Cessione del Quinto AGOS Ducato: Opinioni e Come Funziona

La cessione del quinto dello stipendio o della pensione è una modalità di finanziamento dedicato che banche e intermediari finanziari mettono a disposizione rispettivamente di lavoratori dipendenti (statali, pubblici, privati, a tempo determinato, a tempo indeterminato e parasubordinati) e pensionati. Si caratterizza per il fatto che il datore di lavoro oppure l’ente pensionistico trattengono direttamente la rata mensile di rimborso dalla busta paga o dal cedolino della pensione.

PrestitoCaratteristicheImporto MassimoPreventivo Gratis
il comparatore
www.facileprestito.net
Facile Prestito75.000€
il comparatore
www.il-comparatore.com
Cessione del Quinto60.000 €

L’importo viene quindi versato alla banca o all’intermediario finanziario che ha erogato il credito all’utente. La formula viene indicata con l’espressione cessione del quinto (Cqs) perché la somma addebitata deve essere pari o inferiore a un quinto della pensione o della busta paga. Si tratta di un’operazione di credito a consumo e integra obbligatoriamente la polizza per il rischio della vita e per il rischio di vita, così da tutelare la società finanziaria in caso di perdita del lavoro o di morte dell’utente. Il finanziamento si estingue rimborsando l’importo dovuto e tutte le rate, tuttavia è possibile rinnovare la cessione del quinto oppure optare per l’estinzione anticipata in base a quanto previsto dal contratto.

La cessione del quinto Agos Ducato

La cessione del quinto dello stipendio o della pensione proposta da Agos Ducato è una soluzione molto flessibile in quanto è possibile chiedere un’anticipazione sull’importo erogato e negoziare entità del finanziamento e modalità di restituzione. Infatti il rimborso va da un minimo di 24 mesi a un massimo di 120 mesi (10 anni). In questo modo è possibile richiedere sia somme modeste che importi elevati. Non è necessaria la presenza di un coobbligato, mentre le polizze rischio vita e rischio impiego vengono stipulate direttamente dall’intermediatore finanziario. Infine si ricorda che la cessione del quinto Agos Ducato può sussistere congiuntamente con altri finanziamenti (anche se già in essere al momento di presentazione della domanda) e può essere erogato persino se l’utente ha avuto in precedenza difficoltà di accesso al credito.

PrestitoCaratteristicheImporto MassimoPreventivo Gratis
il comparatore
www.facileprestito.net
Facile Prestito75.000€
il comparatore
www.il-comparatore.com
Cessione del Quinto60.000 €

Cosa tenere a mente

La cessione del quinto Agos Ducato è un prestito personale non finalizzato, quindi l’utente non deve comunicare all’intermediatore finanziario quale sia la destinazione d’uso del denaro erogato. In genere si applica un tasso fisso inferiore al 10% e il costo per l’estinzione anticipata del finanziamento corrisponde all’1% dell’importo del prestito. Se l’utente fa un contratto a tempo determinato, la durata totale del prestito è sempre inferiore a quella del contratto lavorativo e possono essere richieste ulteriori garanzie. La richiesta del finanziamento deve essere fatta in un’agenzia Agos Ducato oppure online. La documentazione comprende il CUD, un documento d’identità valido, il cedolino della pensione o una busta paga. Sono previste agevolazioni per la gestione oppure per le spese di apertura e condizioni di favore per i dipendenti pubblici e statali erogati grazie alle convenzioni con MEF (Ministero Economia e Finanze) e INPS. Ad esempio i dipendenti pubblici possono chiedere un prestito a 120 mesi fino a 90.000 euro con un tasso del 5,45%. Tuttavia il tasso applicato può arrivare al 0% a seconda dell’anzianità di servizio, l’entità dello stipendio e del TFR.

PrestitoCaratteristicheImporto MassimoPreventivo Gratis
il comparatore
www.facileprestito.net
Facile Prestito75.000€
il comparatore
www.il-comparatore.com
Cessione del Quinto60.000 €

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tutti i contenuti di questo sito sono solo a scopo informativo e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio oppure consulenza all’investimento in qualsiasi strumento finanziario.