Autore: Guido Ciocca

Imposta di Bollo Conto Corrente: Cos’è, Costi, Calcolo, Quando e Come si Paga

Se sul conto corrente hai visto la voce a debito imposta di bollo conto corrente e non sai di cosa si tratta, questo articolo può renderti le idee più chiare. L’imposta di bollo conto corrente è una tassa per il possesso di un conto corrente con una giacenza superiore ai 5mila euro, applicata sia a persone fisiche che a persone giuridiche.

L’imposta è stata introdotta nel 2012 con il decreto Monti e si paga sugli estratti conti correnti, sui rendiconti dei libretti di risparmio e sulle comunicazioni periodiche dei prodotti finanziaria. In seguito vedrai nel dettaglio in cosa consiste l’imposta, i suoi costi, come calcolarli e in quale caso bisogna pagarla.

Costi

L’imposta di bollo conto corrente si applica in misura fissa, ha un costo per le persone fisiche di 34,20 euro, mentre per i soggetti diversi dalle persone fisiche ha un costo di 100 euro. Con la Legge di Bilancio del 2014 si è assistito ad un aumento dell’aliquota da 0,15% allo 0,2% sulle comunicazioni dei prodotti finanziari. Nella manovra era prevista inoltre un aumento dell’aliquota del bollo sui conti depositi e titoli dall’1,5 per mille al 2 per mille.

Calcolo

L’imposta si calcola in relazione al valore di mercato, sul valore nominale o di rimborso dei prodotti finanziari. Il totale dell’imposta viene diviso per ogni singolo trimestre dell’anno. Ad esempio, se su un conto vengono depositati 3mila euro nei primi sei mesi dell’anno, per i due trimestri l’imposta non si applica, la cifra infatti è sotto i 5mila euro. Se negli altri due trimestri vengono depositati 7mila euro, in questo caso, si applicherà.
Se il conto ha meno di un anno, il calcolo avverrà in modo parziale, considerando i giorni di esistenza del libretto o del conto.

Il calcolo del valore della giacenza si effettua sommando i saldi giornalieri del conto e dividere la cifra per i giorni di rendicontazione o detenzione del conto. Se si supera la soglia dei 5000mila euro nell’arco di 90 giorni, anche sul conto corrente cointestato si applica l’imposta, calcolando la giacenza di ogni rapporto per la quota di detenzione.

Quando si paga

Il bollo si applica per le giacenze superiori ai 5000 euro e sugli estratti conto correnti, sui rendiconti dei libretti di risparmio e sulle comunicazioni periodiche dei prodotti finanziari. Il decreto Salva Italia ha anche introdotto una norma che prevede l’esenzione del bollo quando il saldo degli estratti o libretti intestati risultano essere sotto i 5000mila euro, quando gli estratti sono a saldo zero e per i titolari esclusi dalle spese postali e bancarie e con un Isee sotto i 7500mila euro.

L’imposta non si applica al rapporto tra enti gestori e Confidi, quest’ultimi sono infatti esclusi dal bollo ma non dall’imposta ordinaria. Anche l’Amministrazione Pubblica è esente dall’imposta, poichè come i Confidi non rientrano nella nozioni di “clienti”.

Kit Fotovoltaico Fai da Te per la Casa: Cosa Sono e Come Funzionano i Kit Fotovoltaici Domestici

Come tutti sappiamo, in questi ultimi tempi, il tema ambiente è sulle bocche di tutti. Sempre più spesso si sente parlare di crisi climatica ed energie rinnovabile, in particolare impianti fotovoltaici, idroelettrici e turbine eoliche, argomenti che destano sempre più interesse. Sempre più gente entra a conoscenza delle potenzialità di queste energie verdi, ma in molti, spesso, tendono a rinunciarci a causa dell’elevato costo iniziale.

Quello che forse non sai però, è che esistono dei particolari kit chiamati kit fotovoltaico fai da te, che ti permettono di realizzare il tuo personale impianto fotovoltaico a un costo decisamente più ristretto. Ma cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta, analizzando nel dettaglio ciò di cui ti sto parlando.

Bonus Facciate: 90% di Detrazione per chi rifà gli Esterni, Come Funziona

Tra le misure di maggiore impatto che saranno presenti nella Legge di Bilancio che tra pochi giorni inizierà il proprio iter in Parlamento, vi è senza dubbio il cosiddetto “bonus facciate”. Se non sai in cosa consiste questa misura e se tu rientri nella categoria di soggetti che ne potranno beneficiare, qui di seguito troverai tutte le informazioni necessarie.

