Cos’è la Cessione del Quinto dello Stipendio

Che cosa si intende per cessione del quinto?
Storia e caratteristiche di questo particolare tipo di prestito

La cessione del quinto venne ammessa in Italia negli anni cinquanta del Novecento, appena dopo la fine della seconda guerra mondiale. La cessione del quinto altro non è che un prestito personale, da ripagare essenzialmente con la cessione, per l’appunto, di una quota dello stipendio percepito mensilmente, per un ammontare massimo pari ad un quinto dello stipendio stesso.

La durata minima prevista dalla normativa vigente è di ventiquattro mesi, mentre quella massima non può assolutamente superare i centoventi mesi. Trattandosi di una rata mensile che va a gravare direttamente sullo stipendio, il prestito non può avere durata superiore a quella del rapporto di lavoro subordinato.

L’unica eccezione a questa regola è prevista a favore dei dipendenti pubblici che possono, al termine del loro rapporto lavorativo, decidere se estinguere immediatamente il debito oppure traslare le rate rimanenti direttamente sulla pensione. Anche i pensionati, infatti, possono richiedere questo tipo di prestito, purché non abbiano già superato i novant’anni di età (sebbene poi nella pratica l’età massima prevista per gli anziani che percepiscono la pensione oscilli tra gli ottantacinque e i novantacinque anni di età).

Quali sono i vantaggi di un prestito rimborsabile mediante il meccanismo della gestione del quinto?
Motivi validi per scegliere un prestito personale di questo tipo

Hai bisogno di un prestito e non sai quale tipo scegliere? Magari sei una persona molto impegnata, e tra mille faccende quotidiane non vuoi dover pensare anche al versamento mensile della rata del prestito? La cessione del quinto è la soluzione che fa per te: ti permette di ottenere il tuo prestito e di rimborsarlo mediante rate che ti vengono direttamente detratte dallo stipendio mensile, senza alcun intervento da parte tua. Sarà infatti il tuo datore di lavoro a versare la rata per te.

Quali sono le garanzie richieste per poter richiedere questo prestito?
Requisiti necessari per la richiesta e copertura assicurativa

Per accedere a questo tipo di prestito, l’istituto che si occupa del finanziamento normalmente richiede di presentare il TFR (trattamento di fine rapporto) maturato dal lavoratore nel corso della sua carriera. Infatti il TFR costituisce una garanzia nel caso in cui il lavoratore perda il lavoro.

È inoltre possibile che il richiedente debba stipulare un contratto di assicurazione riguardante il rischio di licenziamento il rischio vita, in modo che il rimborso del prestito sia comunque garantito dall’assicurazione nel caso in cui le rate superino nell’amontare il TFR. Il vantaggio è che i costi dell’assicurazione saranno coperti direttamente dall’istituto che ti finanzierà, che detrarrà il costo della polizza da quanto ti sarà effettivamente erogato.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.