane prima dalla ministra per la Famiglia, Elena Bonetti e ora è stato tradotto in realtà e inserito nel documento di sintesi della manovra. La nuova misura a sostegno della famiglia avrà come obiettivo quello di integrare in un unico fondo di sostegno i precedenti bonus erogati per le famiglie: bonus bebè, per gli asili nido, e per le nascite.

Bonus Facciate: 90% di Detrazione per chi rifà gli Esterni, Come Funziona

Tra le misure di maggiore impatto che saranno presenti nella Legge di Bilancio che tra pochi giorni inizierà il proprio iter in Parlamento, vi è senza dubbio il cosiddetto “bonus facciate”. Se non sai in cosa consiste questa misura e se tu rientri nella categoria di soggetti che ne potranno beneficiare, qui di seguito troverai tutte le informazioni necessarie.

In cosa consiste il “bonus facciate”?

Nella Legge di Bilancio che è allo studio del Governo guidato da Giuseppe Conte vi sono diverse misure volte ad incentivare l’ammodernamento del parco edilizio presente in Italia. Tra queste spicca il cosiddetto “bonus facciate”, il quale consiste in un credito di natura fiscale pari al 90% di quanto investito per andare ad effettuare lavori di miglioria della propria abitazione o del condominio in cui si lavora.

Lotta al Contante: News dal Governo contro l’Evasione Fiscale, Tutti i Provvedimenti

A breve ll Parlamento inizierà la discussione della Legge di Bilancio e tra le misure più importanti vi sono quelle battezzate di “lotta al contante“, con cui il Governo vuole incentivare i pagamenti elettronici e combattere conseguentemente l’evasione fiscale. Ma quali sono le misure che troveranno spazio in manovra e che cambieranno anche la tua quotidianità? Qui di seguito ecco tutte le risposte.

Alle porte il “piano Italia cashless”

Il premier Giuseppe Conte è stato molto chiaro, affermando che la priorità del suo esecutivo è quella di combattere l’evasione fiscale e che per fare questo sono allo studio tutta una serie di misure che nelle intenzioni dovranno essere il primo passo per combattere questo che come sai è uno dei problemi strutturali dell’Italia.

Super Bonus dal 2021 per chi paga con Carta di Credito e Bancomat: Come Funzionerà

Buona notizia per tutti gli utilizzatori di moneta elettronica, a partire da Gennaio 2021 lo Stato inizierà a versare un superbonus a tutti i cittadini soliti a pagare con bancomat e carte di credito. I primi rimborsi partiranno da Gennaio 2021, insieme all’ introduzione di sanzioni per tutti i commercianti che rifiutano la carta come metodo di pagamento.

Queste importanti novità fanno tutte parte della Legge di Bilancio, ed hanno come obiettivo principale contrastare l’ evasione fiscale, pratica molto diffusa in Italia.

Cedolare secca sugli Affitti a canone concordato dal 10 al 12,5%, tutti i dettagli

Un contratto di affitto a canone concordato permette di usufruire dei benefici legati alla cedolare secca del 10%. Approfondiamo come opera, quando si mette in pratica, e sopratutto quali sono gli svantaggi e i vantaggi legati a questo tipo di pratica.

Cedolare secca, caratteristiche principali

La cedolare secca dal 10 fino al 12,5%, entra in funzione quando si stipula un contratto d’affito per immobili destinati esclusivamente ad uso abitativo.
Uno dei vantaggi maggiori quando si stipula un affitto a cannone concordato è proprio la possibilità di usufruire della tassazione ridotta. Nel momento in cui si va a stipulare un contratto d’affito di questo tipo, la cedolare secca sostituisce automaticamente la tassazione Irpef.

Evasometro: Cos’è, Come Funziona e Quali saranno i Controlli sui Conti Correnti, Pagamenti e Movimenti Bancari

Dopo alcuni anni di sperimentazione, ad agosto 2019 è partito ufficialmente l’Evasometro, il nuovo strumento di controllo fiscale nelle mani dell’Agenzia delle Entrate volto a ridurre le imposte evase: vediamo cos’è, come funziona e quali controlli comporta.

La lotta all’evasione fiscale

L’evasometro è l’ennesimo strumento di cui dispone l’Amministrazione Finanziaria per contrastare il fenomeno dell’evasione fiscale. Inizialmente programmato sotto il nome di “risparmiometro” durante il governo Monti nel 2012, la misura sembra ormai pronta per entrare nel vivo. Gli obiettivi perseguiti sono ambizioni: recuperare qualcosa come 10-15 miliardi di imposte evase, anche grazie alle altre riforme messe in campo quali fatturazione elettronica e scontrini digitali.

ACE Aiuto Crescito Economica: Cos’è e Come Funzionerà

Tra le novità senza dubbio più inattese che vi saranno nella Legge di Bilancio e che ti interesseranno da vicino se sei titolare di una azienda, vi è indubbiamente il ritorno dell’ACE. Con questo acronimo, probabilmente lo ricordi, si indicava l’Aiuto Crescita Economica, che era andato in soffitta soltanto un anno fa. Qui di seguito troverai tutti i dettagli relativi alla sua reintroduzione.