In cosa consiste il “bonus facciate”?

Nella Legge di Bilancio che è allo studio del Governo guidato da Giuseppe Conte vi sono diverse misure volte ad incentivare l’ammodernamento del parco edilizio presente in Italia. Tra queste spicca il cosiddetto “bonus facciate”, il quale consiste in un credito di natura fiscale pari al 90% di quanto investito per andare ad effettuare lavori di miglioria della propria abitazione o del condominio in cui si lavora.

Lotta al Contante: News dal Governo contro l’Evasione Fiscale, Tutti i Provvedimenti

A breve ll Parlamento inizierà la discussione della Legge di Bilancio e tra le misure più importanti vi sono quelle battezzate di “lotta al contante“, con cui il Governo vuole incentivare i pagamenti elettronici e combattere conseguentemente l’evasione fiscale. Ma quali sono le misure che troveranno spazio in manovra e che cambieranno anche la tua quotidianità? Qui di seguito ecco tutte le risposte.

Alle porte il “piano Italia cashless”

Il premier Giuseppe Conte è stato molto chiaro, affermando che la priorità del suo esecutivo è quella di combattere l’evasione fiscale e che per fare questo sono allo studio tutta una serie di misure che nelle intenzioni dovranno essere il primo passo per combattere questo che come sai è uno dei problemi strutturali dell’Italia.

Super Bonus dal 2021 per chi paga con Carta di Credito e Bancomat: Come Funzionerà

Buona notizia per tutti gli utilizzatori di moneta elettronica, a partire da Gennaio 2021 lo Stato inizierà a versare un superbonus a tutti i cittadini soliti a pagare con bancomat e carte di credito. I primi rimborsi partiranno da Gennaio 2021, insieme all’ introduzione di sanzioni per tutti i commercianti che rifiutano la carta come metodo di pagamento.

Queste importanti novità fanno tutte parte della Legge di Bilancio, ed hanno come obiettivo principale contrastare l’ evasione fiscale, pratica molto diffusa in Italia.

Cedolare secca sugli Affitti a canone concordato dal 10 al 12,5%, tutti i dettagli

Un contratto di affitto a canone concordato permette di usufruire dei benefici legati alla cedolare secca del 10%. Approfondiamo come opera, quando si mette in pratica, e sopratutto quali sono gli svantaggi e i vantaggi legati a questo tipo di pratica.

Cedolare secca, caratteristiche principali

La cedolare secca dal 10 fino al 12,5%, entra in funzione quando si stipula un contratto d’affito per immobili destinati esclusivamente ad uso abitativo.
Uno dei vantaggi maggiori quando si stipula un affitto a cannone concordato è proprio la possibilità di usufruire della tassazione ridotta. Nel momento in cui si va a stipulare un contratto d’affito di questo tipo, la cedolare secca sostituisce automaticamente la tassazione Irpef.

Evasometro: Cos’è, Come Funziona e Quali saranno i Controlli sui Conti Correnti, Pagamenti e Movimenti Bancari

Dopo alcuni anni di sperimentazione, ad agosto 2019 è partito ufficialmente l’Evasometro, il nuovo strumento di controllo fiscale nelle mani dell’Agenzia delle Entrate volto a ridurre le imposte evase: vediamo cos’è, come funziona e quali controlli comporta.

La lotta all’evasione fiscale

L’evasometro è l’ennesimo strumento di cui dispone l’Amministrazione Finanziaria per contrastare il fenomeno dell’evasione fiscale. Inizialmente programmato sotto il nome di “risparmiometro” durante il governo Monti nel 2012, la misura sembra ormai pronta per entrare nel vivo. Gli obiettivi perseguiti sono ambizioni: recuperare qualcosa come 10-15 miliardi di imposte evase, anche grazie alle altre riforme messe in campo quali fatturazione elettronica e scontrini digitali.

Pulizia Pannelli Fotovoltaici: Lavaggio e Pulizia, Come Fare da Se o Aziende Specializzate

La funzione principale dei pannelli fotovoltaici è quella di assorbire energia solare, essendo però esposti a ogni tipo di intemperie tali pannelli possono col tempo deteriorarsi e quindi non rendere al massimo diventando al limite inutilizzabili. Una corretta pulizia del pannello garantisce non solo la sicurezza dei vari funzionamenti collegati allo stesso ma anche una maggiore resa in termini energetici del pannello nonché la garanzia di un arco temporale di attività più lungo.

