Over-the-counter (OTC), cos’è? Rischi, tipologie e funzinamento

Il termine Over the Counter (OTC) indica un mercato che, a differenza di quelli ufficiali, non è regolamentato da alcun tipo di norma. In un mercato Over the Counter, le trattative finanziarie si svolgono al di fuori dalle borse ufficiali. Vediamo quali sono le caratteristiche principali dei mercati Over the Counter qui di seguito.

Cosa si intende per Over the Counter

L’espressione Over the Counter è utilizzata per indicare quelle tipologie di mercato in cui le contrattazioni e le conversazioni avvengono in maniera informale. Il termine fa riferimento, infatti, al bancone dei bar (‘counter’ in Inglese) presso i quali gli operatori si recavano alla chiusura del mercato ufficiale di Wall Street per continuare le trattative fra loro in maniera ufficiosa.

I mercati Over the Counter non vanno confusi con le contrattazioni private effettuate fra le banche e i propri clienti, le quali sono indicate con la dicitura di Sistemi di Scambio Organizzati. Approfondiamone il funzionamento.

Come funzionano i mercati Over the Counter

Nei mercati Over the Counter, i processi di contrattazione non seguono regole standardizzate, bensì vi è la possibilità di stipulare dei contratti detti atipici. Solitamente, la quotazione dei mercati Over the Counter si basa su contrattazioni operate per via telematica o telefonica, ovvero su conversazioni di natura informale tra domanda e offerta. Per questo, il valore cambia continuamente ed è slegato dall’andamento delle Borse internazionali.

Le contrattazioni avvengono in modo automatico sulla base di un modello conosciuto come Alternative Trading System. In base a questo sistema, l’operatore propone delle quotazioni per i titoli di suo interesse all’interno di un apposito portale telematico. Gli altri utenti possono visionare le proposte e negoziarle. In questo modo, avviene l’incontro fra intermediari che operano solo scambi di contratti, completamente slegati dalla consegna fisica. Vediamo quali sono gli esempi principali di mercati OTC.

Tipologie di Over the Counter

Gli esempi più famosi di Over the Counter sono i Contratti per differenza (CFD) e il Forex. Nell’ambito dei Contratti per differenza, si scambia denaro sulla base di vari tipi di investimento che però non sono posseduti realmente, quali azioni o materie prime. Il Forex è invece un tipo di contrattazione effettuata a livello di uno scambio di valute. In altre parole, gli operatori lucrano sulle oscillazioni dei tassi di cambio monetari.

Oltre a questi mercati OTC principali, negli ultimi decenni se ne sono affermati anche altri, come l’Otc Bulletin Road e il Pink Sheet, sistemi di contrattazione telematica relativi alle società in attesa di entrare nel registro della borsa elettronica Nasdaq, i cui titoli non erano quindi scambiabili nella Borsa ufficiale. L’assenza di ufficialità è però legata anche a dei rischi.

Rischi dell’Over the Counter

Le transazioni finanziarie effettuate in regime OTC non sono sorvegliate da nessuna pubblica autorità di controllo. Per questo, non vige l’obbligo di prospetto informativo per i titoli e le obbligazioni contrattati nel mercato OTC, che tendenzialmente sono piuttosto rischiosi.

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.