Regime Forfettario, le Ultime Novità della Legge di Bilancio 2020: Regime Analitico, Soglie Strumentali, Limiti e Soglie

Tra le novità contenute nella Legge di Bilancio che il Governo M5S-PD sta predisponendo, ve ne sono diverse che interessano da vicino tutti coloro che hanno aderito al regime forfettario, i quali già l’anno scorso si sono dovuti confrontare con diverse novità. Non vi sono ancora certezze in merito, ma ormai pare che i tecnici di Via XX Settembre abbiano deciso di introdurre il regime analitico e la regola del doppio conto corrente. Qui di seguito ecco tutte le novità allo studio del Governo, che ti interessano da vicino se hai aderito al regime forfettario.

Compensazioni: arriva la sanzione da Mille Euro sugli F24 a rischio

La preparazione della Legge di Bilancio è ormai alle battute finali e sono diverse ed importanti le novità. Tra quelle che probabilmente ti potrebbero interessare più da vicino vi è quella relativa alle compensazioni e ad una sanzione pecuniaria di entità non leggerissima che dovrebbe andare a colpire gli F24 a rischio: qui di seguito troverai tutte le info in merito.

Le novità in tema di compensazioni nel modello F24

Al momento non è ancora messo definitivamente nero su bianco, ma l’articolo 3 di quella che è la bozza del Decreto Legislativo inserito nella Legge di Bilancio e che dovrà andare a riscrivere le regole in fatto di fiscalità, potrebbe essere foriero di importanti novità che potrebbero interessarti da vicino se hai una azienda o se sei un libero professionista.

Piano Casa: proroga di Ecobonus e Sismabonus, Rinascita Urbana, e altri interventi nella Manovra di Bilancio

Quella che una volta conoscevi con il nome di Finanziaria e che oggi è nota come Legge di Bilancio, inizierà a breve il proprio iter parlamentare. Sono diverse le misure relative alla casa che potrebbero riguardarti da vicino e che vi troveranno spazio. Qui di seguito troverai tutte le info a riguardo e devi subito sapere che si tratta di notizie che sicuramente non potranno che lasciarti soddisfatto.

Doppio Conto Corrente per le Partite IVA: la novità della prossima legge finanziaria

La prossima legge finanziaria costringerà i lavoratori autonomi, quali fondatori di aziende, gestori d’impresa e freelancer, all’ apertura di un secondo corrente, adibito esclusivamente alla ricezione dei guadagni provenienti dalla propria attività.

Caratteristiche della nuova legge finanziaria sulle Partite Iva

Tutti gli imprenditori con ricavi fino a 65 mila euro annui, che fin’ora hanno sfruttato la legge sulla flat tax del 15%, possono dire addio ai vecchi benefici, e cominciare già da ora ad incassare un duro colpo, ovvero l’obbligatorietà di apertura di un secondo conto corrente, da destinare solamente agli incassi provenienti dalla propria attività. Così facendo si andrà a creare un conto corrente adibito esclusivamente al transito dei versamenti e prelievi della propria azienda, tutto ovviamente concepito per favorire l’amministrazione finanziaria.

Stando a quanto rivelato dallo Stato, la nuova legge finanziaria avrebbe come scopo l’inizializzazione della determinazione del guadagno in via analitica delle partite Iva il cui incasso di denaro ammonta fino ai sessantacinque mila euro all’anno; permettendo di conseguenza all’amministrazione di far rimettere in movimento controlli volti a verificare e indagare i due milioni di lavoratori indipendenti che per tutto il susseguirsi del’ 2019, sono stati esenti da obblighi di rendicontazione e fornimento di documenti.

Così facendo si potrebbe superare la risposta negativa arrivata da Bruxelles sulla concessione di indagare le persone in stato forfettario imponendogli l’obbligo di emettere fatturazione elettronica.

L’ anno precedente con la giunta della famosa flat tax fu abrogata la norma riguardante il costo complessivo, al netto degli ammortamenti, i valori strumentali, in caso della fine dell’attività con conseguente chiusura definitiva dell’esercizio non dovevano oltrepassare la soglia dei ventimila euro. Attualmente si sta cercando anche di reintegrare la somma massima dei cinquemila euro per i guadagni ricevuti da dipendenti e collaboratori, mettendo ai ferri corti i forfettari che dispongono di dipendenti nella propria attività.

Infine a completare la normativa, possiamo trovare la rinuncia definitiva riguardante la seconda parte della flat tax: l’imposizione di tassazione del 20% per le Partite Iva che fatturano guadagni variabili dai sessantacinque mila euro, fino ai centomila euro, che teoricamente sarebbe dovuta entrare in vigore, diventando obbligatoria, dal’ 1 Gennaio 2020. Questa dunque la mossa effettuata dal governo di Conte, con l’ obbiettivo di cambiare strada con meno misure sulle Partite Iva, andando in contro a famiglie e dipendenti con interventi centrati.

Green New Deal per favorire gli investimenti Verdi

L’anno 2019 sarà ricordato probabilmente come uno degli anni più significativi per la lotta ai cambiamenti climatici e la consapevolezza ambientale, le azioni del Governo rispecchiano questa tendenza.

La legislazione in tema ambientale, comunemente nota come Green New Deal, punta ad essere una precisa risposta per le istanze dei milioni di italiani che quotidianamente apprezzano, e si battono, affinché ci sia maggiore sensibilità verso la tematica dei cambiamenti climatici. Proprio nelle ultime settimane si è assistiti a numerose manifestazioni ed azioni simboliche, oltre che concrete, sulla scia del Fridays For Future, la campagna di sensibilizzazione promossa dalla giovanissima attivista per l’ambiente ormai nota in tutto il mondo, Greta Thunberg.

Tutti i contenuti di questo sito sono solo a scopo informativo e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio oppure consulenza all’investimento in qualsiasi strumento finanziario.