Una pulizia accurata
Quando effettuare le pulizie

Non devi sottovalutare la pulizia del pannello fotovoltaico che hai sul tetto perché da un pannello pulito potresti accumulare statisticamente più energia che da uno sporco, è stato infatti dimostrato che la resa energetica di un impianto non mantenuto in perfette condizioni di pulizia può calare anche del 30%. Da studi statistici condotti in merito ad una ricerca dell’US Department of Energy è emerso che la sola polvere atmosferica che spesso forma un vero e proprio strato sul pannello riesce a limitare l’azione del pannello del 7%.

POS Obbligatorio per i Commercianti: Sanzioni e Multe nella Manovra di Bilancio

Per combattere l’evasione fiscale, dal 2020 non saranno previsti solamente dei bonus per coloro che utilizzano pagamenti tracciabili. Il POS diventerà difatti obbligatorio e saranno previste delle sanzioni per i commercianti, artigiani o professionisti in genere che rifiuteranno le transazioni con carta. Due sanzioni difatti sono previste nelle misure proposte nel Decreto Fiscale: 30 euro più il 4% di tale transazione rifiutata.

ACE Aiuto Crescito Economica: Cos’è e Come Funzionerà

Tra le novità senza dubbio più inattese che vi saranno nella Legge di Bilancio e che ti interesseranno da vicino se sei titolare di una azienda, vi è indubbiamente il ritorno dell’ACE. Con questo acronimo, probabilmente lo ricordi, si indicava l’Aiuto Crescita Economica, che era andato in soffitta soltanto un anno fa. Qui di seguito troverai tutti i dettagli relativi alla sua reintroduzione.

Regime Forfettario, le Ultime Novità della Legge di Bilancio 2020: Regime Analitico, Soglie Strumentali, Limiti e Soglie

Tra le novità contenute nella Legge di Bilancio che il Governo M5S-PD sta predisponendo, ve ne sono diverse che interessano da vicino tutti coloro che hanno aderito al regime forfettario, i quali già l’anno scorso si sono dovuti confrontare con diverse novità. Non vi sono ancora certezze in merito, ma ormai pare che i tecnici di Via XX Settembre abbiano deciso di introdurre il regime analitico e la regola del doppio conto corrente. Qui di seguito ecco tutte le novità allo studio del Governo, che ti interessano da vicino se hai aderito al regime forfettario.

Compensazioni: arriva la sanzione da Mille Euro sugli F24 a rischio

La preparazione della Legge di Bilancio è ormai alle battute finali e sono diverse ed importanti le novità. Tra quelle che probabilmente ti potrebbero interessare più da vicino vi è quella relativa alle compensazioni e ad una sanzione pecuniaria di entità non leggerissima che dovrebbe andare a colpire gli F24 a rischio: qui di seguito troverai tutte le info in merito.

Le novità in tema di compensazioni nel modello F24

Al momento non è ancora messo definitivamente nero su bianco, ma l’articolo 3 di quella che è la bozza del Decreto Legislativo inserito nella Legge di Bilancio e che dovrà andare a riscrivere le regole in fatto di fiscalità, potrebbe essere foriero di importanti novità che potrebbero interessarti da vicino se hai una azienda o se sei un libero professionista.

Piano Casa: proroga di Ecobonus e Sismabonus, Rinascita Urbana, e altri interventi nella Manovra di Bilancio

Quella che una volta conoscevi con il nome di Finanziaria e che oggi è nota come Legge di Bilancio, inizierà a breve il proprio iter parlamentare. Sono diverse le misure relative alla casa che potrebbero riguardarti da vicino e che vi troveranno spazio. Qui di seguito troverai tutte le info a riguardo e devi subito sapere che si tratta di notizie che sicuramente non potranno che lasciarti soddisfatto.

Requisiti Carta di Credito: Condizioni, Cosa Serve e Requisiti Minimi

La carta di credito è uno strumento di pagamento che può essere utilizzato sia per i pagamenti virtuali on line, sia per i pagamenti pos ma anche per il prelievo di contanti. A seconda della modalità di pagamento, utilizzerai la carta in modo differente. Così, per i pagamenti on line ti servirà il numero di carta, la data di scadenza e il codice di sicurezza di tre cifre riportato sul retro della carta di credito.

