Broker trading online Forex, Come scegliere il Migliore

Per poter operare nei mercati finanziari su Internet occorre un intermediario, ovvero un operatore finanziario che immetta per nostro conto le operazioni di compravendita: ecco lo scopo del broker nel trading online.

Scopo broker online nel Forex

Annuncio importante per chi ha intenzione di buttarsi nel mondo del trading online: oltre alle conoscenze di base in materia di economia, finanza e attualità, un PC o altro device collegato a Internet e tanta pazienza nell’apprendere nuove tecniche e strategie, elemento fondamentale diventa la scelta del broker. Questa figura, tanto tempo fa, era ricoperta da persone che fungevano da intermediari tra la Borsa Valori di un determinato Paese e il cliente. Si vedevano costantemente attaccati al telefono fisso, sbraitando contro la cornetta e contro uno schermo per comprare o vendere azioni e obbligazioni per conto terzi.

Adesso, il broker si è trasformato in una piattaforma in cui si opera online per fare trading sul Forex. Esso raccoglie le nostre richieste di acquisto e/o vendita ed esegue gli ordini immettendoli nel mercato. Pertanto, non potendo operare senza un broker e avendo capito l’importanza di sceglierne uno affidabile, meglio capire che caratteristiche dovrebbe avere il miglior broker per il trading Forex.

Caratteristiche dei broker migliori

Prima caratteristica indispensabile di un broker è senza dubbio l’affidabilità. Bisogna tenere presente che gli si affiderà il proprio capitale e gli operatori dietro la piattaforma guadagneranno dalla differenza del prezzo di acquisto e del prezzo di vendita, ovvero dallo Spread. Ad esempio, quando si decide di acquistare una valuta, si vende contemporaneamente un’altra, in quanto i cross valutari sono sempre a coppia, ovvero EUR/USD (Euro / Dollaro). In questo caso specifico, si acquista Euro e si vendono Dollari, quindi se l’Euro si rafforza sul Dollaro, la quotazione tenderà a salire e il prezzo sarà quello che il broker chiamerà ASK, mentre per la vendita ci sarà il BID. La differenza tra i due è lo Spread e qui l’intermediario ci guadagna, e parecchio. Qualora ci si chieda cosa significa pips, questo termine si riferisce alla più piccola unità di misura di un prezzo Forex.

PIP è un acronimo che sta per Percentage In Point e incide sul guadagno del broker: esso, come lo spread, è differente per ogni cross valutario e devono essere due parametri da utilizzare per valutare il proprio intermediario. Altro termine di valutazione è la sicurezza, perché è un attimo affidare tutto il patrimonio a dei truffatori. Per evitare di cadere nel tranello, il broker deve essere per legge regolamentato e vigilato. Per l’Italia, l’organismo di controllo e che rilascia questa particolare licenza è la CONSOB, la quale fa anche monitoraggio e vigilanza finanziaria. Ma esistono diverse autorità che regolano le istituzioni nella zona in cui si fa trading, in quanto dipende dalla posizione geografica, ad esempio organi come CFTC e NFA regolano e vigilano sugli operatori finanziari negli Stati Uniti. In Europa, anche se si opera con la moneta unica che è l’Euro, i Forex retail broker sono regolamentati dalle autorità delle singole nazioni in cui operano.

Broker Forex

Broker Forex

Al momento non esiste un organo unico di regolamentazione che possa vigilare sulle attività dei brokers europei. Le norme possono differire in ciascuna nazione, ovviamente è bene scegliere un broker che sia ben regolamentato dalla nazione di appartenenza. Per chi abita nel Belpaese, meglio quindi scegliere un broker che abbia licenza italiana e che abbia anche un servizio clienti in italiano, come xm.

Broker Trading e servizio clienti

L’assistenza clienti è un punto fondamentale per scegliere l’intermediario nel Trading Forex. Non c’è nulla di più irritante che trovare un servizio clienti che parla solo inglese, specialmente se si entra nel panico perché si teme di aver mandato in fumo tutto il capitale. E’ per questo che, oltre a poter effettuare operazioni e tradare i mercati in una lingua a noi comprensibile, bisogna anche capire come risolvere il problema con un operatore che almeno parla italiano e che fornisca soluzioni immediate ed efficaci, o anche solo per richiedere informazioni.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.