Per i pagamenti con il pos sarà sufficiente consegnare la carta al negoziante che la striscerà sull’apparecchio pos o utilizzerà il contact less: per le transazioni superiori ad euro venticinque dovrai apporre la tua firma di una copia dello scontrino. Infine, per i prelievi in contanti sarà necessario effettuare il prelievo ad un bancomat utilizzando un apposito codice pin che ti verrà consegnato insieme alla carta.

La carta di credito va richiesto ad un istituto bancario e la sua concessione è subordinata ad una delibera di fido o comunque ad un’autorizzazione equiparabile ad essa. La carta di credito può essere rilasciata sia alle aziende che alle persone fisiche e le condizioni possono variare a seconda della tipologia del richiedente.

Doppio Conto Corrente per le Partite IVA: la novità della prossima legge finanziaria

La prossima legge finanziaria costringerà i lavoratori autonomi, quali fondatori di aziende, gestori d’impresa e freelancer, all’ apertura di un secondo corrente, adibito esclusivamente alla ricezione dei guadagni provenienti dalla propria attività.

Caratteristiche della nuova legge finanziaria sulle Partite Iva

Tutti gli imprenditori con ricavi fino a 65 mila euro annui, che fin’ora hanno sfruttato la legge sulla flat tax del 15%, possono dire addio ai vecchi benefici, e cominciare già da ora ad incassare un duro colpo, ovvero l’obbligatorietà di apertura di un secondo conto corrente, da destinare solamente agli incassi provenienti dalla propria attività. Così facendo si andrà a creare un conto corrente adibito esclusivamente al transito dei versamenti e prelievi della propria azienda, tutto ovviamente concepito per favorire l’amministrazione finanziaria.

Stando a quanto rivelato dallo Stato, la nuova legge finanziaria avrebbe come scopo l’inizializzazione della determinazione del guadagno in via analitica delle partite Iva il cui incasso di denaro ammonta fino ai sessantacinque mila euro all’anno; permettendo di conseguenza all’amministrazione di far rimettere in movimento controlli volti a verificare e indagare i due milioni di lavoratori indipendenti che per tutto il susseguirsi del’ 2019, sono stati esenti da obblighi di rendicontazione e fornimento di documenti.

Così facendo si potrebbe superare la risposta negativa arrivata da Bruxelles sulla concessione di indagare le persone in stato forfettario imponendogli l’obbligo di emettere fatturazione elettronica.

L’ anno precedente con la giunta della famosa flat tax fu abrogata la norma riguardante il costo complessivo, al netto degli ammortamenti, i valori strumentali, in caso della fine dell’attività con conseguente chiusura definitiva dell’esercizio non dovevano oltrepassare la soglia dei ventimila euro. Attualmente si sta cercando anche di reintegrare la somma massima dei cinquemila euro per i guadagni ricevuti da dipendenti e collaboratori, mettendo ai ferri corti i forfettari che dispongono di dipendenti nella propria attività.

Infine a completare la normativa, possiamo trovare la rinuncia definitiva riguardante la seconda parte della flat tax: l’imposizione di tassazione del 20% per le Partite Iva che fatturano guadagni variabili dai sessantacinque mila euro, fino ai centomila euro, che teoricamente sarebbe dovuta entrare in vigore, diventando obbligatoria, dal’ 1 Gennaio 2020. Questa dunque la mossa effettuata dal governo di Conte, con l’ obbiettivo di cambiare strada con meno misure sulle Partite Iva, andando in contro a famiglie e dipendenti con interventi centrati.

PostePay Evolution Bonifico: Come Fare e Ricevere Bonifici con la PostePay Evolution, Tempi, Costi, Commissioni

La PostePay Evolution è la carta prepagata messa a disposizione da Poste Italiane ai suoi clienti dotata di codice IBAN, quindi in grado di emettere e ricevere bonifici, a differenza delle altre carte della stessa linea PostePay. Vediamo insieme come effettuare tali operazioni, le tempistiche, i costi e le commissioni.

PostePay Evolution: la carta prepagata più diffusa

Come anticipato, la PostePay Evolution è dotata di codide IBAN, caratteristica che la rende uno dei prodotti finanziari di maggior successo di Poste Italiane. Tale codice permette di ricevere ed effettuare bonifici nell’area SEPA esattamente come avviene con un tradizionale conto corrente bancario o postale, ma presentando costi di gestione più contenuti rispetto a questi ultimi.

Green New Deal per favorire gli investimenti Verdi

L’anno 2019 sarà ricordato probabilmente come uno degli anni più significativi per la lotta ai cambiamenti climatici e la consapevolezza ambientale, le azioni del Governo rispecchiano questa tendenza.

La legislazione in tema ambientale, comunemente nota come Green New Deal, punta ad essere una precisa risposta per le istanze dei milioni di italiani che quotidianamente apprezzano, e si battono, affinché ci sia maggiore sensibilità verso la tematica dei cambiamenti climatici. Proprio nelle ultime settimane si è assistiti a numerose manifestazioni ed azioni simboliche, oltre che concrete, sulla scia del Fridays For Future, la campagna di sensibilizzazione promossa dalla giovanissima attivista per l’ambiente ormai nota in tutto il mondo, Greta Thunberg.

Digital Tax al 3% per le Compagnie Web: la Nuova Tassa allo Studio del Governo

Il Governo Conte Bis ha intenzione di introdurre la Digital Tax nella nuova manovra 2020, ad annunciarlo è stato il ministro dell’economia Gualtieri. Si tratta di una tassa che è già stata introdotta nella scorsa manovra, ma che non è stata mai attuata.

L’imposta si inseriva all’interno di un quadro normativo europeo, ma a causa del mancato accordo tra i vari ministri delle finanze dei paesi comunitari alla riunione del consiglio economia e finanza dello scorso marzo, la trattativa per arrivare ad adottare una tassa comune europea è fallita. La questione è poi passata all’Ocse, che entro il 2020 dovrebbe arrivare a formulare una proposta.

Come Affittare la Casa per Brevi Periodi: la Guida di Altroconsumo

Desideri partire per un breve periodo e guadagnare qualcosa affittando la tua casa ad altri? Ecco la guida di Altroconsumo che fa per te. La guida contiene numerosi consigli che ti serviranno per offrire un ottimo servizio e puoi richiederla gratis online.

Altroconsumo è la più grande organizzazione italiana di consumatori che da oltre 40 anni tutela, informa ed è al fianco delle persone per semplificare la vita di ogni giorno e far valere sempre i loro diritti

5 CONSIGLI UTILI PER AFFITTARE CASA PER UN BREVE PERIODO

Se vuoi affittare la tua casa o il tuo appartamento per arrotondare un po’, ci sono tanti modi per trovare in poco tempo una persona interessata. Nella guida “Affitti brevi” di Altroconsumo scoprirai come fare.

Esistono molti siti che puoi utilizzare: uno dei più importanti è Airbnb ma non è l’unica soluzione. Per conoscere tutti gli aspetti relativi a come diventare un host e guadagnare con gli affitti brevi, le alternative ad Airbnb, la normativa sui permessi, imposte e dichiarazioni, e tutti gli aspetti correlati richiedi ora la guida di Altroconsumo. Troverai anche indicazioni dettagliate sugli aspetti fiscali degli affitti brevi, sulle norme previste per poter mettere in affitto la propria casa, su come gestire in modo semplice i tuoi ospiti nel caso non potessi farlo di persona e molto altro ancora.

Intanto ecco per te alcuni utili consigli per iniziare:

  • Tieni un prezzo basso, fino a quando non riceverai le prime recensioni.
  • Presenta tua casa ai possibili affittuari in modo preciso e chiaro, senza nascondere nulla.
  • Prima di affidare la tua abitazione a degli estranei controlla i loro profili e recensioni.
  • Lascia agli affittuari un kit di primo soccorso e di emergenza
  • Rivolgiti ad un commercialista per accertarti degli obblighi della tua regione in materia di affitto.

UniCredit annuncia dal 2020 Tassi Negativi sui conti oltre 100mila euro

Novità in arrivo per i correntisti Unicredit dal 2020. L’istituto bancario difatti si prepara per recuperare quelli che sono gli interessi negativi, facendoli ricadere sui titolari di conti correnti con depositi oltre i 100.000 euro. Non verrà fatta alcuna distinzione sulla tipologia di cliente, se retail o imprese. Nel corso di un’intervista TV, il CEO Jean Pierre Mustier ha inoltre specificato che Unicredit è già al lavoro nei Paesi dove è presente per mettere in atto la misura, e che quindi la data comunicata è da ritenersi ufficiale.

Lotteria degli Scontrini: Cos’è, Come Funziona, Premi al Mese, Come si Vince

Dal prossimo gennaio entrerà in vigore un provvedimento varato dal governo Gentiloni e sino ad ora rinviato. Si tratta della lotteria degli scontrini: un vero e proprio concorso a premi che si pone l’obiettivo d’incentivare l’utilizzo della moneta elettronica e di provare a ridurre l’evasione fiscale nel nostro paese. Quest’idea creativa nasce dalla necessità di far rientrare nelle casse dello Stato liquidità, che al momento si disperde a causa dell’evasione fiscale. Una simile manovra dovrebbe aumentare le entrate fiscali di oltre sette miliardi di euro.

Un meccanismo quasi uguale alla lotteria degli scontrini è già in vigore in alcuni paesi europei: in queste nazioni, i risultati sulla riduzione dell’evasione fiscale, sono contraddittori e differenti. La lotteria prenderà il via con l’entrata in vigore dell’obbligo di rilasciare lo scontrino elettronico. Sarà una procedura a cui dovranno aderire tutti gli esercenti: dal primo gennaio essi avranno l’obbligo di rilasciare lo scontrino in modalità elettronica; tutti gli scontrini generati per un importo superiore ad un euro saranno abbinati a dei biglietti virtuali che parteciperanno alle estrazioni.

Gioco Digitale Bingo: Come Funziona, Gioco Online, App

Il Bingo è un gioco che almeno una volta nella vita abbiamo fatto tutti. La versione online invece è piuttosto nuova e nonostante presenti delle dinamiche molto simili, queste sono declinate diversamente durante le fasi del gioco. Vediamo insieme come funziona il gioco digitale Bingo online e tutte le informazioni che occorre sapere sulla piattaforma.

Bingo Online: che cos’è?

Come anticipato, la versione online del Bingo è simile a quella tradizionale, cioè ad una tombola, ma rispetto alle partite effettuate live, quindi nelle sale adibite piuttosto che con i parenti o gli amici, ci sono alcune varianti che di fatto rendono il gioco più emozionante. È opportuno inoltre specificare che giocare online per certi aspetti è anche più semplice, dal momento che i numeri vengono segnati in maniera del tutto automatica sulla cartella.

Ciao Parking Malpensa: Costi, Orari, Telefono, Come Arrivare

Molte sono le alternative visto che le aziende che offrono posteggi limitrofi a zone Aereoportuali sono in continuo aumento. Quasi sempre per comodità, la scelta ricade sul Parcheggio dell’Aereoporto di partenza; Malpensa ad esempio offre varie soluzioni di parcheggio: dal parcheggio P1 per le soste che vanno oltre 7 giorni, oppure il P2 pensato per un tipo di clientela più esclusiva, che garantisce l’accesso diretto al Terminal1 poichè sito proprio sotto di esso, fino ad arrivare ai P4 e P5 pensati per una clientela Low Budget, o al nuovissimo P6 inaugurato nel mese di Agosto, pensato per le soste di almeno 3 giorni. Posteggi per tutte le tasche ed esigenze insomma.

Per le nostre soste quindi, il Parcheggio dell’aereoporto sembra sempre l’opzione migliore e la prima considerata; più vicina al Terminal di partenza, ma non sempre è l’opzione migliore; prenotare un servizio organizzato invece, è sempre la scelta migliore!

PokerStars Italia: Come Giocare al Poker Texas Holdem Online

Se sei un appassionato di poker e in particolare della sua variante online, devi per forza conoscere Poker Stars Italia, una delle piattaforme leader del mercato e con un software universalmente riconosciuto come uno migliori in circolazione. Vediamo insieme come giocare al poker online con Poker Stars.

La piattaforma di Poker Stars

Come anticipato, il software alle spalle della piattaforma di Poker Stars può essere considerato come uno dei migliorie soprattutto più stabili in circolazione. Questo non significa che sia esente al 100% da problemi tecnici, perché l’imprevisto è sempre dietro l’angolo quando si parla appunto di software, ma il gioco scorre quasi sempre fluido e veloce. Il funzionamento è garantito su tutti i maggiori sistemi operativi, Windows, Mac e distribuzioni Linux.

Polizza Vita: Come Funziona, Tassazione, Detrazioni sulle Assicurazioni Vita Caso Morte

Spesso si tende a considerare le polizze vita una sola forma di assicurazione, dimenticandosi tuttavia di quanto possano essere utili anche come strumento di investimento. Ma quali sono i principali vantaggi delle polizze vita tradizionali? Scorgiamoli insieme, uno per uno: sarà la giusta occasione di poter comprendere quali siano le principali caratteristiche di questi strumenti di investimento, particolarmente adatti nell’odierno contesto di mercato!

Rendimento delle Polizze Vita

Cominciamo con uno sguardo al rendimento che, evidentemente, dipenderà dagli strumenti finanziari che il gestore sceglierà di introdurre all’interno del portafoglio. In ogni caso, traendo una esemplificazione sintetica, possiamo ben rammentare come il rendimento della gestione separata della polizza vita sia sempre tendenzialmente stabile, con bassi rischi.

Pago Pa al posto dei bollettini Rav: Come Funziona e Cosa Cambia per Privati e Imprese

L’Agenzia delle Entrate sta per mandare in pensione gradualmente il modello fino ad oggi utilizzato per pagare i debiti. Per le cartelle arriva difatti il sistema PagoPa a sostituire i bollettini Rav: vediamo insieme come funziona e cosa cambia, sia per i privati che per le imprese.

Bollettino Rav: addio

Come anticipato, seppur in maniera graduale, il vecchio sistema di pagamento dei debiti basato sui bollettini Rav verrà sostituito dal più moderno PagoPa. Nel corso del 2018 oltre 15 milioni di pagamenti di avvisi e cartelle sono state pagati con il vecchio sistema, quindi circa il 90% di tutte le transazioni.

Taglio del Cuneo Fiscale per Lavoratori 2020: Cos’è, Significato eCosa Cambia

La novità per i lavoratori dipendenti in arrivo nel 2020 è costituita dal taglio del cuneo fiscale. Il DEf ha emesso una nota con i primi pilastri di questa misura, sembrerebbe portare un bonus di circa 500 euro sugli stipendi. Vediamo cosa cambia, quanto si avrà di più in busta paga e tutti i dettagli utili. Il taglio del cuneo fiscale, che porterebbe un bonus di circa 500 euro nel 2020 è la novità che interessa i lavoratori dipendenti in quanto porterebbe ad un cambio dell’importo netto percepito in busta paga.

Il DEF ha emesso una Nota di aggiornamento che contiene le linee guida che il Governo seguirà per la Legge di Bilancio 2020, è stato quindi confermato il taglio del cuneo fiscale, una novità importante che va completamente a beneficio di tutti i lavoratori dipendenti. Nonostante non siano ancora emersi i dettagli, le indiscrezioni sono continue e riguardano i beneficiari e i possibili cambiamenti. Le incognite sono quindi due, quella del bonus fiscale per i lavoratori dipendenti e il bonus Renzi che prevede 80 euro in più nel 2020. Anche se una delle ipotesi è che gli 80 euro del credito Irpef vengano assorbiti dal taglio del cuneo fiscale, in modo tale che dal 2021 si possa arrivare ad avere un unico importo di 1500 euro.

Tasse su Badanti e Colf: la Novità che vuole introdurre il Governo, Cosa Cambia

Ci sono delle grossissime novità da parte del Governo in merito alla gestione del rapporto di lavoro delle Colf e delle Bandanti, in arrivo per il 2020. Le misure che si stanno studiando a tavolino, principalmente per combattere il lavoro in nero e la conseguente evasione fiscale, dovrebbero essere in grado di stravolgere quello che è stato purtroppo fino ad oggi il panorama di questo settore.

L’idea è quella di trasformare le famiglie, che alle loro dipendenze hanno badanti o collaboratrici familiari, come sostituto di imposta, obbligandole così a trattenere le tasse che andrebbero poi versate al Fisco.

Concorso Scuola Ordinario 2020: Cattedra per 24mila docenti

Il Governo ha concluso la trattativa con le principali sigle sindacali italiane che prevede la regolamentazione e la successiva assunzione di oltre 50 mila unità, nel modo che descriveremo nei paragrafi seguenti, cui seguiranno le reazioni dei firmatari dell’accordo.

Concorso ordinario dei docenti

Si prevede l’istituzione di un concorso ordinario per 25 mila docenti, finalizzata all’assunzione effettiva. Oltre questo saranno ulteriormente valorizzate le figure dei direttori dei servizi generali, che avranno accesso ad un concorso specifico per la loro funzione. Verrà istituito a parte un tavolo per la trattativa relativa ad i diplomati magistrali, che non sono ancora stati presi in considerazione.